Money management, le regole per la gestione del capitale

money management
novembre 4, 2016
|
Comments off
|

L’investitore per monetizzare ogni singolo trade deve attenersi a scrupolose regole. In ogni azione quotidiana ci sono delle regole base che devono essere rispettate. Se non lo si fa si incorre in rischi e nel caso dei traders in perdite economiche.

Chi opera con le opzioni binarie, deve avere un trading system efficace nei risultati. Non basta solo conoscere quando acquistare o vendere, ma serve sapere come investire e gestire il capitale (gestione del rischio) in ogni singola operazione. Il money management si occupa delle regole utili a conseguire maggiori profitti e a ridurre la percentuale di trade chiusi in passivo.

Il money management: la gestione del capitale

La gestione dei propri capitali è una un’attività fondamentale anche e soprattutto nel trading in opzioni binarie. Il money management prospetta all’investitore delle regole funzionali alla gestione del patrimonio. Il money management non è il risk management. Il secondo si focalizza sul rischio del trade, come gestire lo stop e come seguire l’evoluzione dell’operazione. Lo scopo è evitare perdite ingenti.

Le tecniche del money management guardano alla promozione degli investimenti atte ad ampliare il proprio portfolio minimizzando la possibilità di registrare la perdita del capitale.

Tra le attività di money managament annoveriamo: la formazione del portafoglio; la diversificazione (le somme investibili e da puntare nel mercato); l’impostazione di stop loss; la relazione tra rischio e rendimento di ogni trade.

Ogni azione si può concentrare in 3 ambiti
: il processo di analisi (cosa comprare); il timing (il momento in cui acquistare); il money management (quanto investire).

Le opzioni binarie sono strumenti finanziari da alcuni considerate di facile uso ma che (noi ribadiamo) hanno pur sempre un alto rischio di perdita. Un valido utilizzo del money management comporta fissare un budget di spesa insieme ad un’analisi degli introiti. Nel trading la gestione del rischio è determinante al pari della stessa strategia.

Diventare trader non è affatto semplice. Si individua il broker di opzioni binarie più affidabile. Si apre un conto. Si testano le strategie sfruttando anche agli account demo. Ma tutto ciò non si traduce in guadagni. Se non si usa bene il money management e non si valuta il rischio non si possono generare profitti. Per diversi traders il money management rappresenta un’azione fondamentale nell’attività di trading.

Migliori broker di opzioni binarie

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia

Tabella riassuntiva delle caratteristiche dei migliori broker di opzioni binarie.

Money management: le aspettative

Le aspettative indicano la media di soldi che il trader preventiva di guadagnare o di perdere. L’aspettativa si può calcolare secondo questa formula: (A*B)-(C*D) dove A sta per probabilità di successo nel Trading. B rappresenta la media delle vincite. C equivale alla possibilità di insuccesso nel Trading. D corrisponde alla media delle perdite. Opportuni accorgimenti aiutano i traders a preservare il capitale riparandolo dai rischi di perdita facendone aumentare il profitto.

Gestire in maniera corretta il proprio capitale

La corretta gestione del proprio capitale prevede la possibilità di minimizzare le perdite, di massimizzare i profitti; investire solo quanto possiamo perdere; investire in rapporto al capitale disponibile.

Per minimizzare le perdite e massimizzare i profitti, bisogna avere definito una strategia e non andare ad investire investire a caso. Si deve avere un trading system chiaro. In altre parole un piano d’azione. In fase di acquisto di un’opzione bisogna seguire la strategia pianificata in precedenza con l’aiuto di softwares, grafici, indicatori forniti dai broker. Le perdite fanno parte del trading. Si può puntare però a minimizzarle il più possibile solo quando si investe con criterio. Lo scopo è massimizzare i profitti e ridurre al minimo le perdite.

Le somme da destinare al trading

Prima di tutto va chiarito un concetto base. Bisogna investire solo i risparmi. Soldi in più. Va individuata la somma che potenzialmente si può rischiare di perdere senza mettere in difficoltà il bilancio personale e familiare. Questo tema non è affatto di poco conto. Una società senza regole e consumistica all’estremo ha lasciato passare il messaggio che si può investire oltre le proprie possibilità. Così si compra la casa e l’auto più grande. L’elettrodomestico di ultima generazione. Senza porsi la domanda: posso permettermelo? Investire significa prima di tutto ragionare. Questo vale anche per il trading. Se si fanno investimenti sostenibili si hanno maggiori possibilità di guadagnare. Non si avranno grandi profitti in una singola operazione ma tanti trade chiusi con profitto sommati insieme nel tempo faranno guadagnare.

Il drawdown è la quantità di denaro che si può rischiare di perdere nella attività di trading, in percentuale al capitale che si può investire. Il drawdown è la differenza tra un picco ed una valle di un’equity line. Il drawdown non può colpire tutto il capitale. Va letto come una serie negativa e consecutiva di trade perdenti.

La gestione del capitale

Bisogna calcolare quanto investire in una singola operazione. Tenere presente il rapporto ottimale tra capitale posseduto e singolo investimento. In questo ambito si parla di Legge di Gresham o Legge della rovina statistica. Indica la performance necessaria che deve tenere il trader per recuperare una specifica percentuale di perdita. La percentuale di recupero cresce in modo esponenziale all’aumentare delle perdite. Una volta perduto il capitale iniziale è difficile recuperarlo. Molti traders consigliano di non superare il 2% del proprio capitale (attenzione la regola da tenere sempre presente è: mai investire piu di quanto sei disposto a perdere) per ogni singolo trade. Si tratta di un money management opzioni binarie di tipo conservativo.

Calcolo del money management

Come calcolare il money management? La formula è la seguente: C/100 * T = S dove C sta per Capitale posseduto; T equivaler alla propensione al rischio; S è la somma che si può investire sulla singola operazione.

Se supponiamo che la perdita massima per singolo trade che possiamo sostenere sia pari all’1% del capitale, le variabili su cui si può lavorare sono: il capitale da investire per singolo trade; la perdita massima per singolo trade.

Money management: linee guida

Ogni strategia di money management prevede una pianificazione su una serie di regole. Lo scopo basilare non è guadagnare ma salvaguardare il capitale. Difendere il proprio capitale è il presupposto per iniziare a guadagnare. Bisogna operare sulla scorsa di un piano d’azione già definito. Bisogna prendere le decisioni a mercati chiusi. Utilizzare stop loss protettivo impostandolo in momenti in cui si esegue un ordine. Si devono ottimizzare le perdite e fare correre i profitti. Si devono diversificare gli asset; incrementare l’esposizione su un titolo; utilizzare un rapporto di rischio rendimento in base alle proprie possibilità; non farsi influenzare dai media finanziari. Diversificare i trade; non rischiare più del 2% del capitale destinato al trading; testate sempre le vostre strategie con i conti demo; utilizzate il capitale reale solo quando si è diventati esperti.

Per avere successo nel lungo periodo bisogna entrare nel mondo del trading in modo graduale non sulla base di un trading emotivo che alla lunga porta a perdite. Servono concretezza, ragionamento, disciplina, organizzazione e pianificazione delle strategie per conseguire profitti. E non dobbiamo dimenticare, poi, l’elemento più importante di tutti: la scelta della piattaforma di trading. Solo operando con piattaforme di trading sicure e convenienti (e con lo studio) si possono ottenere profitti con il trading

Migliori piattaforme di trading

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

La tabella qui sopra riassume le principali caratteristiche delle migliori piattaforme per fare trading online.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice