Indicatore TSF e Regressione Lineare

marzo 13, 2017
|
Comments off
|

Nell’analisi tecnica del trading online con opzioni binarie ritorna spesso molto utile l’utilizzo dell’indicatore TSF. Il Time Series Forecast Indicator, anche noto come Indicatore di Regressione Lineare, è infatti uno dei più utili strumenti per il trading opzioni, poiché potente ed efficace. Il suo utilizzo è particolarmente ottimale per il breve termine e può essere ben compreso anche dagli utenti principianti, a cui offriamo la possibilità di imparare subito il funzionamento di uno degli indicatori più amati dai trader professionisti.

Cosa è il TSF?

Il TSF o Regressione Lineare è un indicatore “inseguitore” di trend, che per adempiere a questa funzione concentra più modelli di regressione lineare in un punto (vedremo meglio dopo cosa significa), con l’obbiettivo di pronosticare i prezzi nel breve periodo. La sua efficacia si deve soprattutto all’ordine temporale naturale che lo caratterizza. I punti dei dati hanno infatti un ordine naturale, con giorni progressivi secondo una logica uniforme e lineare.

Sebbene ci si possa facilmente perdere nelle spiegazioni teoriche, nella pratica tutto ciò è molto più semplice. Qui di seguito vediamo un esempio di grafico in tempo reale al quale è stato applicato un indicatore di regressione lineare. Il TSF, a differenza della regressione lineare, aggiunge la pendenza della retta al valore finale assunto dalla retta di regressione lineare. Questa caratteristica rende il TSF più sensibile alle variazioni di breve periodo, rispetto alla regressione lineare. Per questo, anche se simili, utilizzate il TSF per il breve periodo, la regressione lineare per periodi non brevi.

TSF o regressione lineare

Chi è stato più attento avrà notato la somiglianza tra lo sviluppo del TSF e quello delle medie mobili nel brevissimo periodo. Non a caso, è conosciuto anche come Indicatore Mobile di Regressione Lineare, poiché per tracciare una linea TSF si calcolate regressioni lineari. In pratica, ogni punto lungo l’indicatore di regressione lineare è uguale al valore finale della trendline di di regressione lineare. Per tale motivo, il valore finale di una trendline TSF che copre 20 giorni avrà lo stesso valore dell’indicatore TSF a 20 giorni.

Come va interpretato il TSF

Il TSF va letto in modo simile ad una media mobile, anche esponenziale, con la differenza che il TSF è leggermente più complesso. Infatti, il TSF prende in considerazione linee multiple di regressione lineare e le combina in una sola media mobile.

Di base, va detto che il TSF è una sorta di media mobile perciò quando i prezzi si muovono sotto l’indicatore vuol dire che il mercato è ribassista, mentre se i prezzi si muovono sopra l’indicatore vuol dire che il mercato è rialzista.

Il TSF funziona nel brevissimo periodo, molto più breve rispetto alla media mobile, perciò riesce a includere variazioni più strette. Per capire meglio le differenze tra il TSF e una Media Mobile esponenziale si può provare a applicarle insieme allo stesso grafico e osservare meglio tale differenza nella pratica.

I segnali di Call e Put forniti dal TSF vanno confermati in più archi temporali prima di poter essere “confermati”. Ciò significa che una volta ottenuto un segnale, occorre avere conferma dello stesso prima di procedere all’operazione. Meglio se tale conferma avviene in 2-3 punti consecutivi nel tempo.

Il TSF può essere utilizzato per prevedere punti di massimo, minimo, aree di inversione. Quando un massimo o un minimo è evidente in un determinato time frame (arco temporale), vuol dire che vi soto buoni segnali di ingresso a vreve termine in time frame ancora più corti.

Applicazioni del TSF

Il TSF è il migliore indicatore tecnico di trend per le opzioni binarie, le cui caratteristiche possiamo ricapitolarle e sintetizzarle come segue:

  • E’ un indicatore inseguitore di trend
  • Può essere utilizzato in time frame (archi temporali) multipli
  • Aiuta a prevedere movimenti di prezzo futuri
  • E’ più reattivo delle medie mobili, anche esponenziali, ragion per cui lo si usa per periodi più brevi, cioè non ha molto ritardo nelle sue variazioni al variare delle movimentazioni dei prezzi
  • Rappresenta un vero e proprio strumento di previsione sui prezzi futuri del titolo

Un consiglio pratico è quello di impostare l’indicatore con periodo 5 e 9 barre. Sebbene possa capitare di trovare l’impostazione standard a 7 barre, l’impostazione con 9 vi consentirà di leggere più facilmente i segnali in entrata, poiché la linea sarà meglio definibile e più facile alla lettura.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice