Directa: Conviene per Fare Trading? La Guida Completa

Giugno 19, 2019
|
Comments off
|

Se sei qui, significa che vuoi maggior informazioni su Directa, uno dei broker online più interessanti. Quando lo si nomina, è innanzitutto necessario ricordare che si tratta di un punto di riferimento storico. Questa piattaforma è attiva dal 1996, indi ha iniziato a essere disponibile più di dieci anni prima rispetto a broker di ottimo livello di cui abbiamo parlato più volte sul nostro sito.

Proprio in virtù di questo aspetto, sono numerosi gli utenti che ci hanno chiesto di approfondire le sue caratteristiche. Con la guida che puoi leggere qui sotto, abbiamo cercato di rispondere alle principali domande in merito. Leggendola troverai quindi informazioni molto preziose su Directa, ma anche specifiche su eToro, altro broker di ottimo livello, particolarmente consigliato per chi vuole fare trading partendo da zero.

Prima della guida, abbiamo inserito un indice. Grazie ad esso, se vorrai, potrai scegliere e approfondire gli argomenti che ritieni più interessanti.

directa

Informazioni su Directa

Directa è un broker di trading online attivo dal 1996. Si tratta di una piattaforma pionieristica per gli investimenti online in Italia. Tra gli asset che permette di utilizzare per fare trading online, è possibile ricordare le azioni italiane (non è possibile quindi comprare azioni Facebook o Apple), gli ETF, le materie prime, le valute Forex.

Si tratta di una piattaforma sicura? Assolutamente sì! Directa è infatti un broker caratterizzato dal possesso di una regolare autorizzazione CONSOB. Questo dettaglio è fondamentale per chi vuole fare trading con sicurezza. La CONSOB ha infatti l’importantissimo compito di vigilare sulla qualità delle piattaforme di trading online e soprattutto sulla loro regolarità. Se ci si trova davanti a una piattaforma priva di autorizzazione CONSOB, il consiglio che non ci stancheremo mai di ripetere è di chiudere tutto.

Directa è perfettamente in regola da questo punto di vista, motivo per cui può essere considerato a tutti gli effetti un broker sicuro. A contribuire a far stare tranquilli gli utenti ci pensa l’innegabile livello di trasparenza che si può notare dal sito ufficiale. Il portale in questione non presenta una semplice area “Chi siamo”, ma una vera e propria miniera di informazioni.

Gli utenti possono infatti trovare tutti i dettagli relativi ai bilanci della società, così come le specifiche relative agli accordi con numerosi istituti di credito in Italia e non solo. In poche parole: il sito di Directa non lascia nulla al caso! Entrando nel dettaglio delle risorse messe a disposizione degli utenti, va ricordato che con questo broker è possibile fare trading da mobile.

Directa trading: tipologie di conti

Un altro aspetto che vale la pena approfondire quando si parla di Directa riguarda le tipologie di conti disponibili. Nello specifico si tratta di:

  • Conto diretto: in questo caso, il cliente ha la possiblità di mantenere il suo denaro direttamente sul conto del broker. Quest’ultimo, è caratterizzato dalla mancanza di costi di gestione, ma dalla presenza di una commissione una tantum di 155 euro.
  • Conto indiretto: in tale frangente, il cliente tiene i suoi fondi sul conto di una delle banche che hanno stilato accordi con il broker. Fondamentale è ricordare che, in un caso del genere, abbiamo a che fare con un vero e proprio conto corrente, contraddistinto quindi da commissioni e interessi passivi.

Risorse formative

Il broker Directa si contraddistingue anche per la possibilità di accedere a diverse risorse informative di ottima qualità. Gli utenti possono infatti partecipare a numerosi webinar e, se ne hanno la possibilità, presenziare anche a dei corsi dal vivo. Un innegabile vantaggio riguarda la presenza sul sito di un archivio aggiornato, tramite il quale è possibile accedere a tutti i webinar già effettuati.

Cosa sapere sulle commissioni

Una parentesi importante da aprire quando si parla di questo broker è quella delle commissioni di trading. Anche in questo caso, la precisione è al centro dell’attenzione: il broker Directa non lascia infatti nulla al caso, specificando tutti i dettagli relativi alle commissioni.

Gli utenti, ancora prima di iscriversi, possono quindi sapere che, in caso di trading con le valute Forex, la commissione da pagare corrisponde allo 0,003% del controvalore. Sono ovviamente presenti commissioni anche sulle operazioni con gli altri asset, che vanno sommate alla già citata commissione una tantum per l’apertura del conto diretto.

Ribadiamo ancora una volta che è tutto legale: non si tratta di costi nascosti, ma di commissioni esplicitate fin da subito. In questi casi, bisogna fare due conti e considerare per esempio il fatto che, in caso di operazione non profittevole, è impossibile rientrare dei soldi delle commissioni.

Una soluzione utile può essere quella di optare per broker che non prevedono la loro applicazione. Tra i più interessanti è possibile considerare senza eToro (clicca qui per visitare il sito). Anche in questo caso abbiamo a che fare con un broker legale, contraddistinto dal possesso di autorizzazione CONSOB e di licenza CySEC.

Il motivo per cui è famoso è però un altro. Con eToro è possibile copiare automaticamente le scelte strategiche di altri investitori. L’approccio appena descritto, totalmente gratuito, è noto come Copy Trading.

Meccanismo brevettato e unico al mondo, permette anche a chi parte da zero di fare trading online su numerosi asset, dalle criptovalute, alle azioni, fino alle valute Forex e alle materie prime. Quando si inizia a fare trading su eToro, bisogna ricordare che questo broker non prevede commissioni. Se si vuole aprire il conto con denaro reale, è necessario un  deposito minimo di 200 euro.

Per allenarsi, è possibile utilizzare il conto demo. Questo strumento è importantissimo, in quanto consente di fare trading senza rischiare nulla. Il conto in questione è infatti caratterizzato dalla presenza di denaro virtuale. In poche parole, l’utente non vince e non perde nulla e ha modo di affinare le proprie tecniche strategiche.

directa

Perché sì, anche eToro le prevede. Il fatto di poter copiare automaticamente quanto fatto da altri investitori non significa che i soldi siano facili. Chi vuole avere successo su eToro, broker gratuito considerato una delle migliori alternative a Directa, deve prima di tutto differenziare. Questo significa, in concreto, seguire più trader. Ok, la tentazione di prendere a modello i risultati di un singolo investitore è forte, ma non bisogna lasciarsi trascinare.

Ricordiamo sempre che i guru, questo è il nome degli investitori migliori di eToro, sono sempre esseri umani e, per definizione, aperti al rischio di errore. Per questo motivo, è consigliabile seguire sempre 6 o 7 trader, possibilmente anche di più. Un altro suggerimento importante riguarda il fatto di monitorare costantemente le performance degli investitori seguiti.

In questo modo, si ha sempre il polso della situazione e la possibilità di eliminare i trader le cui operazioni non risultano più profittevoli. Come si fa, in ogni caso, a trovare gli investitori migliori tra gli iscritti al broker? Il punto di riferimento principale in merito è il motore di ricerca interno a eToro

Grazie ad esso, è possibile selezionare gli investitori migliori sulla base di diversi criteri, che vanno dall’asset di interesse, fino al profilo di rischio e al numero di copiatori. I dettagli in merito possono essere tenuti sotto controllo anche con il conto demo. Quando ci si sente pronti, è opportuno fare il salto di qualità e aprire quello con denaro reale. Come già detto, è sufficiente un deposito di 200 euro.

Clicca qui per iscriverti e per cominciare a copiare gratis i trader migliori del mondo

Opinioni su Directa

Prima di scrivere questo articolo, ci siamo documentati abbondantemente in merito alle opinioni di chi ha provato davvero il broker Directa. Cosa abbiamo trovato? Solo pareri positivi. Non poteva essere altrimenti, dato che si parla di una piattaforma legale, altamente professionale e trasparente. Queste peculiarità hanno permesso a Directa di essere presente online ancora oggi, a più di 20 anni dalla sua nascita, avvenuta in un’epoca in cui gli smartphone erano fantascienza e la possibilità di fare trading in maniera rapida non era scontata come oggi.

Tutte le recensioni che abbiamo letto erano però concordi su un aspetto: le commissioni non piacciono per nulla! Come abbiamo visto, non mancano le soluzioni per evitarle senza mettere in secondo piano la legalità e la sicurezza. Da citare a tal proposito è il broker 24Option (clicca qui per accedere al sito).

directa

Esattamente come eToro è un broker legale e apprezzato in tutto il mondo (lo troviamo tra gli sponsor della Juventus F.C.). La sua particolarità principale riguarda la possibilità di utilizzare i segnali di trading. Cosa sono di preciso? Dei consigli sulle scelte migliori da fare sul mercato forniti da investitori di fama internazionale.

I segnali di trading sono un servizio di grandissimo valore. Per rendersene conto, basta ricordare che, normalmente, vengono messi a disposizione a pagamento. Il caso di 24Option si differenzia notevolmente da quello degli altri portali in quanto, per gli utenti del broker, i segnali di trading sono gratuiti.

Per provarli, è necessario aprire il conto con denaro reale. In questo caso, è necessario un deposito di almeno 250 euro, versabili senza problemi tramite carta di credito.

Clicca qui per iniziare a provare i segnali di trading di 24Option

Un altro oggettivo vantaggio di 24Option oltre alla mancanza di commissioni e alla presenza dei segnali di trading riguarda la possibilità di formarsi tramite un ebook gratuito. Per essere precisi, è bene ricordare che si tratta di un ebook interattivo estremamente semplice: non fa giri di parole complicati e spiega le cose come stanno, mettendo in  primo piano i migliori trucchi pratici.

La teoria è importante, su questo siamo d’accordo, ma solo con quella non si va da nessuna parte. Per questo motivo, è importante conoscere anche la pratica, alla quale viene dato ampio spazio tra le pagine della guida di 24Option. Se ti interessa, puoi scaricarla gratis cliccando qui (non c’è bisogno di essere utenti del broker, basta inserire una mail valida).

Anche nel caso di 24Option, è possibile esercitarsi con il conto senza denaro reale. Gratuito e illimitato, se si vuole davvero scoprire il volto del trading online deve essere seguito dall’apertura del conto con denaro reale.

Conclusioni

Il trading online come possibilità quotidiana e immediata di investire sui mercati è realtà da poco più di 10 anni. Per rendersene conto basta ricordare che eToro (clicca qui per ottenere un conto gratis) è disponibile dal 2007.

Più di dieci anni prima, ossia nel 1996, è iniziata la storia di Directa, ancora oggi un broker molto apprezzato dagli utenti. La sua legalità è indiscutibile ma, quando lo si nomina, è necessario ricordare il contro delle commissioni, che non sono gradite a molti trader sia alle prime armi, sia con già dell’esperienza alle spalle.

Per fortuna che, oggi come oggi, basta poco per trovare altre alternative. Tra queste sono presenti i broker eToro e 24Option.

Entrambi questi broker sono gratuiti e privi di commissioni. Bisogna effettuare un deposito iniziale, ma è bene specificare che non si tratta di un pagamento. La cifra in questione è di totale proprietà del trader, che può decidere come gestirla sui mercati.

Intendiamoci: non stiamo dicendo che eToro e 24option siano meglio di Directa. Stiamo solo presentando delle alternative gratuite a un broker che, di suo, è di ottima qualità e risponde a tutte le regole nazionali e internazionali. Se pagare commissioni non rappresenta un problema, si può utilizzare tranquillamente Directa.

Nel caso in cui le commissioni dovessero rivelarsi troppo onerose, eToro e 24Option vanno benissimo. Ricordiamo che, oltre ad essere gratuiti, sono anche caratterizzati da risorse uniche, come per esempio il Copy Trading e i segnali di trading.

Quello che conta, in ogni caso, è evitare i broker che promettono miracoli da un giorno all’altro e che risultano privi di autorizzazione CONSOB e licenza CySEC. In situazioni del genere, o c’è dietro una vera e propria truffa, o il broker non è sufficientemente sicuro.

Cosa pensi di questa guida su Directa? Ti abbiamo aiutato a capire le caratteristiche di questo broker? Speriamo proprio di sì! Se ti va, puoi anche condividere questo articolo con i tuoi contatti social su Facebook e non solo. In questo modo, permetterai ad altri utenti come te di informarsi meglio in merito alle pecualiarità di un broker sicuro e famoso, che ha delle eccellenti alternative per chi vuole evitare le commissioni.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento