Comprare Azioni Generali: Consigli Strategici e Broker

Giugno 17, 2019
|
Comments off
|

Cosa bisogna fare per comprare azioni Generali? Questi titoli sono sicuri? Le domande in merito non mancano! Dopotutto al centro dell’attenzione c’è una società italiana la cui storia è iniziata nel lontano 1832! Se anche tu sei tra gli utenti che vogliono scoprire come investire sulle azioni di questo gruppo assicurativo, la guida che abbiamo preparato fa al caso tuo.

Contiene infatti informazioni pratiche per investire in maniera sicura e anche se si parte da zero. Leggendola, potrai trovare anche dritte su broker come eToro e 24Option, due tra le tante piattaforme che consentono di fare trading di azioni in maniera legale e immediata.

Per rendere più agevole la tua lettura dell’articolo, abbiamo inserito un indice. Consultandolo, avrai la possibilità di scegliere e approfondire gli argomenti che ritieni siano più interessanti.

comprare azioni generali

Informazioni sul Gruppo Generali

Anche nel caso della scelta di comprare azioni Generali, prima di iniziare concretamente è necessario informarsi sull’azienda. Come già detto, il gruppo Generali è stato fondato nel 1832. Con sede legale a Trieste, rappresenta un punto di riferimento di leadership per quanto riguarda i servizi assicurativi in Italia.

La sua posizione è primaria anche a livello mondiale. Gruppo Generali è infatti la terza compagnia assicurativa al mondo dopo colossi come AXA e Allianz. Tornando un attimo alla sua storia, si ricorda che il primo nome di quello che oggi è il colosso principale del mondo assicurativo in Italia è stato Imperial Regia Privilegiata Compagnia di Assicurazioni Generali Austro-Italiche.

L’obiettivo iniziale della società era quello di fornire un valido supporto alle attività commerciali in due città strategiche per il Nord Italia, ossia Venezia e Trieste. Chiara spia di questa intenzione erano anche i simboli legati alle attività, ossia l’aquila asburgica e il Leone di San Marco.

Cenni storici della Società

Per i primi cento anni della sua storia, quello che oggi è il Gruppo Generali è cresciuto tantissimo anche grazie al contributo di azionisti di origine ebraica. In merito alle tappe importanti della storia dell’azienda, è il caso di citare anche il 1988. Durante l’anno indicati, il Gruppo Generali ha infatti acquistato la società francese Compagnie du Midi, facendo agli effetti il suo primo passo nel mercato assicurativo francese.

Successivamente, in concomitanza con la crisi del 2008, arriva per Generali un periodo caratterizzato da performance a dir poco positive. Esemplare a tal proposito è la quotazione delle azioni, pari a 15 euro a titolo. Continuando con le tappe fondamentali della storia di Generali, citiamo il 2013, anno in cui è nato ufficialmente il gruppo Generali Itali S.p.A. Questo nuovo nome del mondo assicurativo è frutto dell’inclusione del ramo assicurativo di Gruppo Generali in INA Assitalia.

Detto questo, iniziamo a parlare di un aspetto fondamentale per comprare azioni Generali con consapevolezza. Di cosa stiamo parlando? Dei principali concorrenti di questo colosso assicurativo.

I principali concorrenti di Generali

Assicurazioni Generali S.p.A. è uno dei player più agguerriti del mondo assicurativo. Tra i suoi concorrenti è possibile includere innanzitutto Allianz. Degna di un cenno è anche Intesa Sanpaolo. Nominiamo il gruppo bancario in quanto, nel 2017, ha annunciato un progetto di partnership con Generali, avente lo scopo preciso di ottimizzare la gestione degli attivi.

Azioni Generali: cosa sapere sulle quotazioni

Le azioni del Gruppo Generali sono quotate sul NYSE Arca nei Paesi Bassi. Ricordiamo inoltre che contribuiscono al calcolo del paniere azionario FTSE MIB.

Per dare qualche numero in merito alle performance della società, ricordiamo che, nel 2017, il colosso assicurativo ha chiuso l’anno con una capitalizzazione borsistica superiore ai 22.700 milioni di euro. I titoli in circolazione di questa società superano il miliardo di unità. Essenziale è ricordare anche la quotazione sul Mercato Telematico Azionario della Borsa Italiana.

Andamento delle azioni

Fondamentale è fare un cenno anche all’andamento delle azioni in questione. Nel biennio compreso tra il 2007 e il 2009, il valore del titolo è stato caratterizzato da una perdita di 20 dollari. Questa perdita di quota è da imputare alla crisi del 2008. Negli anni successivi, le azioni di Generali sono state interessate da movimenti sia al rialzo, sia al ribasso.

La cosa non deve soprendere. La volatilità rappresenta infatti un fattore costitutivo delle azioni. Per questo motivo, comprarle nel vero senso della parola non è l’alternativa giusta. Acquistare pacchetti di azioni è legale, su questo nessuno ha dubbi. Per via della già citata volatilità, non rappresenta però un’alternativa vantaggiosa. In caso di perdita di quota, è infatti facile avere a che fare con problemi economici anche seri. Per evitare tale situazioni, si può fare riferimento a un’alternativa di cui stiamo per parlare.

Come comprare azioni Generali in maniera sicura

Per tenere sotto controllo gli effetti della volatilità dei titoli azionari, è possibile fare riferimento ai CFD (Contracts for Difference). Questo strumenti derivati permettono di replicare l’andamento dell’asset di proprio interesse, sia esso un’azione o una criptovaluta. In questo modo, è possibile guadagnare anche senza acquistare, speculando sulle variazioni di valore dell’asset.

Se si ipotizza un aumento, bisogna aprire la posizione long (acquisto). In caso contrario, invece, bisogna considerare la posizione short (vendita allo scoperto). Quest’ultima alternativa è altamente speculativa, in quanto permette di operare senza bisogno di possedere concretamente l’azione.

I vantaggi dei contratti CFD

Da queste righe è chiaro che, grazie ai CFD, è possibile guadagnare anche se l’azione perde quota. Non c’è quindi problema ad affrontare eventuali cali di prezzo. Quello che conta, infatti, è azzeccare l’andamento. A questo punto, è naturale chiedersi quali siano le piattaforme utili a operare.

Si tratta di broker legali, ossia siti che fungono da intermediari tra gli utenti i mercati finanziari. Qui sotto, puoi trovare un elenco dei principali broker di azioni legali presenti online.

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: 24option
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi di trading gratis
    • Indicatori e segnali gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply

Tra questi, abbiamo deciso di descrivere eToro e 24Option. Per scoprire le loro peculiarità e per capire come mai vale la pena sceglierli per comprare azioni Generali, seguici nei prossimi paragrafi.

eToro: perché sceglierlo per comprare azioni Generali

Quando si tratta di comprare azioni Generali, eToro (clicca qui per visitare il sito) rappresenta un’ottima alternativa. Il motivo principale riguarda la possibilità di copiare quanto è già stato fatto da altri investitori di successo, conosciuti come guru.

Questi ultimi, esattamente come gli altri utenti del broker, condividono le proprie strategie tramite bacheche gratuite, che funzionano esattamente come quelle di Facebook. Non a caso, eToro è spesso definito come il social network del trading online.

comprare azioni generali

Il meccanismo appena descritto è il Copy Trading. Brevettato a livello internazionale, rappresenta un punto di riferimento per chi inizia da zero a fare trading, non solo con le azioni ma anche con altri asset, come per esempio le criptovalute. Per mettersi alla prova nella gestione di questo aspetto, si può utilizzare il conto demo.

Il Conto demo per esercitarsi

La sua caratteristica riguarda la possibililità di operare con denaro virtuale in un ambiente in tutto e per tutto uguale a quello del conto con denaro reale. Non si rischia nulla e, per un tempo illimitato, è possibile esercitarsi e impratichirsi sia con le caratteristiche dell’asset, sia con quelle della piattaforma.

Grazie al conto demo, è possibile accedere anche alle schede dei singoli investitori, con informazioni in merito alle loro tecniche di investimento. Gli investitori in questione possono essere trovati grazie a un motore di ricerca interno di ottima qualità, che consente di selezionarli sulla base di numerosi criteri, a cominciare dall’asset.

Tra gli altri, è possibile includere anche il Paese di provenienza, ma anche aspetti come il profilo di rischio e soprattutto il numero di copiatori.

Suggerimenti utili per un buon Copy Trading

Quando ci si approccia a eToro (clicca qui per iscriverti), è necessario ricordare che non si tratta di una macchina da soldi. Per avere successo con questo broker, è consigliabile iniziare differenziando. Ciò significa innanzitutto seguire almeno 6 o 7 guru, evitando di attaccarsi alla strategia del singolo trader. Anche se è bravo, un comportamento del genere è molto rischioso. Non dimentichiamo infatti che abbiamo sempre a che fare con esseri umani.

Un altro aspetto essenziale riguarda il fatto di monitorare le performance dei guru seguiti. Nel corso del tempo i loro “numeri” possono infatti cambiare. Per questo motivo, è necessario tenere tutto sotto controllo e, in caso, farsi trovare pronti a eliminare dal proprio orizzonte investitori che non hanno più successo.

Come già ricordato, per esercitarsi è ottimo il conto demo. Dopo qualche ora di esercizio, è però opportuno passare al conto con denaro reale. Per attivarlo, è necessario effettuare un deposito minimo di 200 euro. A questo punto, si potrà iniziare a investire sulle azioni Generali tramite il Copy Trading.

Clicca qui per iscriverti e per iniziare subito a copiare i trader migliori del mondo

Ricordiamo infine che gli utenti che lo scelgono possono investire anche tramite l’app e utilizzando la piattaforma in diverse lingue.

Perché investire sulle azioni Generali con 24Option

Un’altra ottima alternativa per comprare azioni Generali è il broker come 24Option (clicca qui per accedere al sito). Anche in questo caso, stiamo parlando di un broker legale e gratuito (non prevede l’applicazione di commissioni). Dotato di autorizzazione a operare da parte della CONSOB e di licenza CySEC, è autorizzato e ideale per chi vuole investire consapevole di essere tutelato dalle truffe.

comrpare azioni generali

Si tratta di una piattaforma apprezzata dai trader di tutto il mondo. Per rendersene conto, basta pensare che fa parte degli sponsor della Juventus F.C.

I Segnali di Trading

La sua peculiarità più importante è la presenza dei segnali di trading. Cosa sono di preciso? Consigli su come muoversi sul mercato. I segnali di trading, messi a disposizione dalla società Trading Central, sono il frutto dell’elaborazione dei mercati da parte di investitori di fama internazionale. Alla luce di questo aspetto, i segnali, forniti sia via mail sia via SMS, sono considerati un servizio d’eccellenza unico nel suo genere.

Molti portali li mettono a disposizione a pagamento, sia tramite abbonamento, sia a seguito di un versamento una tantum. Il bello di 24Option riguarda il fatto che questo broker permette di utilizzarli gratuitamente ai suoi utenti. Per provarli, è necessario effettuare un deposito di almeno 250 euro.

Fondamentale è ricordare che questa cifra non è un pagamento. Il deposito è infatti una somma di proprietà dell’utente, che può scegliere come gestire il tutto sui mercati.

Clicca qui per provare gratis i segnali di trading

L’Ebook gratuito da scaricare

Per gestire al meglio i segnali di trading e altri aspetti relativi al trading con le azioni Generali, si può fare riferimento anche all’ebook gratuito di 24Option (clicca qui per scaricarlo). Si tratta di una risorsa di grande rilevanza. Prima di tutto, è semplice. A differenza di molti corsi di trading online disponibili sul web, si focalizza sui trucchi pratici, mettendo in secondo piano quelli teorici che sono sì utili ma fino a un certo punto.

Come già ricordato, si tratta di una risorsa gratuita. Anche in questo caso parliamo di una differenza notevole rispetto a molti prodotti presenti online, che chiedono migliaia di euro senza insegnare nulla. Ricordiamo inoltre che questa guida può essere scaricata anche da chi non è utente del broker. Per farlo, basta cliccare qui.

Conclusioni

Il Gruppo Generali è un player di spicco di un settore caratterizzato da una forte concorrenza e, soprattutto, da un alto livello di volatilità. Per questo motivo, si consiglia di non procedere all’acquisto effettivo. Fortunatamente con i CFD è possibile evitare tale opzione e, senza comprare nulla, guadagnare ache quando l’azione perde valore.

Per farlo, è però necessario fare riferimento a broker di qualità, piattaforme legali come eToro e 24Option.  Grazie ad esse, è possibile iniziare a investire concretamente in azioni Generali anche se non si hanno conoscenze tecniche.

Da ricordare al proposito sono risorse come il Copy Trading e i segnali di trading, che consentono di investire sulle azioni Generali basandosi su quanto è già stato fatto da investitori di successo, le cui strategie possono essere copiate. Nel secondo caso, invece, si parla di consigli di immenso valore.

Ora che sei arrivato alla conclusione della guida, ti chiediamo di condividerla con i tuoi contatti Facebook e con quelli di tutti gli altri social ai quali sei iscritto. Con un gesto estremamente semplice, consentirai ad altri utenti nella tua stessa situazione di imparare cosa si deve fare per comprare azioni Generali con sicurezza e su piattaforme legali.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento