Come fare Trading Online da casa: la guida

Che cos’è il trading online? Il trading online consiste nel cercare di ottenere un guadagno in base alle oscillazioni dei mercati finanziari. Tradare i mercati finanziari può portare elevati rendimenti a patto di utilizzare strumenti, tecniche e strategie adeguate. TradingOnline.me è una guida completa al trading che nasce dall’esperienza di un gruppo di appassionati di finanza con l’obiettivo di condividere la nostra conoscenza a proposito di broker, tecniche, strategie vincenti e trucchi: vogliamo che il trading sia profittevole per tutti!

Se vuoi cominciare a fare trading, ti consigliamo di iniziare creando un conto su questa piattaforma (clicca qui) che prevede solo 10€ per l’apertura di un conto di trading. Potrai così iniziare a fare pratica davvero con dei capitali molto bassi. Avrai anche a disposizione un conto demo completamente gratuito.
Se hai gia esperienza o vuoi provare una piattaforma di trading online professionale con un conto demo illimitato, allora Markets.com fa al caso tuo.


Iniziamo la nostra guida al trading online con la classifica dei migliori broker. La nostra esperienza ci insegna che la scelta del broker con cui si opera sui mercati finanziari è importantissima. Tra i fattori fondamentali da considerare per la scelta di un broker ci sono l’affidabilità, la sicurezza, l’offerta di un conto demo gratuito.

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
eToro
  • Social trading, segui/copia gli esperti
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia

Trading online: cos’è

Fare trading online significa essenzialmente speculare sui mercati finanziari utilizzando i servizi di un broker, accessibile via internet. Capire come funziona è il primo passo per avere successo, ecco perché abbiamo deciso di pubblicare questa guida che spiega cos’è il trading e come si inizia.

L’idea alla base del trading online è guadagnare dalla variazione delle quotazioni degli asset sui mercati finanziari. Abbiamo a disposizione diversi mercati: forex, borsa, materie prime, bitcoin, titoli di stato o obbligazionari, indici, ecc..

L’obiettivo è ovviamente ottenere il massimo profitto, con il minimo rischio e nel più breve tempo possibile. Parliamo di rischio minimo perché comunque operare sui mercati comporta sempre un rischio. Questo rischio può essere controllato (esistono tecniche per controllare il rischio) e minimizzato ma non potrà mai essere annullato. E’ bene tenere sempre a mente questo dettaglio: il buon trader non è colui che evita i rischi, è colui che li calcola e li controlla.

Perchè è importante la scelta della piattaforma?

Il trading online ti consente di di generare un “second income” (in realtà anche molto di più di un secondo stipendio), a patto che si utilizzi una certa disciplina e soprattutto una piattaforma evoluta ed affidabile.

Interfaccia intuitiva

Tutte le operazioni saranno semplificate ed immediate grazie ad un’interfaccia concepita per l’utente finale

Supporto dedicato

Non sarai mai da solo durante le fasi del trading e sono garantite sessioni di formazione gratuite

Personalizzazione

La piattaforma è personalizzabile, questo per garantire la migliore esperienza ad ogni trader

Software allo stato dell’arte

Le piattaforme consigliate utilizzano piattaforme software utilizzando il top della tecnologia attuale

Cos’è il trading online e come funziona

Cerchiamo di rispondere nel modo più completo possibile alla domanda Cos’è il trading online?. Esistono numerose forme, la più semplice consiste nell’acquistare un asset finanziario e aspettare che questo aumenti di prezzo. Moltissime persone che giocano in Borsa da casa, ad esempio, si affidano proprio a questo tipo di meccanismo. Aprono un conto su un broker come Fineco, acquistano un’azione quotata alla Borsa di Milano e aspettano che il valore aumenti. Nel frattempo possono incassare i dividendi distribuiti dalla società e possono, volendo, partecipare anche alle assemblee societarie, anche se questo non succede quasi mai.

Lo svantaggio principale di questo approccio sta nel fatto che si guadagna se il prezzo dell’azione sale ma si perde parecchio se il prezzo dell’azione scende. Di solito questo tipo di operazioni è consigliato esclusivamente nel caso in cui si voglia tenere il titolo a lungo (investimento a lungo termine) magari nel caso di aziende che distribuiscono lauti dividendi con costanza. In gergo borsistico, si parla di titoli da cassettista.

Per approfittare dei movimenti di breve periodo con il trading online, però, si usano gli strumenti derivati. Parlare di derivati può spaventare qualcuno visto che i mass media hanno associato a questa parola un significato molto negativo ma in realtà non c’è nessun pericolo a lavorare con i derivati, anzi.

Un derivato è uno strumento finanziario il cui valore dipende da un altro, detto sottostante. Ad esempio, possiamo pensare ad un derivato come uno strumento finanziario il cui valore dipende dalla quotazione di un titolo azionario sulla Borsa di Milano.

Continuando all’esempio della Borsa, i derivati non danno diritto alla partecipazione alle assemblee societarie e non consentono di incassare direttamente i dividendi. Tuttavia consentono di guadagnare sia quando il titolo sale sia quando scende, l’importante è prevedere con correttezza quello che sarà il trend del mercato. Sono perfetti per operare sul breve periodo mentre sono scomodi (e sconsigliati) per operazioni di lungo periodo. Derivati sulle lunghe scadenze possono essere utili per ricoprirsi (hedging) nel caso di un business reale ma trattare questo caso ci farebbe andare parecchio fuori tema, visto che la nostra guida è dedicata al trading online da casa.

Possiamo riassumere il confronto tra le due tipologie di trading con questa tabella:

Azione Derivato
Adatto al lungo periodo Adatto al breve periodo
Distribuisce dividendi Non distribuisce dividendi
Assemblee sì Assemblee no
Profitto quando il prezzo sale Sempre, se si prevede correttamente

Il confronto tra le due tipologie ci fa capire che per operare con scadenze brevi e guadagni elevati ci conviene adoperare strumenti derivati. Nel nostro esempio specifico, abbiamo considerato la Borsa, ma la cosa è ancora più evidente se consideriamo le materie prime. Nessuno tra coloro che specula sul petrolio, ad esempio, ha una raffineria dove raccoglie il petrolio che compra sui mercati, questo è ovvio. Si scambiano derivati e poi si provvede al trasferimento solo tra i soggetti che si occupano realmente della raffinazione o distribuzione del petrolio.

Come si fa il trading on line?

Visto che siamo focalizzati sempre sul breve termine, su TradingOnline.me ci focalizziamo esclusivamente sugli strumenti derivati e, in particolare, sulle due tipologie di strumenti derivati migliori in assoluto e cioè i CFD e le opzioni binarie.

IL CFD è uno strumento molto flessibile e che lascia ampio margine all’utente. La migliore piattaforma per CFD in questo momento sul mercato è Plus500.Plus500 è autorizzato e regolamentato dalla severissima Financial Conduct Authority britannica e garantisce standard di sicurezza e affidabilità senza eguali.

Plus500

Per aprire subito un conto con Plus500 clicca qui.

In questo caso il prezzo dello strumento replica in maniera esatta il prezzo del titolo sottostante. Fare trading online da casa con i CFD è quindi consigliato per coloro che hanno esperienza, visto che è necessario non solo individuare qual è il trend di mercato, ma anche capire qual è il punto migliore per entrare e uscire dal mercato stesso.

Questa difficoltà, invece, non c’è se si decide di fare trading con le opzioni binarie. In questo caso, infatti, esistono solo due risultati possibili: successo o fallimento, a seconda che la previsione sull’andamento del prezzo sia corretta o meno. Il miglior broker di opzioni binarie attualmente sul mercato è IqOption, la cui interfaccia è veramente intuitiva. Inoltre è l’unico broker che permette di cominciare a operare con soldi veri con solo 10 euro di deposito.

Per aprire subito un conto con IqOption clicca qui. Ricordati che il trading online può comportare dei rischi.

Per capire come si opera nei due casi, torniamo all’esempio della Borsa e prendiamo in considerazione il titolo FIAT.

Se decidiamo di operare con i CFD, abbiamo uno strumento che replica il titolo dell’azione e quindi per prendere il massimo profitto dobbiamo essere bravi a capire quando entrare e quando uscire dal mercato. Dobbiamo impostare un trading system (non importa se a livello concettuale o utilizzando strumenti messi a disposizione dal broker) per decidere quando chiudere la posizione perché abbiamo raggiunto un livello soddisfacente di profitto (take profit) o perché abbiamo incassato delle perdite (stop loss).

L’impostazione corretta di questi livelli è fondamentale, esattamente come la previsione del trend. Se lo stop loss è troppo stringente, infatti, rischiamo di chiudere una posizione potenzialmente ottima per troppa paura, rinunciando ai profitti. Se invece è troppo largo, rischiamo di subire troppe perdite.

Se invece speculiamo sulle azioni FIAT con le opzioni binarie dobbiamo solo indicare qual è il trend del prezzo, se sale o scende, entro la scadenza dell’opzione. Se la previsione è corretta, alla scadenza incassiamo il rendimento (spesso pari o superiore all’85% del capitale investito in caso di operazione che si chiude in the money) se non è corretto dobbiamo invece accettare una perdita.

Iniziare come trader

Chi vuole iniziare come trader, quindi, deve per prima cosa decidere che tipologia di strumenti utilizzare. Per la primissima esperienza consigliamo sempre le opzioni binarie ma è una scelta che dipende, evidentemente, anche dalla particolare sensibilità del trader e dai suoi gusti personali. Una volta fatta la scelta del paradigma, bisogna scegliere il broker. Abbiamo aperto questa pagina con una classifica dei migliori broker italiani, sia per quanto riguarda le opzioni binarie che i CFD. Scegliere un broker in classifica significa garantirsi le migliori condizioni economiche e soprattutto affidabilità e onestà. Tutti i broker che abbiamo scelto, infatti, sono stati rigorosamente autorizzati e regolamenti, nel pieno rispetto della normativa europea (direttiva MIFID).

Fare trading online: principi di base

Una buona guida al trading online non può prescindere dall’analisi dei rischi: i profitti possono essere elevati ma ci sono anche dei rischi, alcuni eliminabili altri no. In generale possiamo distinguere rischi di tre tipi:

  • Rischi legati al broker
  • Rischi legati al trader
  • Rischi legati al mercato

I rischi legati al broker sono quelli connessi alla piattaforma che si sceglie per speculare sui mercati. Può succedere, giusto per fare un esempio, che la piattaforma sia poco sicura o poco onesta, o che sia tecnicamente inappropriata. E’ evidente che questo tipo di rischio si controlla senza problemi, è sufficiente scegliere broker di alta qualità, ad esempio quelli che abbiamo inserito nella nostra classifica. In generale, possiamo fidarci (e quindi azzerare questo tipo di rischio) scegliendo broker che siano stati autorizzati e regolamenti da una qualunque autorità che abbia sede all’interno dell’Unione Europea e che quindi rispettano la direttiva MIFID che ha proprio l’obiettivo di proteggere il trader e di garantirgli sempre la massima trasparenza e la massima protezione del denaro depositato sul conto.

I rischi legati al trader sono quelli connessi con la psicologia di chi opera sui mercati. Troppo spesso, infatti, si pone l’attenzione sulle strategie di trading e invece si dimentica che il primo fattore di successo, insieme al broker, è proprio la psicologia. Testa e cuore, ecco che cosa fa la differenza. Un trader deve credere fino in fondo in quello che fa, se lascia perdere alla prima difficoltà evidentemente non otterrà nessun risultato positivo. Coraggio, determinazione, capacità di andare sempre e comunque fino in fondo sono le virtù irrinunciabili per coloro che hanno voglia di guadagnare speculando sui mercati finanziari.

La forza di volontà aiuta a resistere ai problemi ma anche a studiare: non si finisce mai di imparare a proposito dei mercati, chi smette di studiare è perduto.

Non bisogna poi sottovalutare, per tutti coloro che fanno trading online da casa, il problema delle distrazioni: se non si è soli in casa, può succedere che la concentrazione sia disturbata dai famigliari e la concentrazione è veramente importante.

I rischi legati al broker e quelli legati al trader sono assolutamente evitabili, quelli legati al mercato no: i profitti ci sono proprio perché c’è il rischio, per assurdo se non ci fosse rischio non ci sarebbe nemmeno rendimento. Il profitto non è altro che la remunerazione del rischio operativo. Chi non sa cos’è il trading online non comprende nemmeno questo importante concetto e quindi finisce per perdere davvero dei soldi.

Questo non significa che il rischio di trading va accettato e basta, anzi. Non può essere annullato ma il rischio deve essere sempre controllato e calcolato. Per ridurre il rischio, oltre ad utilizzare strategie adeguate, è importante anche fare money management, cioè evitare di concentrare eccessivamente il proprio capitale e portare avanti una politica di diversificazione.

Dove fare trading online

Per fare trading online bisogna aprire un conto su un intermediario, detto broker. Il broker può fungere, appunto, da semplice intermediario e quindi limitarsi a raccogliere gli ordini e poi passarli ad un’altra entità per l’esecuzione sui mercati.

Nel caso di strumenti come CFD e opzioni binarie, di solito il broker funge anche da market maker, cioè è la controparte con cui si stipulano i contratti derivati. Di solito i broker di qualità si ricoprono sui mercati in modo da non entrare in conflitto di interesse con i loro clienti. Tuttavia non tutti i broker seguono questa politica e abbiamo posto la massima attenzione, quando abbiamo fatto la selezione per scrivere questa guida al trading, nello scegliere solo broker che adottano politiche di questo tipo.

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

E’ opportuno affidarsi solo a broker affidabili e sicuri, questo lo abbiamo rimarcato più volte, ma bisogna tenere in considerazione anche l’aspetto economico. Un buon broker deve essere conveniente. Che cosa significa? Prima cosa sia i broker di opzioni binarie che i broker CFD sono gratis: se si sceglie bene fare trading online è gratis e non ha senso pagare commissioni o sopportare costi fissi.

Fatta questa premessa comune, dobbiamo distinguere i 2 casi.

  1. Nel caso delle opzioni binarie, il trader riceve un rendimento che varia da broker a broker. Il trader deve scegliere dove fare trader anche in rapporto al rendimento pagato dai broker (ma non solo).
  2. Nel caso dei CFD esiste una piccola differenza tra il prezzo a cui è possibile vendere e quello a cui è possibile comprare lo strumento: questa differenza si chiama spread.

Semplificando, più è basso lo spread e più è conveniente. Quindi scegliere un broker CFD significa fare attenzione allo spread che deve essere basso.

Ma il discorso della convenienza economica non è ancora concluso. Alcuni broker (come AvaTrade) offrono bonus omaggio, cioè somme di denaro (grandi o piccole) che vengono aggiunte ai conti dei clienti e che possono essere investite sui mercati. Esistono diverse tipologie di bonus, alcuni sono legati alla semplice iscrizione (senza deposito), altri sono proporzionali al deposito effettuato. Nel caso di AvaTrade, ad esempio, il bonus può arrivare fino a 10.000 euro.

In ogni caso è conveniente, qualora possibile, operare sui mercati con i bonus in modo da incrementare il capitale a disposizione e, soprattutto, rafforzare la fiducia in se stessi. Operare con rischi ridotti con il bonus ha di solito un effetto psicologico positivo e consente profitti più elevati. In questo momento, l’unico broker regolamentato che offre bonus è AvaTrade.

Per tutte queste ragione, prima di iniziare potrebbe essere necessario leggere le recensioni dei migliori broker, in modo da individuarne le principali caratteristiche.

Trading online: opinioni

Ci sono molti blog e forum dedicati al trading online, è un argomento molto sentito dagli italiani. Di opinioni se ne possono leggere davvero tante ma attenzione, tenete sempre presente che cos’è il trading online. Mai pensare che sia un gioco, anche se ci sono piattaforme molto intuitive. Se pensate che sia un gioco, meglio che non facciate trading, sceglietevi un gioco vero e buon divertimento. Non dovete mai nemmeno pensare che sia una bufala o una fregatura. Tuttavia ci sono broker che sono vere e proprie fregature, ecco perché abbiamo spiegato molto chiaramente dove conviene operare (i broker che sono nella nostra classifica) e dove invece non conviene.

Se volete evitare ogni tipo di truffa e fregatura, scegliete broker come IqOption (clicca qui), onesto e affidabile. E poi potete cominciare solo con 10 euro. Qui trovate anche la nostra recensione di IqOption. Il trading online, comunque, comporta dei rischi.

Quando leggete le opinioni, poi, dovete stare attenti anche a chi scrive. Facciamo un esempio concreto. Se un sito vende corsi online per imparare la tipologia di trading A (che viene esaltata come vera e soprattutto unica fonte di guadagno possibile) e si denigra la tipologia B (che viene considerata una truffa legalizzata) probabilmente c’è sotto un conflitto di interesse e quindi le opinioni espresse vanno ignorate. Se invece su un blog si confrontano le tipologie A e B, mettendone in evidenza pregi e difetti, allora possiamo fidarci delle opinioni.

Le opinioni che vengono espresse sui forum di finanza o nei gruppi Facebook sono spesse influenzate anche dall’aspetto emotivo del momento. Per capirci, un trader che abbia appena guadagnato un sacco di soldi potrebbe andare su Facebook e scrivere che si tratta di una vera e propria miniera d’oro, un altro che ha appena perso potrebbe scrivere che è una truffa. Sappiamo bene che nessuna delle 2 opinioni è corretta, entrambe vanno ignorate.

E per quanto riguarda le opinioni sui broker che troviamo sui forum? Se sono espresse con modalità da tifo calcistico (quindi apprezzamento o rifiuto immotivato e incondizionato) vanno semplicemente ignorate, sono inutili. Se invece sono espresse sotto forma di recensione, in modo razionale e con argomentazioni, le possiamo prendere in considerazione, sempre tenuto conto che nessuno è infallibile e che quindi spetta a noi ragionare con la nostra testa per farci un’opinione personale.

Trading online demo

Plus500
Prima di cominciare a operare con soldi veri, rischiando quindi il proprio denaro, è possibile effettuare una simulazione, utilizzando le piattaforme demo. In questo caso l’operatività sui mercati è solo simulata, non si opera con soldi veri ma virtuali. Le perdite (ma anche i profitti) non sono reali e si può sperimentare il trading online in maniera assolutamente risk free.

La migliore piattaforma demo in assoluto è offerta da Plus500: clicca qui per iscriverti e ottenere subito la tua demo.

Ma fino a che punto questa simulazione è realistica? Intendiamoci, non vogliamo mettere in dubbio la possibilità di provare un broker utilizzando una demo. Il problema di fondo è che operare in modalità demo simula solo l’aspetto tecnico del trading online (che è importante) ma non quello emozionale (che è fondamentale).

Il trading online è pesantemente condizionato da emozioni primordiali, come la paura di perdere il proprio denaro e il desiderio di guadagnarne sempre di più, ecco perché il vero trader è colui che sa dominare le proprie emozioni. Imparare a fare trading non significa solo apprendere complesse strategie di analisi tecnica o fondamentale, significa anche acquisire il controllo assoluto delle proprie emozioni.

E’ possibile raggiungere questo obiettivo con le piattaforme demo? No, purtroppo, è ovvio, perché il trading simulato non comporta alcun tipo di emozione. Ecco perché conviene sempre passare, prima possibile, alla piattaforma reale. E’ bene cominciare in maniera graduale, ad esempio con un deposito iniziale relativamente basso, ma se si vuole fare sul serio non conviene perdere troppo tempo con le demo.

Notifiche di trading

Molti trader, soprattutto tra i principianti, cercano notifiche per fare trading online. Che cosa sono? Sono indicazioni, precise e circostanziate, su situazioni di mercato particolarmente favorevoli. Il funzionamento delle notifiche è semplice: c’è un fornitore che invia, tramite email o con qualunque altro sistema di comunicazione, un messaggio al trader.

Questo messaggio contiene la descrizione di una situazione di marcato particolarmente interessante. La notifica può essere buona oppure no e a priori non è possibile sapere se l’operazione si chiuderà in profitto oppure in perdita.

E’ il trader che decide se fare l’operazione sui mercati oppure ignorarlo. Alla fine la responsabilità è sempre del trader: è lui che seleziona il servizio di notifiche di trading e soprattutto è lui che decide se eseguire un’operazione oppure no.

Segnali trading gratis

Esistono moltissimi fornitori di notifiche: alcuni sono a pagamento, altri sono completamente gratis. Di solito i trader preferiscono affidarsi a servizi gratuiti ma ci sono anche servizi a pagamento che vale la pena acquistare per la grande qualità delle notifiche offerte.

Qual è il miglior servizio di notifiche attualmente disponibile? Dall’analisi dello storico delle notifiche inviate in passato risulta che il miglior servizio di notifiche di trading è quello offerto dal broker 24option.

Il servizio di 24option è assolutamente gratuito ed aperto a tutti coloro che hanno un conto di trading su 24ption. Basta iscriversi al broker (è possibile farlo cliccando qui) per avere diritto a ricevere le notifiche in tempo reale gratis.

Segnali di trading affidabili

Le notifiche di 24option sono affidabili. Questo non significa che nel 100% dei casi si ottiene un profitto (è matematicamente impossibile perché i mercati finanziari sono imprevedibili) ma significa che nel passato hanno descritto in maniera corretta la situazione del mercato.

Come facciamo a dire che le notifiche offerte da 24option sono affidabili? Semplice, basta analizzare lo storico e confrontarlo con l’andamento effettivo dei mercati. Se nel passato hanno fatto bene, è molto probabile che continueranno a far bene anche nel futuro.

Come si fa a ricevere le notifiche gratis di 24option? E’ semplice, basta iscriversi al broker cliccando qui e richiedere poi al proprio account manager personale di attivare il servizio. Appena iscritti, infatti, si riceverà una chiamata dall’assistenza di 24option. Questa chiamata è molto importante perché è il momento in cui si possono richiedere i segnali.

Per approfondire il servizio di segnali di 24option, clicca qui.

Corsi trading online

Come si fa a imparare il trading online? Il modo migliore è l’esperienza, su questo non ci sono dubbi. Tuttavia può essere sempre utile studiare nuove strategie o nuovi paradigmi, ad esempio basandosi su risorse free (dai blog ai video fino ai portali specializzati) che si possono trovare su internet.

Fino a qualche tempo fa andavano anche molto di moda dei corsi online a pagamento. In effetti non ci hanno mai visti molto entusiasti. Primo, perché da sempre le risorse sul trading online disponibili gratuitamente su internet sono di primaria qualità. E secondo perché è difficile imparare un’attività complessa in poche ore. E poi questi corsi erano (e sono, anche se adesso sono molto meno frequentati) molto costosi, potevano arrivare a costare anche più di 1.000 euro.

In ogni caso, sia che si studi con corsi gratis sia che ci si rivolga a risorse a pagamento, bisogna sempre applicare prima possibile, facendo trading reale, quello che si studia.

Abbiamo già detto che una parte fondamentale del trading è emozionale e e le emozioni possiamo viverle solo se operiamo con soldi veri.

Prima di concludere ricordiamo che tutti i migliori broker mettono a disposizione, in maniera gratuita, guide complete al trading online. Un motivo in più (se ancora ce ne fosse bisogno) per scegliere bene la piattaforma di trading online: clicca qui e scopri la classifica delle migliori piattaforme di trading online.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice