Social Trading

social trading guadagni
ottobre 5, 2016
|
Comments off
|

Anni fa, investire era un’esperienza da “lupi solitari” e non accessibile a tutti. Prima dell’avvento di internet, gli investitori dovevano chiamare il proprio broker e piazzare un ordine tramite telefono. L’azienda avrebbe poi piazzato l’ordine nel suo sistema, che era collegato alle borse e mercati mondiali.

Era quindi un mondo ben diverso da quello attuale, dove grazie all’avvento del trading online, e dei broker CFD, è cambiato tutto. Prima era un mondo per i super-ricchi, in quanto i pre-requisiti per aprire un conto di trading erano altissimi, adesso invece si può fare trading anche con solo 1 euro, al costo di un caffè. E tutto è cambiato ancora una volta con il mondo del Social Trading, dove è possibile operare senza fare nulla, grazie al meccanismo del copytrading. E non stiamo scherzando. Investire oggi è diventato molto più facile, comodo e aperto a tutti proprio grazie al social trading.

Che cos’è il Social Trading

Che cos’è il Social Trading? Il social trading è il processo attraverso il quale gli investitori finanziari on-line si basano su dei contenuti generati dagli utenti, che vengono raccolti da varie applicazioni Web 2.0 come la principale fonte di informazioni per prendere decisioni di trading finanziario. Il trading sociale introduce un nuovo modo di analizzare i dati finanziari, fornendo una piattaforma di confronto che viene anche utilizzata per replicare sugli account degli investitori le posizioni, le tecniche e strategie. Prima dell’avvento dei social trading, gli investitori e gli operatori si basavano solo sull’analisi fondamentale o tecnica per prendere le loro decisioni di investimento. Sfruttando quindi “la saggezza della folla”, ovvero gli investitori presenti nelle piattaforme di social trading, i trader potrebbero integrare nelle loro decisioni d’investimento gli indicatori sociali come ad esempio il sentiment in un certo mercato. Queste reti di scambio sociale possono essere considerate come una sottocategoria delle reti sociali online.

social trading

Ecco un esempio molto pratico di rappresentazione del sentiment social ad un mercato, in questo caso con le azioni di Bayer AG. Come potete osservare, è presente la percentuale dei compratori (il 95% del totale, quindi 5% venditori sulla piattaforma in questione, eToro). Notare che sono anche presenti altri dati puramente “social” come il numero di investitori (persone che stanno investendo attualmente in questo tipo di mercato) e followers (persone che stanno semplicemente seguendo il mercato) che seguono le notizie pubblicate direttamente dall’azienda, dagli investitori o dai traders in questo mercato, ecco un esempio:

social trading etoro

Il Social Trading consente ai traders di commerciare on-line, con l’aiuto degli altri, e alcuni hanno sostenuto che riduce di gran lunga la curva di apprendimento del principiante che aspira a diventare esperto nel mondo del trading online. I commercianti possono interagire con gli altri, guardare gli altri che aprono e chiudono trades, quindi replicare i loro commerci e imparare ciò che ha spinto il top performer ad assumere una posizione sul mercato, in primo luogo. Con il copy trading e mirror trading, gli investitori possono imparare quali strategie funzionano e quali non funzionano.

Nonostante l’afflusso di nuove piattaforme di negoziazione sociale dal 2010 in poi, i numeri hanno ancora continuato ad aumentare, in quanto i broker li vedono come i nuovi motori di crescita per convertire i nuovi clienti, mantenendo quelli già presenti sulla piattaforma. Il social trading ha aumentato la partecipazione nel mercato e ha portato ad un maggior volume di scambi fatto attraverso il broker, aumentando quindi le commissioni per i broker.

La storia del Social Trading

trading wall street

Prima dell’arrivo di Internet, il trading finanziario era un’esperienza che non aveva niente di spettacolare o futuristico. Le posizioni venivano aperte e chiuse tramite il telefono oppure direttamente nelle varie borse mondiali. Era quindi necessario essere in continuo contatto con il proprio broker, in quanto era ancora tutti centrato sulla locazione fisica delle borse. Era necessario avere una grande liquidità, in quanto non tutti potevano fare trading in borsa, soltanto quelli che avevano più disponibilità economica. Era già presente una sottospecie di Social Trading, ed erano le newsletter dei trader di successo.

Pian piano, è arrivato internet, che ha avuto sempre più successo, il trading elettronico è diventato lo standard del settore, e il fulcro del trading finanziario tra gli investitori individuali. L’arrivo poi dei siti di Social Media, come ad esempio Facebook e Twitter, è stato in qualche modo replicato dall’industria del trading online, portando le caratteristiche sociali all’interno del mondo della finanza, creando un prodotto completamente nuovo e rivoluzionario.

La popolarità delle piattaforme di trading è letteralmente esplosa negli ultimi tempi, e molti broker hanno iniziato a convertire le proprie piattaforme “statiche”, in vere e proprie soluzioni dinamiche basate sul modello dei network sociali. Gli esempi più lampanti di Social Trading, sono eToro ( “Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. Questo messaggio non costituisce un consiglio di investimento”), Darwinex e ZuluTrade.

L’unica piattaforma affidabile di social trading, in altre parola l’unica che fa guadagnare soldi ai propri clienti, è eToro. Puoi scoprire la piattaforma di social trading eToro cliccando qui. Le piattaforme di social trading diverse da eToro hanno ancora problemi e comunque non hanno prestazioni equivalenti.

Le proprietà del web dinamico, del web 2.0, sono quindi diventate di pubblico dominio per qualsiasi azienda che propone il trading online, i traders stanno dunque adesso dando molto più peso alle informazioni contenute all’interno dei siti di social trading, rispetto ad altri servizi finanziari. Essere dentro ad una piattaforma finanziaria sociale, significa avere input da ogni membro della community, prendendo quindi scelte finanziarie molto più sensate. È possibile poi valutare le statistiche e lo storico di trading degli altri membri della community, e ovviamente anche i post che vengono pubblicati sul profilo, per poi magari seguire oppure addirittura replicare le strategie, sia in maniera automatica che manuale.

Le piattaforme di Social Trading possono avere un broker integrato come nel caso di eToro, oppure fornire dei “Bridge” per collegare e linkare la propria strategia all’interno della comunità, oppure forniscono anche la possibilità di non solo fare trading, ma anche investire nelle strategie di altri traders.

Social Trading, funziona?

Financead

Dopo tutte queste belle parole, e questa grande storia sul Social Trading, la domanda è una… Il Social Trading, funziona o è una perdita di tempo?

In realtà, il Social Trading è forse la miglior invenzione per guadagnare senza troppe perdite di tempo
, senza dover stare delle giornate davanti ai grafici, serve solo un po’ di forza di volontà però scovare gli investitori con una strategia valida, poi il grosso sarà già fatto, in quanto le posizioni vengono copiate in automatico, fortunatamente ci sono le classifiche e quindi anche questo in fatto. Grazie al copytrading e social trading, è possibile guadagnare con la maggioranza dei trader professionisti, che ormai si sono spostati tutti sul social e copytrading (in quanto consente di guadagnare dei premi se le strategie proposte sono profittevoli), in quanto è praticamente impossibile diventare bravi come loro (serve tempo, studio e denaro).

Non tutti hanno a disposizione il tempo necessario per diventare un trader esperto, quindi perché non sfruttare il grande numero di esperti Guru presenti nei network di investimenti social trading. Il Social Trading e il CopyTrading ci permettono dunque di minimizzare i rischi, costruendo il proprio portfolio con cautela con una serie di traders diversificati, in un ambiente regolato Cysec.

Non è importante essere degli esperti, è sufficiente copiare i migliori oppure investire nelle strategie migliori, che ci permettono di guadagnare anche mentre dormiamo. Non servono grandi sforzi, è semplicemente sufficiente costruirsi un portfolio diversificato, che ci permetta di guadagnare attraverso la copia di strategie valide, gestite da professionisti.

Concludiamo questo paragrafo ricordando che l’unico social trading con un congruo numero di trader reali da seguire al momento è quello di eToro, puoi provarlo qui da questo link. Le altre piattaforme al momento non hanno ancora un comportamento ottimale ma aggiorneremo l’articolo non appena ci saranno altre piattaforme di social trading con molti trader esperti.

Vantaggi Social Trading

I vantaggi del Social Trading sono innumerevoli. Da un lato si va ad investire in strategie fatte da esperti, che vivono di trading e quindi sono obbligati a fare profitti mensili, in quanto “devono portare la pagnotta a casa”, ottenendo anche dei guadagni extra in base a quanti profitti vengono fatti (o in alcuni casi, anche in quanti copiano e replicano la strategia). Quindi, sia gli investitori, che il trader riescono a ricevere dei benefici in un rapporto che è realmente di “win-win”.

È possibile anche sfruttare il mondo del Social Trading senza dover necessariamente investire in altri “Guru” o “Strategie”, si può anche utilizzare il Social Trading per condividere le proprie idee di trading, per mostrare le propria strategia agli altri, discutendo anche di possibili modifiche della strategia secondo i consigli della community, oppure per partecipare a gare di trading.

Le piattaforme di Social Trading, sono infatti dei network online dove i traders al dettaglio possono condividere le loro informazioni sugli investimenti, ed eventualmente anche copiare automaticamente le strategie dei migliori. Anche se tuttavia Social Trading non significa solo copiare. Social Trading significa anche infatti una grande quantità di informazioni di pubblico dominio, provenienti dagli investitori di tutto il mondo. Un trader in Italia, ad esempio, potrebbe avere una grande conoscenza del mercato italiano, conoscenza che un trader degli USA potrebbe sfruttare per fare trading sul mercato italiano.

È proprio questa la magia del Social Trading, e dato che nessun trader può realmente “muovere” i mercati, è veramente sicuro copiare anche un Guru che ha oltre 1000 copiatori. Nel mondo del Social Trading, anche le identità sono alla luce del sole, in quanto se si vuole, è possibile condividere il proprio vero nome con tutti, proprio come succede su Facebook e Twitter.

Secondo gli psicologi, il desiderio di condividere informazioni con gli sconosciuti arriva da molteplici fattori, come ad esempio il desiderio di approvazione. Alcuni potrebbero aver bisogno di segni d’approvazione, che magari non riescono ad ottenere dai propri colleghi di lavoro. Secondo uno studio, 69% delle persone che ha risposto ad un sondaggio del NYT, ha affermato che è più propensa a condividere informazioni perché gli permette di essere più connessa con il mondo.

Il social trading fornisce l’opportunità unica di ottenere informazioni sul mercato provenienti da altre parti interessate. È possibile fare trading in collaborazione con loro o semplicemente utilizzare i dati forniti per la propria strategia – dipende tutto da come si intende muoversi nel mondo del social trading. Il social trading funziona sulla base del social networking. Proprio come Facebook è una piattaforma che collega voi, la vostra famiglia e i vostri amici in ogni momento, le reti di social trading forniscono un ambiente educativo in cui quelli alle prime armi e i veterani possono scambiare dati, strategie, metodi e idee.

Questi vantaggi possono essere sfruttati solo utilizzando una piattaforma di social trading di alta qualità: al momento solo eToro garantisce uno standard qualitativo elevato e quindi consente ai trader che lo utilizzano di sfruttare al meglio i vantaggi del social trading. Per aprire subito un conto di social trading su eToro, clicca qui.

Esempio di Social Trading

Adesso utilizzeremo uno dei tanti post presenti sui network di Social Trading, per analizzarlo e per mostrarvi come funziona il tutto.

esempio social trading

In questo caso, il trader in questione “@Jarodd76”, ha piazzato un ordine per acquistare l’indice Nasdaq a 4353. È possibile vedere quante persone stanno investendo in ciò che l’utente ha appena fatto (ben 2696), è anche possibile investire subito su quello che sta facendo, cliccando sul bottone “INVESTI”. Subito dopo che ha piazzato l’ordine, vari utenti hanno cliccato su “Mi piace”, commentando il suo operato. In questo caso, il professionista in questione “Jarodd76, Massimiliano de Falco, può subito avere un riscontro dal suo pubblico e i suoi followers, sulla base di quello che sta facendo.

Il Social Trading, è quindi la rivoluzione che sta permettendo ai professionisti di connettersi con la folla, e vice versa, garantendo a tutti e due un aumento dei guadagni. Non è mai stato così bello e profittevole investire, grazie al Trading Sociale.

Iniziare a guadagnare con il social trading

Il modo migliore per guadagnare con il social trading è utilizzare la piattaforma eToro. eToro è stata la prima piattaforma di social trading ad apparire sul mercato e ancora oggi è la numero uno da tutti i punti di vista. Solo eToro, in effetti, funziona davvero e garantisce profitti reali anche per trader completamente inesperti. eToro è una piattaforma sicura e onesta, autorizzata e regolamentata da Cysec, conveniente da tutti i punti di vista. Per cominciare a fare social trading con eToro clicca qui

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento