Coinbene: guida all'Exchange di criptovalute e alle sue alternative

coinbene
Ottobre 15, 2019
|
Comments off
|

Coinbene è un Exchange sicuro? Negli ultimi giorni, ci stanno arrivando molte mail con richieste di informazioni in merito. Non potrebbe essere altrimenti dato che il nostro sito è un punto di riferimento fondamentale per chiunque voglia imparare a investire in maniera sicura.

Per fornire ai nostri lettori una risposta chiara, abbiamo quindi deciso di realizzare la guida che puoi trovare qui sotto, dove potrai leggere tutta la verità su Coinbene. Troverai anche altre preziosi informazioni. Quali di preciso? Tutte le specifiche sui vantaggi di Iq Option, eToro e 24Option, tre broker che devi assolutamente conoscere se hai intenzione di iniziare a investire in maniera efficace e semplice sulle criptovalute.

Come puoi vedere, prima della guida è presente un indice. Grazie ad esso, avrai modo di scegliere, se vorrai, gli argomenti che ritieni più utili e approfondirli a dovere.

coinbene

Cos’è Coinbene?

Coinbene è uno dei più famosi Exchange di criptovalute. Per quanto riguarda il volume di trading, è posizionato tra i primi 10 posti. Disponibili in 150 Paesi del mondo, ha sede a Singapore. Il suo sito è in varie lingue, tra le quali è possibile comprendere anche l’inglese.

Quando si parla di questo Exchange, si inquadra un portale che tiene molto alla sicurezza. Degna di nota a tal proposito è la partnership siglata con Komodo, piattaforma basata sulla blockchain e caratterizzata da sicurezza, scalabilità e intraoperabilità.

Fino a qui, non c’è davvero nulla da eccepire. Coinbene è un Exchange legale e, come abbiamo visto, molto famoso (quindi non è la solita truffa legata a Bitcoin). Abbiamo ricordato anche il fatto che ha la sede a Singapore. Questo di per sé non è un problema. C’è però da dire che sull’isola orientale non valgono le regole europee. Da diversi anni a questa parte, il legislatore unitario ha messo a punto delle norme molto chiare per tutelare i soldi degli utenti.

Inoltre, con questo Exchange l’unica alternativa possibile è l’acquisto. Chi conosce bene come sono andare le cose per le criptovalute negli ultimi anni sa che questa alternativa non è la migliore. Le valute digitali sono infatti estremamente volatili. Acquistarle è legale, ma è facile trovarsi con molti meno soldi rispetto all’inizio in caso di perdita di valore. Vediamo come ovviare a questo problema nelle prossime righe.

coinbene

Alternative a Coinbene per investire in criptovalute

Abbiamo visto brevemente di cosa si parla quando si nomina Coinbene (riprenderemo più tardi le caratteristiche di questo Exchange). Apriamo un attimo una parentesi ricordando le alternative all’acquisto messo a disposizione da Coinbene. Quando si parla di investimenti intelligenti con le criptovalute, è necessario considerare i CFD (Contracts for Difference).

Questi strumenti derivati permettono di replicare l’andamento delle valute digitali senza bisogno di acquistarle. Per guadagnare, è necessario azzeccare l’andamento dell’asset. Le scelte possibili sono le seguenti:

  1. Apertura di una posizione long (acquisto) in caso di previsione di aumento di valore
  2. Apertura di una posizione short (vendita) in caso contrario

In questo modo ci si tutela dalla volatilità e si ha la possibilità di guadagnare anche in caso di ribasso delle criptovalute di proprio interesse. I CFD vengono messi a disposizione da diversi broker. Tra questi è possibile ricordare Iq Option (clicca qui per accedere al sito). Quando si nomina questa piattaforma, si inquadra anche un altro aspetto che la rende oggettivamente interessante. Di cosa stiamo parlando? Della mancanza di commissioni.

Coinbene – esattamente come gli altri Exchange di criptovalute – si contraddistingue per l’applicazione di una commissione forfettaria pari allo 0,10%. Si tratta di un onere legale, che va ad aggiungersi a quellli fiscali. Per questo motivo, molte persone se possono lo evitano. In che modo? Facendo appunto riferimento a broker come Iq Option, che permettono di operare senza commissioni.

In questo specifico caso, abbiamo anche a che fare con un broker che permette di iniziare con un deposito minimo di 10 euro. Nessun broker consente di iniziare con così poco. Scegliendolo è possibile investire sulle principali criptovalute, da Bitcoin a Ethereum. Chi vuole può anche scegliere altri asset, come per esempio le valute Forex.

Coinbene opinioni: cosa sapere sul sito

Proseguiamo con le informazioni su Coinbene. Questo Exchange si contraddistingue per la presenza di un sito di ottima qualità e molto semplice da utilizzare. Gli utenti hanno anche la possibilità di acquistare criptovalute tramite app. Questo aspetto va ad aggiungersi alla semplicità nel processo di iscrizione (l’aspirante utente viene guidato passo passo).

Riaprendo un attimo il capitolo della sicurezza, ricordiamo che questo broker fa riferimento al sistema Google Authenticator, scaricabile sia sul proprio laptop, sia sui device mobili. Una volta installato, Google Authenticator invia un codice per appurare l’effettiva identità dell’utente che tenta di accedere all’account.

Questoa semplicità è un aspetto oggettivamente molto positivo. Quando la si prende in considerazione bisogna sempre valutare anche la presenza di commissioni. Come già ricordato, se possibile evitare di pagarle vale la pena farlo. Tra le alternative utili al proposito è possibile ricordare l’utilizzo di 24Option (clicca qui per accedere al sito).

Questo broker è caratterizzato da un’oggettiva semplicità. Utilizzabile anche da chi non ha dimestichezza con gli investimenti online, è sponsor della Juventus F.C. Come già detto, non prevede l’applicazione di commissioni. Tra le sue caratteristiche più importanti è possibile ricordare la possibilità di scaricare una guida gratuita perfetta per imparare a fare trading online anche da zero.

Si tratta di un ebook interattivo che, a differenza di altri corsi presenti sul web, si focalizza su termini semplici e sui trucchi pratici. Attenzione: la teoria è importante per investire, ma senza la pratica non si va da nessuna parte. Ricordiamo inoltre che questa guida è gratuita. Anche in questo caso la proposta di 24Option si differenzia rispetto a quella di altri corsi, che chiedono migliaia di euro per non insegnare nulla. Le buone notizie non finiscono qui! Fondamentale è infatti ricordare che la guida può essere scaricata anche senza bisogno di essere utenti del broker. Per leggerla basta infatti cliccare qui e inserire la mail che si utilizza con maggior frequenza.

Un altro aspetto indubbiamente positivo da considerare quando si parla di 24Option riguarda i segnali di trading. Cosa sono di preciso? Consigli su come muoversi sui mercati e sulla migliore posizione da aprire tra long e short. Le dritte in questione sono fornite da investitori di fama internazionale. Per questo motivo, i segnali di trading sono considerabili un servizio di grande valore.

Anche da questo punto di vista 24Option si differenzia rispetto agli altri broker. I suoi utenti possono infatti utilizzare gratuitamente i segnali di trading. Per provarli, è sufficiente aprire un conto con denaro reale effettuando un deposito minimo di 250 euro.

Clicca qui per iscriverti e per cominciare subito a provare i segnali di trading di 24Option

Se non ci si sente subito pronti a utilizzarli, si può iniziare con il conto demo. Grazie ad esso, è possibile investire senza rischiare il capitale (si opera con denaro virtuale). Quando ci si sente pronti, bastano pochi secondi per passare al conto con denaro reale. Quando lo si apre non ci si trova certo lasciati a se stessi. Il broker 24Option permette infatti di accedere a delle consulenze telefoniche gratuite fornite da esperti dello staff.

Coinbene login: altre informazioni

Quando si parla di Coinbene, è importante ricordare che, fatta eccezione per la semplicità di utilizzo del sito, per il resto non viene assolutamente incontro ai principianti. In questo caso, notiamo una forte differenza rispetto a broker come eToro (clicca qui per accedere al sito).

Questo broker, online dal 2007 e disponibile in Italia dal 2009, si contraddistingue non solo per l’assenza di commissioni, ma anche per la possibilità di investire pur partendo da zero grazie al Copy Trading. Di cosa si tratta di preciso? Di un meccanismo che permette di copiare in maniera automatica e gratuita quanto già fatto da altri investitori di successo, i cosiddetti guru.

Per informarsi in merito alle loro performance è possibile prendere come riferimento bacheche gratuite molto simili a quelle del social network Facebook. In virtù della loro presenza, quando si parla di eToro si tende spesso a definirlo il social network del trading online.

Per approfondire la selezione, è possibile prendere come punto di riferimento il motore di ricerca interno. Grazie ad esso, è possibile selezionare i guru sulla base di diversi criteri. Tra questi è possibile ricordare l’asset di interesse, ma non solo. I guru di eToro possono infatti essere selezionati anche sulla base del profilo di rischio, del periodo di attività e soprattutto del numero dei copiatori, criterio fondamentale per capire se si ha a che fare con un guru serio.

Tutto questo è disponibile anche agli utenti che hanno il conto demo. Questo strumento, come sopra specificato, consente di investire senza rischiare il capitale e operando con denaro virtuale. Quando ci si sente pronti, è possibile aprire il conto con denaro reale. Per attivarlo, è necessario effettuare un deposito minimo di 200 euro.

Clicca qui per iscriverti e per cominciare subito a copiare gli investitori migliori del mondo

L’utilizzo di eToro è oggettivamente molto semplice. Nonostante questo è opportuno non lasciarsi andare alla convinzione che sia una macchina da soldi. Per ottenere risultati è opportuno muoversi con buonsenso. Ciò significa, per esempio, diversificare il rischio.

Per farlo è necessario seguire almeno 6 0 7 guru. Attaccarsi alla strategia di un singolo può essere allettante, ma non bisogna lasciarsi tentare. Non bisogna infatti dimenticare che i guru sono sempre e comunque esseri umani, indi non macchine infallibili. Inoltre, una volta individuati i guru da seguire, è opportuno monitorare nel corso del tempo quelli scelti, così da farsi trovare pronti a eliminare dall’elenco quelli che non risultano più profittevoli.

Non c’è che dire: quando si parla di eToro (clicca qui per aprire un conto gratis), si inquadra un broker di cui si leggono recensioni estremamente positive. Non potrebbe essere altrimenti dal momento che eToro remunera economicamente i guru sulla base del numero di persone che li seguono. Alla luce di ciò, gli investitori più bravi sono incentivati a condividere informazioni utili con la propria utenza.

Servizio clienti di Coinbene

Quando si parla di Coinbene, si inquadra un Exchange di criptovalute caratterizzato da un servizio clienti che presenta alcuni contro. In questo novero è possibile includere l’assenza di una linea telefonica dedicata. Si tratta di una mancanza non da poco e di una situazione molto diversa rispetto a quella di 24Option.

Il broker in questione, come già detto, prevede la possibilità di usufruire di qualcosa di più rispetto a un semplice servizio di customer care. 24Option (clicca qui per ottenere un conto gratis) permette infatti di accedere a delle vere e proprie consulenze telefoniche gratuite e personalizzate.

Exchange: non è tutto oro quello che luccica

Quando si parla di Exchange di criptovalute, si chiamano spesso in causa delle situazioni a dir poco problematiche. Se Coinbene, al netto delle criticità sopra ricordate, è un portale serio, non tutti lo sono. Basta dare un’occhiata online per accorgersi che sono numerosi i casi degli Exchange che hanno chiuso da un giorno con l’altro, sparendo con i soldi degli utenti.

Questo non accade con broker come Iq Option, 24Option ed eToro. Le piattaforme in questione, dovendo rispondere alla normativa europea, tutelano nel migliore dei modi i i soldi degli utenti. Per capire fino a quanto, ricordiamo che i depositi vengono custoditi su conti diversi rispetto a quello principale del broker. In questo modo, qualora dovessero esserci dei problemi a carico della società principale, i soldi degli iscritti non verrebbero coinvolti.

Conclusioni

Coinbene è uno dei tanti Exchange di criptovalute disponibili online. Lanciato nel dicembre 2017, è tra i più utilizzati al mondo. Quando lo si nomina, si inquadra un Exchange sicuro, apprezzato e mediamente non difficile da utilizzare. Per essere davvero obiettivi sulle sue caratteristiche, è necessario ricordare la presenza di commissioni.

Attenzione: il fatto di pagarle è legale. Se però si considera anche la necessità di versare le tasse, ci si rende conto che, se si può farne a meno, è meglio. Riuscirci in maniera legale è possibile? Certamente sì. Tra le alternative utili al proposito è possibile ricordare broker come Iq Option, 24Option ed eToro.

Queste piattafome sono gratuite, dal momento che no n richiedono il pagamento di commissioni. Per iniziare a utilizzarle è necessario versare un deposito minimo. La somma in questione, che può essere anche pari a 10 euro (caso specifico di Iq Option, broker a cui puoi iscriverti cliccando qui), non è un pagamento. Si tratta infatti di una somma di proprietà del broker, che può scegliere come utilizzarla sui mercati.

Quando si parla delle differenze tra Coinbene e questi broker è fondamentale ricordare gli strumenti formativi. Tra questi è possibile ricordare il Copy Trading di eToro (clicca qui per iscriverti), meccanismo che consente di copiare in maniera automatica e gratuita le strategie di altri investitori di successo.

Ora che sei alla fine, se la guida ha destato il tuo interesse puoi condividerla con i tuoi contatti su Facebook e su altri social. In questo modo, permetterai ad altri utenti nella tua stessa situazione di informarsi sulle caratteristiche dell’Exchange Coinbene.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento