Il grafico a candela giapponese

candele giapponesi
novembre 21, 2016
|
Comments off
|

Una delle caratteristiche vincenti dell’uomo è la capacità di pensare: cogito ergo sum. Chi opera nel mondo del trading online deve sfruttare al massimo questa massima di Cartesio. Prima di operare deve mettere in atto una strategia e per farlo deve avere conoscenze e strumenti giusti. Il trader deve conoscere i grafici utili ad operare sui mercati. Il grafico a candele giapponesi è uno dei più rilevanti da conoscere.

Il grafico a candele giapponesi

Con l’uso del grafico a candele giapponese gli investitori acquisiscono elementi utilissimi per calibrare le mosse da fare in fase di investimento. Tutti i broker di qualità nella loro piattaforma consentono di sfruttare il grafico a candele giapponesi.

L’utente che non è in grado di comprendere tale grafico si trova in difficoltà nel fare trading online e nella migliore delle ipotesi parte svantaggiato rispetto agli altri investitori. La maggioranza delle strategie finanziarie di trading comporta l’impiego della rappresentazione grafica in oggetto. Solo la strategia migliore può concorrere a rendere il trading profittevole chiudendo più trade possibili con guadagni.

candlestick-charting-basics_clip_image005

Il grafico

Il grafico ad esempio può rappresentare i movimenti di prezzo del cambio di una coppia di valute. La comprensione del grafico non è poi così difficile se si conoscono gli elementi base. Nel grafico ci sono il livello di prezzo sull’asse delle ordinate; il timeframe del grafico sull’asse delle ascisse.
Nella parte centrale ci sono i rettangoli di colorazione rossa e verde ovvero le candele giapponesi. E’ importante comprendere come è formata una candela giapponese e qual’è il tipo di utilità tratta dal trader.

Le candele giapponesi

Sono dei rettangoli colorati che si succedono una dopo l’altro. Attraverso le candele giapponesi si può stabilire se il prezzo è in fase di aumento o va a diminuire. Per leggere questo dato è necessario apprendere la tecnica di lettura delle candele giapponesi.

Il colore

Le candele giapponesi hanno colorazione differente ma si suddividono sempre in 2 coppie. Un colore rappresenta il rialzo nei prezzi, l’altra colorazione specifica il ribasso nei prezzi. In una combinazione bianco/nero il primo sta per il rialzo, il secondo per il ribasso. Altra coppia di colori parecchio usata è verde/rosso dove il primo sta per il rialzo, il secondo per il ribasso. Si può incontrare blu/rosso. Stesso sistema: il primo è il rialzo, l’altro il ribasso.

In base alla piattaforma di trading usata si avrà un’accoppiata di colori differente. Attraverso le impostazioni è possibile optare per i colori preferiti.

Il Real Body o Corpo

E’ il rettangolo della candela giapponese. Il corpo di una candela rappresenta la variazione del prezzo nel corso di una sessione di trading che corrisponde al timeframe selezionato per il grafico. Se optiamo per sessanta minuti, ogni candela rappresenta una sola ora di trading. Se preferiamo 5 minuti, ogni candela corrisponderà alla rappresentazione di 5 minuti di trading. Più ampia è la variazione di prezzo, più lungo è il corpo della candela. Questo indica una fase di alta volatilità nei mercati. Al contrario, minore è la variazione di prezzo, più corto è il corpo della candela. Questo significa che siamo in una fase di bassa volatilità nei mercati.

Apertura e chiusura

Open e Close rappresentano il prezzo iniziale della candela e il prezzo finale della stessa. Apertura e chiusura corrispondono ai “bordi” superiori del corpo delle candele, ai lati corti del rettangolo. Se la candela è ribassista, il livello open sarà nel lato superiore, mentre il livello close nel lato basso. Ciò indica che il prezzo è sceso dal valore di apertura fino a posizionarsi su quello raggiunto nella chiusura. Al contrario, in presenza di una candela rialzista, l’open lo troviamo nel lato inferiore, mentre il livello di chiusura si trova nel lato superiore. Significa che il prezzo è cresciuto dal valore di apertura fino a toccare il prezzo registrato nella chiusura.

Massimo e minimo

Vi sono nel grafico esili linee collocate sia al di sopra che al di sotto dei corpi delle candele. Queste linee sono shadows o ombre. Sono sia sopra che sotto le candele, ma non sono sempre presenti. Le ombre sono i livelli di massimo e di minimo che i prezzi hanno toccato nel corso delle contrattazioni. Se optiamo per un timeframe di sessanta minuti l’ombra superiore di una candela corrisponde al prezzo massimo raggiunto nell’ora di contrattazioni. L’ombra inferiore riporta il prezzo minimo toccato nella fase di contrattazione.

Il prezzo massimo e minimo possono essere differenti da prezzo di apertura e di chiusura. Si può raggiungere un prezzo X ma poi la candela chiude ad un prezzo più basso. X è il massimo raggiunto nel corso della sessione di trading. Sulla candela giapponese viene riportato come un’ombra superiore, in pratica una linea sopra la candela che raggiunge la quota del prezzo massimo toccata nel periodo delle contrattazioni. Stesso dicasi per l’ombra inferiore. Si può raggiungere un prezzo Y ma poi il prezzo sale e conclude ad un valore superiore di Y che rappresenta quindi il minimo della sessione.

Leggere un grafico a candele giapponesi

Abbiamo definito in modo dettagliato il significato e la struttura della candela giapponese e come essa può essere interpretata. Bisogna passare alla fase fondamentale: vedere i grafici a candele giapponesi.

Le candele giapponesi non sono lo strumento unico per fare trading online. E’ necessario sfruttare sempre il grafico a candele giapponesi per scoprire i trend in atto, in modo da poterli seguire ed investire puntando a generare guadagni. Esistono anche altri tipi di grafici ma il grafico a candele giapponesi è tra i più apprezzati e utilizzati da tutti i trader professionisti e anche dai principianti.

Per testare il tutto e provare ad interpretare i grafici a candele giapponesi o candelistick, si possono sfruttare le potenzialità di un conto demo offerto da un intermediario. I migliori broker di trading online offrono un conto dimostrativo gratuito con le medesime funzionalità di quello reale. Anche nella demo sono presenti i grafici a candele giapponesi. In questo modo si può verificare, sfruttando soldi virtuali, come si usa il grafico imparando in modo esperienziale quanto appreso solo in via teorica. Una volta certi di averne compreso il corretto utilizzo, si può pensare di aprire un conto reale e verificare in modo pratico la teoria. Uno dei migliori broker su cui aprire un conto demo, illimitato e gratuito è Plus500: per ottenere subito il tuo conto demo, clicca qui.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice