Bitcoin Wallet: di cosa si tratta e principali alternative

bitcoin wallet
Novembre 10, 2019
|
Comments off
|

In questo articolo, parleremo di Bitcoin Wallet. Scoprire cosa sono è fondamentale se si ha intenzione di investire nella più celebre criptovaluta al mondo. Abbiamo scritto questa guida anche perché ci sono arrivate numerose domande da parte dei nostri lettori.

Come forse già saprai se stai leggendo queste righe, il nostro sito è da diversi anni un punto di riferimento importante per chi vuole imparare a investire in maniera sicura. Per questo motivo, abbiamo preparato una guida con tutte le informazioni sui Bitcoin Wallet.

Abbiamo inoltre deciso di recensirne alcuni. In questa pagina, troverai anche altri contenuti importanti, ossia i vantaggi di broker come Iq Option, eToro e 24Option, piattaforme fondamentali da conoscere se si ha intenzione di approcciarsi davvero agli investimenti in criptovalute.

Come puoi vedere, prima della guida abbiamo inserito un indice. Grazie ad esso, se vorrai, potrai scegliere e approfondire gli argomenti che ritieni più interessanti.

bitcoin wallet

Bitcoin Wallet online: cosa sono?

Cosa sono i Bitcoin Wallet? Quando li si nomina, si chiamano in causa software e dispositivi sviluppati ad hoc per custodire e gestire le valute digitali, da Bitcoin a Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash etc. Per accedere e utilizzare i portafogli elettronici in questione è necessario avere a disposizione una chiave privata.

Detto questo, ricordiamo che esistono differenti tipologie di Bitcoin Wallet. Ecco quali:

  1. Wallet software: in questo caso, si ha a che fare con dei programmi, disponibili quasi sempre sotto forma di applicazioni, utilizzabili tramite apposite piattaforme.
  2. Wallet online: questa tipologia di portafogli Bitcoin sono accessibili tramite il web. Per utilizzarli, è necesario avere a disposizione una chiave privata.
  3. Wallet hardware: in questo frangente, si ha a che fare con dispositivi fisici. Grazie ad essi, è possibile accedere al proprio conto tutte le volte che ci si collega a un determinato device. Nella maggior parte dei casi, il collegamento viene concretizzato tramite un dispositivo USB.

Best Bitcoin Wallet: come scegliere

Quando si parla di Bitcoin Wallet, è necessario considerare i consigli migliori per scegliere il proprio portafoglio. Nella maggior parte dei casi, si suggerisce di orientarsi verso gli hardware wallet. Il motivo è molto semplice e riguarda il fatto che, non essendo né online né su uno specifico device, risultano protetti da attacchi hacker.

Detto questo, è fondamentale anche conoscere i migliori in generale. Qui sotto, puoi trovare le principali informazioni su alcuni di essi.

Ledger

Questo Bitcoin Wallet funziona su diversi sistemi operativi. Parliamo nello specifico di Windows, Linux, Android e iOS. Non si tratta di un wallet hardware e non funziona da desktop. Caratterizzato da un livello di sicurezza buono e da un prezzo che va dai 15 ai 58 dollari, è adatto anche ai principianti.

Coinbase

Questo wallet funziona sui medesimi sistemi operativi di Ledger. Accessibile sia da desktop sia da mobile, non è un wallet hardware. Quando lo si nomina, si inquadra un portafoglio elettronico dal livello di anonimato medio. Per quel che concerne il prezzo, ricordiamo che si tratta di un wallet gratuito.

Trezor

Questo Bitcoin Wallet si contraddistingue per il funzionamento su Windows, Linux, Android ed Apple. Accessibile da desktop ma non da mobile, può essere annoverato nell’elenco dei wallet hardware. Contraddistinto da un livello di anonimato variabile, ha un prezzo pari a 99 dollari.

CoolWallet

In questo caso, abbiamo a che fare con un portafoglio elettronico per criptovalute che funziona su Android, Windows e Blackberry. Funziona solo da mobile ed è gratuito.

Keepkey

Tra i più celebri esempi di Bitcoin Wallet hardware, è semplice da utilizzare e ha un prezzo pari a 329 dollari. Funziona su Linux, Windows ed Apple.

Green Address

Questo Bitcoin Wallet funziona sui sistemi operativi Windows, Android e Blackberry. Disponibile sia da desktop, sia da mobile, ha il pro di essere gratuito.

Bitcoin Wallet come funziona

A questo punto, è il caso di entrare maggiormente nel vivo della questione Bitcoin Wallet, spiegando che esistono diverse modalità di funzionamento. Si può per esempio parlare di client completi, caso in cui è possibile verificare direttamente le transazioni grazie al download di una copia della Blockchain.

In questo specifico frangente, il vantaggio principale riguarda il fatto che non è necessario affidarsi a fonti esterne. Esiste però un contro, legato al download sopra citato. In virtù della sua complessità, sia questa procedura sia la verifica non risultano compatibili con tutti i dispositivi.

Da non dimenticare quando si parla di Bitcoin Wallet è anche la presenza dei client leggeri. In questo caso, si ha a che fare con client che procedono alla consultazione di quelli completi e così inviano e ricevono transazioni. La differenza principale risiede nella mancata richiesta della copia della Blockchain.

Un altro aspetto che li rende diversi dai client completi riguarda la velocità. I client leggeri, semplici da caricare, possono infati essere utilizzati agevolmente su dispositivi alla portata di tutti, in primis gli smartphone. L’utilizzo di questi client implica però la totale fiducia nell’onestà dei miner. Facciamo infine un cenno ai Bitcoin Wallet online, veri e propri servizi di terze parti. In questo frangente, è essenziale che il provider sia onesto. In caso contrario, il rischio è quello di avere a che fare con furti di dati e di denaro.

Rischi e alternative

Parlare in maniera completa di Bitcoin Wallet significa, per forza di cose, far presente che questi portafogli elettronici hanno prima di tutto un costo. A volte, come abbiamo visto poco fa, si tratta di diverse centinaia di euro. Un altro punto da considerare riguarda il fatto che, quando si ha a che fare con i Wallet di Bitcoin, si parla solo ed esclusivamente di acquisto.

La procedura in questione è di per sé legale, ma non rappresenta la scelta migliore al giorno d’oggi. Dopo quello che è successo a Bitcoin tra il 2017 e il 2018, sappiamo che le valute digitali sono caratterizzate da un alto livello di volatilità. Acquistarle nel vero senso della parola significa esporsi al rischio di trovarsi, dopo un po’ di tempo, con molti meno soldi rispetto all’inizio.

Questo si può evitare ricorrendo ai CFD (Contracts for Difference), strumenti derivati che consentono di replicare l’andamento della criptovaluta di proprio interesse e di guadagnare dalle sue variazioni di prezzo. Le alternative da considerare sono le seguenti:

  1. Apertura della posizione long o di acquisto, scelta da considerare quando si prevede un aumento del valore della valuta digitale.
  2. Apertura della posizione short o di vendita allo scoperto, scelta da fare in caso contrario.

I CFD, la cui gestione è semplicissima, sono strumenti gratuiti messi a disposizione da diversi broker. Tra questi è possibile ricordare Iq Option (clicca qui per accedere al sito). Il broker in questione ha anche il vantaggio di richiedere un deposito minimo di soli 10 euro. Nessun altro broker consente di iniziare con così poco.

Clicca qui per iscriverti e per iniziare a investire in Iq Option partendo da un deposito di soli 10 euro

Quando si parla della semplicità dei CFD, è bene non lasciarsi ingannare. Quando si opera sui mercati, infatti, si è esposti continuamente a un livello di rischio ineliminabile. Ignorarlo è pericoloso. Fondamentale è imparare a gestirlo. Una buona idea al proposito è fare riferimento alla guida gratuita di 24Option. Il broker in questione, sponsor della squadra di calcio Juventus, offre un ebook gratuito, interattivo e semplice. Si tratta di una risorsa ideale per i principianti.

Leggerla significa infatti rendersi conto che è ricca di concetti pratici. La teoria è importante ma, quando si investe sui mercati, senza la pratica non si va da nessuna parte. Come già detto, si tratta anche di una risorsa gratuita. In questo caso, la proposta di 24Option (clicca qui per accedere al sito) si differenzia diametralmente rispetto a quella di molti altri corsi, che non insegnano nulla di pratico e chiedono migliaia di euro.

bitcoin wallet

Un’altra buona notizia relativa a questa guida riguarda la possibilità di scaricarla anche se non si è utenti del broker. Per leggerla, basta semplicemente cliccare qui e inserire la mail che si utilizza di più.

Quando si parla di 24Option come alternativa ai Bitcoin Wallet per investire nella più famosa criptovaluta del mondo, è impossibile non chiamare in causa i segnali di trading. Cosa sono di preciso? Consigli su come muoversi sui mercati forniti da investitori di fama internazionale. Per questo motivo, sono considerati un servizio di grande valore. Anche da questo punto di vista 24Option si differenzia rispetto agli altri broker, proponendo ai suoi utenti la possibilità di utilizzarli gratis.

Chi vuole farlo, deve attivare un conto con denaro reale. In questo caso, è necessario un deposito minimo di 250 euro. Attenzione, quando si parla di questa cifra non si chiama in causa un pagamento, ma una somma di proprietà dell’utente, che ha la possibilità di utilizzarla come preferisce.

Clicca qui per iscriverti e per iniziare subito a provare i segnali di trading di 24Option

Fondamentale è ricordare che, se non ci si sente subito pronti ad affrontare i mercati, è possibile iniziare con il conto demo. Gratuito e illimitato, permette di esercitarsi senza rischiare il capitale. Quando si passa al conto con denaro reale non si viene certo lasciati a se stessi. Il broker in questione consente infatti di usufruire di consulenze telefoniche personalizzate e gratuite fornite da esperti dello staff.

eToro, un’altra eccellente alternativa ai Bitcoin Wallet

Per investire in maniera sicura su Bitcoin e soprattutto senza spendere cifre eccessive, un altro punto di riferimento importante è eToro (clicca qui per accedere al sito). Il broker in questione, online dal 2007 e disponibile in Italia dal 2009, permette di investire sulle criptovalute e su altri asset facendo riferimento al Copy Trading. Di cosa si tratta?

Di un meccanismo brevettato grazie al quale è possibile copiare in maniera automatica quanto già fatto da altri investitori di successo, i cosiddetti guru. Le informazioni sulla loro strategia si possono ricavare consultando bacheche gratuite che, per quanto riguarda il funzionamento, sono molto simili a quelle di Facebook. Alla luce di questo aspetto, quando si parla di eToro è naturale riferirsi a questo broker definendolo il social network del trading online.

Per affinare ulteriormente la selezione è possibile prendere come riferimento il motore di ricerca interno. Grazie ad esso, si ha modo di selezionare i guru sulla base di diversi criteri. In primo piano c’è ovviamente l’asset di interesse, in questo caso le criptovalute. Da non dimenticare è anche la possibilità di selezionare sulla base di Paese di provenienza, profilo di rischio, periodo di attività. Ultimo ma non meno importante aspetto da considerare è la possibilità di scegliere i guru sulla base del numero di copiatori, criterio fondamentale per capire se si ha davati un investitore di successo.

Queste informazioni sono disponibili anche ha chi ha il conto demo. Quando ci si sente pronti, si può passare a quello con denaro reale. In questo caso, è richiesto un deposito minimo di 200 euro. Un altro aspetto importante da ricordare in merito ai depositi riguarda il fatto che vengono custoditi su conti diversi rispetto a quello principale del broker. In questo modo, è possibile tutelare gli utenti in caso di problemi che colpiscono la società principale.

Clicca qui per iscriverti su eToro e per cominciare subito a copiare gratis gli investitori migliori del mondo

Attenzione: il fatto che eToro sia un broker oggettivamente molto semplice non deve far pensare alla classica macchina da soldi. Chi vuole avere successo con questo broker deve infatti operare con buonsenso. La prima cosa da fare è agire diversificando il rischio. Cosa significa in concreto? Scegliere di seguire almeno 6 o 7 investitori. Inoltre, è fondamentale farsi trovare pronti a eliminare quelli che non sono più profittevoli.

Conclusioni

Come abbiamo appena visto, con l’espressione Bitcoin Wallet si inquadrano programmi e dispositivi finalizzati alla memorizzazione delle chiavi pubbliche e private necessarie per l’accesso ai Bitcoin acquistati e per la loro custodia. Si tratta di alternative legali, ma non delle migliori.

Come abbiamo visto in queste righe, bisogna considerare il contro del costo, ma anche quello della mancanza di regolamentazione. Broker come Iq Option, eToro e 24Option non solo sono gratuiti, ma devono anche rispondere a regole molto severe stabilite dal legislatore europeo. Se non le seguissero, non potrebbero essere presenti online.

Ricordiamo infine che con i Bitcoin Wallet l’unica alternativa è l’acquisto concreto delle criptovalute, scelta non certo congeniale se si ha intenzione di tutelarsi dai rischi della volatilità. Per fortuna che, con i broker sopra ricordati, è possibile evitare l’acquisto e puntare sulle variazioni di prezzo. Nel caso di eToro, con il Copy Trading, si ha addirittura modo di copiare quanto è già stato fatto da altri investitori di successo.

Ora che sei arrivato alla fine della guida, speriamo tu abbia tutte le idee chiare. A questo punto, se ti va, puoi condividere l’articolo con i tuoi contatti social, così da permettere anche ad altri utenti come te di scoprire qualcosa di più sui Bitcoin Wallet e sulle loro alternative.

 

 

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento