Volatilità e Deviazione Standard

gennaio 27, 2017
|
Comments off
|

Nell’analisi tecnica predittiva, ovvero quella che ha come obbiettivo quello di “predire” ovvero fare previsioni sul futuro dei prezzi, sono importantissimi i concetti di volatilità e di deviazione standard. Questi due elementi consentono di effettuare una lettura più precisa ed efficace del mercato, esaminando i grafici avvalendosi degli indicatori. Alcuni di essi, sono anche relativamente semplici da usare, come ad esempio le bande di Bollinger, di cui parliamo nella lezione ad esse dedicata.

Cosa si intende per volatilità

Per volatilità nel trading si intende una misura della correlazione tra la variazione del rendimento e il mercato di riferimento. Troppo complicato? Allora semplifichiamo. Se prendiamo come riferimento un determinato mercato (es. il mercato di un titolo azionario o di un coppia valutaria), la volatilità ci dice come si comporta il prezzo del titolo rispetto al suo mercato.

Nei casi in cui il prezzo è particolarmente vivace e mostra degli sbalzi ampi o veloci, oppure entrambi, allora ci si trova in una situazione di mercato volatile. Per misurare la volatilità si utilizza la deviazione standard.

Deviazione standard, di cosa si tratta?

Da un punto di vista strettamente tecnico, la deviazione standard (anche detta scarto tipo o scarto quadratico medio) è un indice di dispersione delle misure sperimentali, ovvero una stima della variabilità di un variabile casuale (come è ad esempio il prezzo di mercato). Per calcolare la deciazione standard si prende in considerazione la dispersione attorno ad un valore atteso o ad una sua stima. Nel campo della statistica, quando si parla di deviazione standard vi si riferisce come “precisione”.

Questa spiegazione era volutamente tecnica e rivolta a chi desidera approfondire. Tuttavia, ciò che è importante per un trader è capire il concetto da un punto di vista pratico.

Deviazione standard nella pratica

Se considerassimo il prezzo stimato di un titolo pari a 100€ e la deviazione standard fosse di 20€, allora secondo questa deviazione i prezzi dovrebbero muoversi tra gli 80€ e i 120€. Tanto più il prezzo rimarrà vicino ai 100€, minore sarà la deviazione, più precisa la stima.

Quindi, quando si parla di deviazione standard, si parla di quanto un prezzo devi da una determinata linea, come ad esempio una tendenza. La deviazione aumenta in proporzione all’energia dei rialzi o ribassi, come nella figura qui sotto.

deviazione-standard

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento