La Psicologia del Trading Online: Guida con Consigli Pratici

psicologia del trading online
settembre 25, 2018
|
Comments off
|

Quando si parla della psicologia del trading online, si chiama in causa un aspetto di cruciale importanza. Chi è alle prime armi e guarda agli esempi di chi ce l’ha fatta, nel migliore dei casi pensa di dover conoscere a menadito le strategie più efficaci. Questo è vero, non ci piove, ma c’è molto di più! Mettersi davanti alla pagina di registrazione di un broker online significa considerare l’importanza del giusto atteggiamento mentale.

Se stai cercando qualche dritta in merito, sei nel posto giusto! Abbiamo creato una guida dedicata proprio a questo aspetto e, ovviamente, anche ai consigli per approcciarsi a broker come Plus500 (clicca qui per aprire il conto demo gratuito), ideali per fare trading con sicurezza.

Come vedi, qui sotto abbiamo preparato anche un indice. Grazie ad esso, potrai trovare e approfondire gli argomenti che ti interessano di più.

Cosa serve per fare trading online?

Ti stiamo per dire una cosa paradossale ma vera: quando si inizia a fare trading online, per certi versi è meglio cominciare con il giusto atteggiamento piuttosto che con la conoscenza di determinate strategie tecniche. Non è farina del nostro sacco, ma il riassunto del pensiero di un trader di successo e autore come Mark Douglas, punto di riferimento per chi vuole fare il salto professionale in questo ambito.

Per quale motivo? Perché i dettagli sulle strategie si acquisiscono grazie ai numerosi corsi gratuiti disponibili sul web e ai sussidi formativi dei broker legali. Se si ha un atteggiamento psicologico non adeguato è molto più difficile risolvere il problema.

A questo punto, ti starai chiedendo perché e quali siano gli errori relativi alla psicologia del trading online. Perfetto! Andiamo con ordine e cominciamo ad approfondire questo aspetto. Ricordiamo innanzitutto che il principale problema che hanno i trader alle prime armi è la gestione delle emozioni.

Quando ci si approccia al trading online, infatti, non bisogna dimenticare che si tratta di un ambito che consente di concretizzare guadagni interessanti, ma anche di andare incontro a perdite notevoli, il tutto in tempi molto stretti.

Lo stress emozionale a cui il trader – sì, vale anche per i più bravi – è sottoposto è innegabile. Da una parte si ha la paura fortissima di perdita, dall’altra, invece, la comprensibile voglia di guadagnare. Si tratta, in poche parole, di paura e avidità, due fedeli compagne di tutti i trader e due emozioni delle quali non bisogna assolutamente avere paura.

Pensare di eliminarle è illusorio: siamo umani, le emozioni ci accompagnano sempre e ci contraddistinguono. Non vanno sopite ma dominate, senza mai considerarle qualcosa di negativo.

Trading finanziario: parliamo di paura

Entriamo più nel dettaglio della psicologia del trading online parlando di paura. Come già detto, questa emozione si concretizza con la paura di perdere soldi, che non deve essere né spenta, né ascoltata alla lettera.

Se si comincia a fare trading online e ci si lascia dominare dalla paura, sicuramente si andrà incontro a delle perdite ingenti. Ovviamente è alto anche il rischio di limitare il guadagno. Tutto questo accade quando, lasciandosi prendere dalla paura di perdere, si decide di impostare stop loss troppo stretti.

Lo scenario tipico del trader dominato dalla paura è quello di un utente che va alla ricerca spasmodica dell’operazione perfetta. Quest’ultima ovviamente non arriverà mai. Le operazioni in perdita fanno sempre infatti la loro comparsa sempre e comunque. Se l’universo emotivo del trader è dominato dalla paura, il risultato è quello di demoralizzarsi e di perdere il senso della realtà.

Il quadro stilistico appena descritto è in tutto e per tutto simile a quello di un giocatore d’azzardo. Come succede in tutte le cose della vita, anche in questo caso il giusto mezzo è la scelta migliore. Per renderlo realtà bisogna fermarsi un attimo a riflettere.

Se ci si rende conto che la paura di perdere è molto forte, è bene prendere in considerazione la strategia del Money Management. Cosa prevede? La divisione del capitale in più parti, ciascuna delle quali deve essere assegnata a un singolo asset o a una specifica operazione.

In linea di massima, si dovrebbe puntare di volta in volta massimo il 5% del capitale, onde evitare di trovarsi con il conto svuotato per via delle numerose operazioni poco felici. Un altro suggerimento utile per tenere sotto controllo le perdite è il ricorso ai Trading System, che possono essere preparati anche tramite un semplice foglio Excel. In questi casi, entrano in gioco diversi aspetti, come per esempio l’impostazione degli stop loss. Grazie ad essi, è possibile indicare al broker il momento giusto per arrestare le perdite.

Impostare gli stop loss è fondamentale. Purtroppo molti trader alle prime armi si dimenticano questo dettaglio. In questi casi, le conseguenze sono davvero tragiche dal punto di vista delle perdite.

Psicologia trading online: l’avidità

Apriamo ora i riflettori sulla seconda grande emozione che caratterizza la psicologia del trading online. Parliamo dell’avidità, termine ammantato da un’aura di negatività che, quando ci si muove nel trading, non ha nulla di assoluto.

Fermati un attimo a riflettere su una cosa: se tu o tutti quelli che leggono questo blog non foste in qualche modo avidi, non leggereste questo blog e noi non avremmo nessuna ragione per proporvi contenuti.

L’avidità nel trading online è importantissima e deve essere gestita con la dovuta attenzione. Prima di tutto, bisogna evitare di lasciarsi prendere dalla disperazione, imbarcandosi in operazioni irrazionali destinate per forza all’insuccesso.

Non sempre è possibile guadagnare e con questo aspetto del trading online bisogna fare pace, volenti o nolenti.

L’avidità va bene, ma il trader davvero bravo sa sempre dove fermarsi e, come già ricordato, sa dove e quando utilizzare il Money Management e l’approccio del Trading System. Fondamentale è non lasciarsi prendere eccessivamente la mano e, per esempio, evitare di investire il 100% del proprio capitale su una singola operazione.

Esempi di trading online: l’importanza della fiducia

Un ulteriore aspetto meritevole di approfondimento nell’ambito della psicologia del trading online riguarda la fiducia. Il trader di valore è sempre una persona fiduciosa. Pensare che tutto il mondo sia pronto a truffare è il miglior modo per perdere.

Sì, nessuno nega che in questi anni le truffe trading online siano spuntate come funghi sul web, ma bisogna considerare anche gli aspetti positivi, ossia la presenza di broker di qualità, sui quali è possibile fare trading con sicurezza grazie a strumenti legali.

Uno di questi è Plus500 (apri qui il conto demo). Online dal lontano 2008, questo broker è considetato il miglior fornitore di CFD al mondo.

Abbiamo citato poco fa la possibilità di fare trading con strumenti adeguati e i CFD sono senza dubbio i più celebri. Acronimo per Contracts for Difference, i CFD sono strumenti derivati che consentono di fare trading replicando l’andamento dell’asset. Chi li sceglie, non ha bisogno di acquistare l’asset e, in questo modo, riesce a tutelarsi dalla volatilità, aspetto che crea spesso problemi nel trading online.

I CFD hanno anche un altro vantaggio, ossia il fatto che consentono di guadagnare anche quando l’asset perde quota. Quello che conta è infatti aprire la posizione giusta tra long e short, azzeccando l’andamento dell’asset.

Estremamente economici – lo spread è l’unico onere da considerare – i CFD sono prodotti a leva. In concreto, permettono di moltiplicare il primo deposito e di esporsi sul mercato come se si avesse una cifra molto più alta. Questo è vantaggioso fino a un certo punto. La leva, infatti, amplifica sia i guadagni, sia le perdite.

Per questo motivo è molto importante avere familiarità con i meccanismi di stop loss, essenziali per evitare perdite eccessive.

Gli aspetti positivi di Plus500 (inizia qui la tua esperienza di trading) non si limitano alla possibilità di operare con i CFD. Non bisogna mai dimenticare che parliamo sempre di un broker legale, dotato di licenza Cysec e di autorizzazione da parte della Consob. Quando ci si trova davanti a questi nomi, è davvero il caso di fidarsi.

Da una decina d’anni a questa parte, il trading online è sotto l’occhio attento del legislatore, che si preoccupa affinché gli utenti vivano delle esperienze il più possibile sicure. Per questo motivo sono state istituite delle regole che i broker dovrebbero seguire per tutelare gli iscritti da furti di denaro o di dati.

Tra queste, ricordiamo appunto la licenza Cysec e l’autorizzazione da parte di autorità come la Consob o la FCA. Attenzione! Se un broker è dotato di licenza Cysec e autorizzazione Consob, non vuol dire automaticamente che le operazioni di trading vadano a buon fine. Semplicemente è possibile operare senza preoccuparsi di truffe o furti di dati. Mica male, vero?

Entrando più nel vivo delle caratteristiche di Plus500 (apri qui il conto demo), ricordiamo che consente di fare trading sugli asset più importanti. Tra questi ricordiamo:

  1. Azioni
  2. Criptovalute
  3. ETF
  4. Materie Prime
  5. Indici di Borsa
  6. Forex

Per sperimentare meglio i vantaggi di questo broker e per acquisire ulteriore fiducia, è opportuno esercitarsi con il conto demo. Aprirlo è questione di minuti. Si inizia accedendo alla home del sito e si prosegue cliccando sul pulsante che presenta la scritta “Inizia a fare trading adesso“. Dopo aver scelto l’opzione dedicata al conto demo e aver confermato i propri dati, ci si trova davanti a una schermata molto simile a questa.

psicologia del trading online

Come puoi vedere, l’apertura e la chiusura di posizioni con i CFD è questione immediata. Lo stesso vale per l’apertura del conto con denaro reale. Dopo un paio d’ore di utilizzo del conto demo, infatti, è il caso di iniziare a rischiare il capitale. Nel caso di Plus500 (inizia qui la tua esperienza di trading), è sufficiente un deposito di 100 euro. La cifra è così bassa in quanto Plus500 è un broker market maker.

Molto importante è ricordare che queste cifre vengono custodite su conti fiduciari diversi da quello principale del broker, così da tutelare ulteriormente gli utenti in caso di problemi.

Plus500 non è l’unico broker degno di fiducia! Chi vuole fare trading in maniera sicura dovrebbe considerare anche altre piattaforme, come per esempio Trade.com (apri qui il conto demo). Dotato di regolare licenza Cysec, consente agli utenti di fare trading CFD su numerosi asset. Chi vuole fare il salto dal conto demo (clicca qui per attivarlo) a quello con denaro reale può scegliere tra diverse tipologie di conto.

Tra queste, è possibile ricordare il conto classico, che prevede un deposito minimo di 1000 dollari. Chi lo sceglie ha diritto ad accedere quotidianamente a strumenti di analisi, ma anche di usufruire di un’ottima assistenza 24 ore su 24 e di partecipare a diversi webinar.

Con il conto Gold, che prevede un deposito minimo di 5.000 dollari, si può accedere anche a segnali di trading via SMS (vedremo nelle prossime righe di cosa si parla quando li si nomina). Concludiamo ricordando il conto Platinum, che prevede un versamento minimo di 25.000 dollari.

Trading demo: il caso 24Option

Quando si discute di psicologia del trading online e dell’importanza di fidarsi delle piattaforme di qualità, è il caso di chiamare come riferimento anche 24Option (apri qui il conto demo). Anche in questo frangente abbiamo a che fare con un broker che risponde perfettamente alle normative internazionali. Dotato di licenza Cysec e autorizzazione Consob, consente di fare trading sui più importanti asset.

La sua caratteristica principale è però un’altra e riguarda i già citati segnali di trading. Cosa sono di preciso? Linee guida per chi vuole operare in maniera più consapevole. Messi a punto considerando sia dati in tempo reale, sia informazioni in prospettiva storica, i segnali di trading di 24Option (clicca qui per aprire il conto demo) sono gratuiti e offerti dalla società Trading Central, riferimento di spicco a livello internazionale.

L’altra caratteristica importante di questo broker riguarda la possibilità di usufruire di consulenze telefoniche mirate e gratuite, messe a disposizione da esperti che sanno il fatto loro dal punto di vista pratico.

Come già detto, 24Option consente di aprire il conto demo (clicca qui per attivarlo). Per fare trading in maniera seria, però, bisogna aprire quello con denaro reale. Solo così, infatti, si tocca con mano la vera faccia del trading online e si impara a dominare le emozioni.

24Option offre un’ampia scelta di conti per chi vuole depositate denaro reale. Ecco l’elenco completo con le caratteristiche:

  1. Conto Basic: dedicato a chi deposita dai 100 ai 2500 euro, consente di avvalersi di una sezione di analisi mercato giornaliera e dei servizi di un account manager.
  2. Conto Silver: conto con denaro reale dedicato a chi deposita più di 2.500 euro, permette di accedere alle strategie di trading più comuni.
  3. Conto Gold: chi sceglie questa tipologia di conto, ha la possibilità di accedere  a un corso personalizzato su MetaTrader4, piattaforma apprezzata da trader in tutto il mondo e caratterizzata da un ottimo livello tecnico e grafico.
  4. Conto Platinum e Conto Diamond: pensati per chi deposita rispettivamente 100.000 e 250.000 euro, questi conti permettono di usufruire di quanto ricordato sopra, ma anche dei servizi di un account manager senior, di spread competitivi e di dritte sulle principali strategie di trading online. Chi sceglie questi conti, inoltre, ha la possibilità di gestire il conto senza commissioni e di usufruire di prelievi gratuiti.

A questo punto, ti starai chiedendo come effettuare prelievi e depositi su 24Option. Le modalità sono le seguenti:

  1. Carta di credito: chi sceglie questa soluzione può utilizzare carte di credito del circuito Visa, Mastercard, Maestro International. Per effettuare depositi e prelievi su 24Option è possibile usufruire anche di Carte Bleue, Dankort, CartaSi, Laser e Discover.
  2. Portafogli elettronici: tra le soluzioni utili al proposito ricordiamo MoneyBookers e MoneyGram.
  3. Bonifico bancario: per utilizzare il bonifico bancario come metodo di deposito, è necessario chiamare in causa una somma minima di 1000 euro.

psicologia del trading online

Conclusioni

La psicologia del trading online è un argomento tanto importante quanto complesso. Abbiamo già citato Mark Douglas, uno dei principali guru dell’ambito. Nel suo best seller Trading in The Zonela cui lettura è consigliata a tutti gli aspiranti trader, espone cinque verità che è fondamentale conoscere per imparare a dominare le emozioni. Eccole una per una:

  1. Tutto può succedere.
  2. Non c’è bisogno di sapere cosa succederà per guadagnare denaro.
  3. La distribuzione delle posizione chiuse, siano esse vincenti o perdenti, è casuale.
  4. Un Edge è solo una probabilità in più di vincere una trade.
  5. Ogni istanza di mercato è unica.

Interiorizzando questi 5 punti, è possibile sviluppare il mindset più corretto per approcciarsi al trading online. Con il tempo, si può apprezzare anche un valido equilibrio tra paura di perdere e voglia di guadagnare. Ovviamente bisogna sempre mettersi alla prova a livello pratico, il che significa aprire un conto demo su broker come Plus500 (clicca qui per iniziare la tua esperienza di trading), 24Option (attiva qui il conto demo) e Trade.com (inizia qui a fare trading gratis) e, dopo qualche ora di utilizzo, mettersi in gioco con il denaro reale e iniziare a rischiare il capitale.

 

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento