Fineco è una truffa?

fineco
Novembre 22, 2019
|
Comments off
|

Fineco è una truffa? Tantissime persone si fanno domande in merito. Probabilmente anche tu che stai leggendo queste righe sei qui perché hai dubbi su questa banca, magari perché una persona che conosci non si è trovata bene o perché hai letto delle recensioni negative su internet.

Bene, iniziamo con il dire che Fineco non è una truffa. Questa banca è anzi molto seria. Ha ricevuto tutte le autorizzazioni del caso da parte di Banca d’Italia e fa parte del gruppo Unicredit, uno dei più importanti al mondo. Tra le prime realtà del settore a portare l’home banking in Italia, permette di aprire conti, di richiedere prestiti e mutui, ma anche di investire online con una piattaforma proprietaria di ottimo livello.

Offre quindi una gamma di servizi molto ampia e no, non è una truffa. Attenzione: questo non vuol dire che sia conveniente, almeno per quanto riguarda gli investimenti online visto che applica commissioni elevate sul trading. Se sei interessato a questo aspetto, è giusto che tu sappia che esistono altre alternative, come per esempio i broker online 24Option oppure eToro che non applicano commissioni e quindi sono decisamente più convenienti.

Nella guida che leggerai nelle prossime righe, abbiamo analizzato i principali pro e contro del trading su Fineco e, ovviamente, dato spazio alle caratteristiche dei suddetti broker. Come puoi vedere, abbiamo creato anche un indice. Grazie ad esso avrai modo di scegliere e approfondire gli argomenti che ti interessano di più.

fineco

Fineco Come funziona

Online si possono trovare tantissime recensioni sul funzionamento di Fineco e, in particolare, sulla sua piattaforma di trading online. Molte di queste sono negative. Tra gli aspetti oggetto di critiche oltre alle commissioni è possibile ricordare l’eliminazione inspiegabile degli Stop Loss, ossia i segnali che indicano al broker il momento giusto per arrestare le perdite. Come ti sarà chiaro, l’eliminazione degli Stop Loss non rappresenta affatto un vantaggio per gli utenti.

Nonostante Fineco sia assolutamente legale, non mancano le critiche anche ai servizi bancari. C’è chi parla di blocchi della carta per frode in seguito a trasferimenti all’estero e chi, invece, lamenta il ritiro di fidi senza motivi fondati. Come tutte le banche ha degli aspetti negativi del servizio, che non tolgono comunque nulla alla serietà dell’azienda.

Per quanto riguarda l’aspetto del trading, è il caso di ricordare che, al netto di pro e contro oggettivi, la piattaforma di Fineco applica onerose commissioni. Quando si investiva 8/10 anni fa, era normale pagarle. Al giorno d’oggi assolutamente no. Come vedremo tra poco, esistono piattaforme che permettono di investire senza doverle versare. Seguici nel prossimo paragrafo per scoprire le loro caratteristiche principali.

Fineco: Costi e Commissioni

Analizziamo il punto dolente di questa piattaforma.

Per quanto concerne Azioni ed Obbligazioni, Fineco offre delle fasce commissionali apposite, che vanno dai 2.95 euro ai 19 euro. Si tratta di costi decisamente superiori rispetto alla media dei migliori broker. In tema di prodotti finanziari derivati come i Futures, i costi variano a seconda del mercato in cui si opera.

Tuttavia, a seconda delle commissioni generate su tali prodotti, il costo complessivo potrebbe arrivare anche fino a 499 euro o anche di più. Pertanto, si passa da un massimo di 9,95 euro ad un minimo di 1,95 euro per lotto.

Per quanto concerne i Cfd Forex, di recente introdotti, non sono presenti commissioni. Purtroppo, gli Spread sono decisamente alti. A titolo di esempio, il Dow Jones ha uno spread di 28 Pips, un’enormità. Inoltre, sono anche previsti dei costi aggiuntivi, come quelli di rollover peraltro anche alti. Infatti, è previsto un addebito del 2,95% del controvalore di carico della posizione, più anche un interesse variabile.

Cosa significa ciò? Ipotizziamo di operare con 100 euro di posizione aperta sul mercato. Tenendo in considerazione una leva 1:20, quindi 5.000 effettivi. Se tenessimo aperta questa posizione forex per circa un mese, Fineco ci farebbe pagare interessi pari a 450 euro! A tali costi occorrerà poi aggiungere l’interesse variabile. Stesso dicasi per una leva minore.

Insomma, le commissioni applicate al trading sono uno dei principali motivi di scarso successo dei trader Italiani. Per fortuna, esiste il modo di evitarle.

Come investire senza commissioni

Esistono numerosi broker che permettono di investire senza commissioni. Nella tabella sottostante, puoi vederne alcuni dei più famosi.

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: 24option
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi di trading gratis
    • Indicatori e segnali gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply

Come hai potuto vedere nelle righe precedenti, ci occuperemo in particolare di 24Option, eToro e di Plus500.

Come investire su 24Option

La piattaforma di trading di Fineco è assolutamente legale ma, come abbiamo avuto modo di dire poco fa, ha delle falle consistenti. Tra queste è possibile ricordare l’applicazione di commissioni. 24Option (clicca qui per accedere al sito ufficiale e aprire il conto) non le prevede.

Chi utilizza questa piattaforma deve considerare come unico onere lo spread, ossia la differenza tra bid e ask.

Caratterizzata da un ottimo livello di usability, 24Option è una piattaforma famosa in tutto il mondo. Non a caso è sponsor della Juventus F.C. Tuttavia, la fame ed il prestigio di questo Broker hanno radici più lontane e si basano su servizi di alta qualità forniti al cliente. Scopriamo quali.

Segnali di Trading

La sua caratteristica principale è però un’altra, ossia la possibilità di usufruire dei segnali di trading. Cosa sono di preciso? Indicazioni che permettono all’utente di agire con più consapevolezza quando si tratta di aprire una posizione con i CFD (Contracts for Difference).

Questi strumenti derivati permettono di speculare sulle variazioni di prezzo dell’asset, senza bisogno di acquistarlo concretamente. Se si pensa che possa aumentare di valore bisogna aprire una posizione long (acquisto). Nel caso di una possibile perdita di quota, è consigliabile aprire una posizione short (vendita).

I segnali di trading permettono di gestire meglio le decisioni legate agli aspetti appena descritti. A differenza di altre piattaforme che richiedono la sottoscrizione di un abbonamento, 24Option permette di usufruirne gratuitamente.

Questo broker, mette a disposizione anche webinar e altre risorse online per specificare al meglio l’utilizzo dei Segnali. Ancora, consulenze telefoniche rilasciate da parte di account manager specializzati, che si dedicano in maniera esclusiva ai singoli utenti.

Registrati al servizio gratuito di Segnali di Trading

Conto Demo

Come già detto, 24Option è un broker gratuito. Non prevede l’applicazione di commissioni, ma considera come unico onere lo spread, minima differenza tra bid e ask. Per provare in prima persona le sue caratteristiche, è il caso di aprire un conto. Quello con denaro reale è attivabile a fronte di un deposito di soli 100 euro.

Tuttavia, se non si ha molta confidenza con il trading online, è però il caso di iniziare con quello demo. In tal modo, ossia esercitandosi con denaro virtuale, si può prendere confidenza con le caratteristiche della piattaforma e con quelle dell’asset di proprio interesse (criptovalute, azioni, ecc.).

Il conto demo di 24Option – ma anche quello degli altri broker seri – è illimitato. Ciò non significa che sia utile operare a caso su di esso. Dopo un paio d’ore di utilizzo è infatti il caso di aprire quello con denaro reale. Nel caso di 24Option, è necessario effettuare un deposito minimo di 100 euro.

Per finalizzarlo, si può ricorrere alla carta di credito VISA o Mastercard, ma anche ai portafogli elettronici Paypal e Skrill. Per quanto riguarda il prelievo, il principale punto di riferimento è il bonifico. In questi casi bisogna considerare sia la necessità di attendere qualche giorno lavorativo, sia quella di inviare al broker i propri documenti di riconoscimento in corso di validità.

Iscriviti subito in meno di 5 minuti e prova la piattaforma

Come investire su eToro

eToro è una piattaforma di Trading attiva dal 2007, nota per la sua capacità di innovare e di essere sempre al passo con i tempi. Fondata proprio con l’obiettivo di rendere più democratico il mondo degli investimenti, nel corso degli anni si è caratterizzata per una lunga serie di brevetti ed innovazioni.

Alcuni di essi hanno davvero rivoluzionato il modo di fare Trading di molte persone. Scopriamo quali.

Social Trading

L’idea originaria era quella di mettere in contatto Trader inesperti con veri e propri professionisti del settore. Infatti, i Forum erano pieni di profili falsi o ad alto contenuto di litigiosità. Oppure, spesso era difficile verificare concretamente le performance millantate dagli utenti online.

Quale soluzione? eToro ha ideato il Social Trading all’interno della sua piattaforma. In altre parole, Trader certificati e con performance sempre visibili erano a disposizione tramite chat o messaggi diretti al fine di discutere di strategie operative, condividere performance e segreti operativi. Una manna per i più inesperti!

Ovvio, anche i Top Trader ricevono un beneficio da ciò. Infatti eToro paga una commissione per ogni utente che inizia a seguire la loro operatività. Sono quindi incentivati a farlo e dispensano volentieri consigli e suggerimenti. Insomma, quello del Social Trading è un meccanismo da duplice vantaggio. Per il principiante, che potrà apprendere tecniche e segreti che sui libri non si trovano. Per il professionista, ricompensato economicamente per ogni suo Copiatore.

Il concetto di Copiatore introduce l’altra rivoluzione di eToro.

Copy Trading

Naturale evoluzione del Social Trading, la versione Copy compie un passo avanti e permette ai Trader di replicare in automatico l’operatività dei professionisti.

In che modo? Semplice. eToro mette a disposizione una griglia all’interno della quale è possibile selezionare e filtrare i Top Trader sulla base di alcuni parametri, tra cui:

  • Performance ottenute
  • Livello di rischio
  • Asset negoziati
  • Anni di esperienza

In questo modo, sarà possibile scegliere il professionista più adatto alle nostre esigenze ed alla nostra propensione al rischio. Anzi, il nostro suggerimento è di sceglierne almeno una mezza dozzina per diversificare e contenere ulteriormente il rischio.

Una volta selezionati i Top Trader di nostro interesse, con un semplice Click le loro operazioni verranno replicate in automatico nel nostro Account. Insomma, saranno dei veri professionisti ad investire per noi! Non ci resterà, quindi, che controllare l’andamento delle performance e tenere sempre sotto osservazioni nuovi Top Trader. Semplice e rivoluzionario.

Per iniziare a fare Copy Trading clicca qui

I risultati del Copy Trading

Negli ultimi 12 mesi, quindi un lasso temporale di tutto rispetto, sono stati diversi i Top Trader che hanno ottenuto performance ammirevoli. La lista completa si trova nella Home Page di eToro, sezione Popular Investors.

Ecco qualche esempio:

  • Barryjones381: Questo Trader con base ad Hong Kong ha ottenuto un incredibile +53% in 12 mesi, per la gioia dei suoi 4.086 copiatori.
  • OmarETS: Trader Spagnolo capace di performare un+58.76 annuo, davvero notevole. Conta ben 5.187 copiatori.

Insomma, performance che su Fineco sarà davvero difficile replicare. Ecco perché il Copy Trading sta ottenendo un grandissimo successo in tutta Europa.

Registrati su eToro e scopri i vantaggi del Copy Trading

Come investire su Plus500

Proseguendo con le alternative a Fineco per investire senza commissioni, è il caso di parlare di Plus500. Questo broker è uno dei principali punti di riferimento online. Non a caso è considerato il più importante fornitore di CFD al mondo. Sponsor della squadra di calcio Atletico Madrid, si contraddistingue per un ottimo livello di semplicità, che nulla toglie alla serietà e alla professionalità della piattaforma (non è detto che una cosa semplice abbia uno scarso valore tecnico).

Asset Negoziabili

Chi vuole utilizzarlo deve sapere che ha la possibilità di investire su numerosi asset, dalle criptovalute, ai titoli azionari, fino alle valute Forex. Anche in questo caso è possibile esercitarsi con il conto demo. Per aprirlo bisogna seguire pochi e semplici passaggi. Innanzitutto, è necessario accedere al sito ufficiale Plus500.it. Lo step successivo consiste nel cliccare sul pulsante che presenta la scritta “Inizia a fare trading adesso“.

Una volta concretizzato questo passo, ci si trova in una pagina caratterizzata dalla possibilità di scegliere tra l’apertura del conto demo e quella del conto con denaro reale. Sempre da questa pagina, è possibile scaricare l’app dedicata del broker.

Dopo aver fatto la scelta del conto demo su questa pagina, ci si trova nell’ambiente di simulazione di trading di Plus500. Qui si possono aprire in pochi secondi posizioni con i CFD e, ovviamente, anche chiuderle. L’utente può inoltre accedere al dettaglio del conto virtuale, così come alle specifiche relative alle posizioni chiuse e aperte.

Conto Demo

Anche in questo caso, dopo un paio d’ore è utile aprire il conto con denaro reale. Esattamente come il broker analizzato in precedenza, Plus500 permette di attivarne uno con un deposito di almeno 100 euro. Essendo il broker in questione assolutamente serio e attento alla sicurezza degli utenti, i soldi del deposito vengono custoditi su conti diversi rispetto a quello principale del broker.

In tal modo, qualora la società dovesse avere dei problemi, le sostanze degli utenti non risulterebbero intaccate. Non c’è che dire: se si considerano gli aspetti appena elencati e il fatto che Plus500 non applica commissioni, è proprio il caso di dire che questo broker rappresenta un’ottima alternativa al trading Fineco quando si tratta di investire su criptovalute e non solo!

Ottieni il conto Demo gratuito di Plus500

Regolamentazione

Detto questo, è il caso di aprire un’ulteriore parentesi e parlare di rischio. I broker che abbiamo visto sono sicuri e legali, ma non garantiscono operazioni in positivo per forza. Il motivo è molto semplice ed è legato alla leva finanziaria, un moltiplicatore che permette di esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale.

La leva è un’arma a doppio taglio, in quanto amplifica sia i guadagni, sia le perdite (le normative Esma hanno cambiato le cose per gli investitori non professionisti negli ultimi anni. Con i giusti requisiti, si può però provare a richiedere l’attivazione di un conto professionale).

Per affrontare al meglio il rischio legato alla leva, è molto utile familiarizzare con i succitati meccanismi di Stop Loss, ossia il segnale che indica al broker il momento giusto per arrestare le perdite. Un altro importante consiglio di buon senso consiste nel fatto di non investire un capitale che non ci si possa poi permettere di perdere. Un altro suggerimento importante chiama in causa la tecnica del Money Management, che prevede la suddivisione del capitale in piccole parti, ciascuna da destinare a una singola operazione per diversificare al massimo il rischio.

Prova subito la piattaforma di Plus500

Fineco Trading: opinioni e recensioni

Come abbiamo visto, sulla piattaforma di trading di Fineco ci sono diverse opinioni. Noi l’abbiamo provata e abbiamo preso in esame le recensioni di altri utenti che l’hanno utilizzata. La conclusione è molto semplice: Fineco, rispetto a molte altre realtà bancarie, è anni luce avanti per quanto riguarda i servizi dedicati a chi vuole investire. Rimane però il contro delle commissioni, abbastanza alte e in ogni caso superiori allo spread, il minimo onere che spetta a chi opera con broker come Plus500 e 24Option.

Offerta trading Fineco

Per capire meglio la situazione, vediamo cosa offre Fineco a chi vuole fare trading.

  • Quotazioni in tempo reale;
  • Nessun costo per la custodia dei titoli;
  • 50 cambi tra valute correnti;
  • Accesso a servizi di consulenza finanziaria;
  • Possibilità di operare con i CFD;
  • Trading con le materie prime (oro, soia, argento, petrolio ecc.);
  • Trasferimento di titoli e fondi automatico.

Attualmente non risulta possibile investire in Bitcoin e nelle altre criptovalute. Questo rende ancora più vantaggiosa la scelta di broker come Plus500 e 24Option. Le valute digitali non si sono infatti limitate a rivoluzionare il modo di intendere l’economia e la centralizzazione messa in atto dalle realtà bancarie. In virtù della loro volatilità – la perdita di valore che il Bitcoin ha vissuto all’inizio del 2018 è esemplare da questo punto di vista – sono anche una straordinaria opportunità per gli investimenti con i CFD (Contracts for Difference).

Come già ricordato, questi strumenti consentono di guadagnare anche quando sopraggiunge una perdita di quota. Quello che conta è azzeccare l’andamento e, in caso di possibile perdita di valore dell’asset, aprire una posizione short (vendita).

I CFD, ribadiamo, tutelano dalla volatilità e permettono di guadagnare anche dalle micro variazioni di prezzo di criptovalute e altri asset.

Conclusioni

Oggi come oggi, le opportunità per investire online sono numerose. Per ottenere risultati, è necessario conoscere bene tutti i rischi e le opportunità. La prima cosa da dire al proposito è che, per operare in sicurezza, è necessario fare riferimento solo a contesti legali. A prescindere dalla presenza di commissioni o meno, è opportuno controllare la presenza di autorizzazioni da parte di realtà come Consob e Banca d’Italia, ma anche il possesso della licenza CySEC.

Fineco ha tutte le carte in regola per quanto riguarda l’aspetto legale ma, per quel che concerne gli investimenti, è caratterizzata dalla presenza di commissioni.

Pagarle non vale davvero la pena, motivo per cui, se si ha intenzione di investire senza mettere in campo cifre inutili, è il caso di scegliere contesti come i broker 24Option , eToro e Plus500..

Queste piattaforme, sicure e semplici da usare, sono state utilizzate da chi ha davvero fatto fortuna con gli investimenti online, ottenendo risultati importanti ma non da un giorno all’altro e non certo mantenendo fede a promesse di guadagni mirabolanti.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento