La differenza tra opzioni binarie e tradizionali

I fattori di rischio e di rendimento sono alla base della contrattazione di qualsiasi strumento finanziario. Sono stati introdotti sul mercato, negli ultimi anni, i derivati che accentuano tali fattori. Tra i nuovi derivati ci sono le opzioni binarie. Le opzioni tradizionali e le opzioni binarie sono in realtà due tipi molto diversi di strumenti finanziari. Le opzioni binarie sono costruite sulle opzioni tradizionali, ma la loro particolare natura rimuove molti aspetti dell’opzione tradizionale per semplificare l’operazione per l’utente finale. Entrambe le tipologie di opzioni sono derivati, ciò vuol dire che il loro valore deriva dal valore di qualche altro bene.

Le opzioni tradizionali hanno un profitto influenzato dall’ampiezza del movimento del prezzo, al di sopra o al di sotto del prezzo strike. In quest’ultimo caso la strategia riguarda la decisione di esercitare l’opzione o lasciarla scadere. Le opzioni binarie non includono la possibilità di acquistare o vendere il bene stesso. Il bene è utilizzato in un’opzione binaria solo come punto di riferimento della stessa opzione, per determinare se il contratto è scaduto in the money o out of the money. L’attività sottostante è l’attività da cui dipende il derivato e di fatto praticamente tutto può essere utilizzato come sottostante.

Una delle differenze tra le opzioni binarie e le opzioni tradizionali è la durata. Le opzioni binarie sono semplificate, visto che hanno una durata fissa. La durata può variare da pochi minuti a settimane. È possibile fare un investimento della durata di 5 minuti ed effettuare previsioni a breve del trend. La scelta dell’asset dovrebbe escludere le azioni. Nel caso delle opzioni tradizionali, il profitto è influenzato dall’ampiezza di movimento del prezzo, mentre questa variabile, per le opzioni binarie, non influenza il profitto. Nel caso delle opzioni binarie, se il contratto scade in the money, il trader riceve un pagamento fisso. Al contrario, se il contratto scade out of the money, il trader subisce una perdita fissa. Si tratta di una situazione molto differente rispetto alle opzioni tradizionali, in cui il trader acquista un’opzione ed esamina giorno per giorno il sottostante per valutare i movimenti e prendere delle decisioni. Un’altra differenza tra le opzioni binarie e altre tipologie di derivati è la modesta entità di investimento necessario per iniziare a fare trading. La somma necessaria può essere anche di soli 100 €. In questo modo i principianti hanno la possibilità di iniziare un’esperienza con un rischio minore rispetto ad altri mercati

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice