Ripple: cos'è e come fare trading

Chi si interessa di criptovalute, in questo periodo ha senza dubbio sentito parlare di Ripple. Di cosa si tratta? Come funziona? Per rispondere a queste e ad altre domande, abbiamo creato una guida completa che contiene anche consigli su come investire in tutta sicurezza senza perdere il capitale.

Per chi fosse interessato a cominciare subito a investire senza errori e senza pagare commissioni, segnaliamo che eToro è una delle migliori piattaforme per comprare Ripple. Puoi iscriverti gratis cliccando qui. Nel corso dell’articolo, comunque, presenteremo le recensioni delle migliori piattaforme con cui comprare e/o vendere Ripple in modo sicuro e senza pagare commissioni.

Ripple: cos’è e come funziona

Ripple (XRP) è una criptovaluta sul mercato dal 2013. Secondo gli appassionati e i professionisti del settore, rappresenta una delle cripto più interessanti accanto al Bitcoin e all’Ethereum. Molti esperti considerano Ripple come la criptovaluta emergente per antonomasia.

Esattamente come negli altri casi, anche Ripple è una criptomoneta non controllabile esternamente e basata su una rete peer to peer. L’obiettivo iniziale dei creatori di Ripple è stato quello di superare alcune delle principali criticità del bitcoin, abbattendo i costi delle transazioni.

Prima di entrare nel vivo del funzionamento di Ripple, ricordiamo che con questo nome si inquadra sia la moneta, sia la rete. Quest’ultima, a differenza di quanto accade in Bitcoin, è caratterizzata dall’assenza di registri di transazioni conosciuti con il nome di Ledger. Il loro scopo è quello di effettuare un monitoraggio sugli scambi e di velocizzare le transazioni stesse. La rete si compone di

  • Network di pagamenti
  • Borsa
  • Valuta effettiva

Per capirne il funzionamento, è utile figurarsi in testa il lavoro degli intermediari finanziari. Il funzionamento di Ripple è una versione più moderna del loro compito. La rete, infatti, si fonda su un meccanismo di fiducia. Punto di riferimento essenziale del suddetto sono i crediti IOU (I Owe You). Questi rappresentano le valute reali e vengono convertiti in gateway Ripple. Da ricordare, inoltre, è che tutte le transazioni, oltre che essere istantanee, sono anche gratuite e irreversibili.

A tal proposito va specificato che, quando si parla di Ripple, si inquadra una rete dove le transazioni possono avvenire senza continuità di forma. Ciò significa che è possibile trasferire dollari a un destinatario che, invece, riceverà euro. Divisibile fino a sei decimale, Ripple è l’unità di misura principale per lo scambio di IOU e funziona solo all’interno della rete omonima.

L’unità più piccola esistente di questa valuta è chiamata drop. Un milione di drop fanno un Ripple. Una differenza con il Bitcoin riguarda il fatto che i Ripple sono già stati creati tutti raggiungendo il numero di 100 miliardi. Un altro aspetto distintivo riguarda il fatto che non vengono minati, ma distribuiti tramite OneCoin.

Ripple: storia

ripple cryptocurrency plus500

RIpple è una delle criptovalute che si stanno affermando maggiormente

Come ribadito nel paragrafo precedente, Ripple è una criptovaluta in circolazione dal 2013. Il protocollo originario è stato fondato da Chris Larsen e Jed McCaled. Adottata da numerose banche e istituzioni finanziarie dal 2013 ad oggi, Ripple è una criptovaluta che si contraddistingue per vantaggi tecnici molto interessanti.

Da considerare come un vero e proprio sistema creato per il mondo bancario, è un terreno d’investimenti che merita attenzione.

E’ importante notare che Ripple è l’unica criptovaluta che abbia uno scopo pratico ben definito: sostituire il sistema SWIFT attualmente utilizzato per i pagamenti internazionali. Ripple presenta numerosi vantaggi concreti che lo rendono migliore di SWIFT e quindi ha elevate probabilità di essere adottato in massa da molte istituzioni finanziari.

In realtà, molte banche e fondi di investimento hanno investito in Ripple fin dall’inizio. Inoltre, alcune banche asiatiche hanno già cominciato a utilizzare Ripple per regolare le loro transazioni internazionali in modo più semplice e veloce rispetto alla metodologia tradizionale (SWIFT).

La storia di Ripple e le prospettive dell’immediato futuro rendono i trader estremamente ottimisti i trader.

Ripple: come fare trading

Quali sono i consigli per chi vuole fare trading Ripple? La prima cosa da considerare è la prudenza. Quando si ha a che fare con le criptovalute, infatti, si prende in considerazione un asset molto volatile. Si può guadagnare molto a patto di operare in modo giusto e con una buona formazione di base.

Ma che cosa significa fare trading di Ripple? In pratica, ottenere un profitto sfruttando opportunamente le variazioni delle quotazioni della criptovaluta sui mercati. Molti investitori alle prime armi credono che per guadagnare bisogna comprare quando è basso e poi rivendere quando il prezzo è alto.

Certo, è una tecnica per ottenere un profitto ma non è certo l’unica. I migliori broker per il trading di Ripple, infatti, consentono di effettuare anche un altro tipo di trading speculativo su Ripple: la vendita allo scoperto. Grazie alla vendita allo scoperto, infatti, è possibile ottenere un profitto quando il prezzo scende.

Chi opera con questo tipo di broker ha la possibilità di guadagnare sempre, sia quando il valore di Ripple diminuisce sia quando aumenta.

I migliori broker online per il trading Ripple

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: 24option
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi di trading gratis
    • Indicatori e segnali gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Piattaforma professionale
    • Demo gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply

Quali sono i migliori broker online per il trading Ripple? Per prima cosa, sono quelli sicuri. Perdere soldi per una truffa è la cosa peggiore che possa succedere quando si fa trading di Ripple (o di qualunque altra criptovaluta o titolo finanziario). E purtroppo nel trading online ci sono ancora truffe.

Il modo migliore per evitare queste truffe è operare esclusivamente con broker affidabili, autorizzati e regolamentati.

Un altro aspetto importante è quello di scegliere solo broker senza commissioni: soprattutto per chi comincia con piccole somme è veramente importante ed è l’unico modo di ottenere effettivamente un profitto.

Trading Ripple con eToro

eToro è uno dei broker preferiti da coloro che cominciano a occuparsi di Ripple e di criptovalute. E’ molto semplice ed intuitivo ma non basta: con eToro è addirittura possibile copiare quello che fanno gli investitori migliori, in modo completamente automatico.

Grazie all’innovativo sistema Copytrader, infatti, è possibile trovare gli investitori che nel passato hanno ottenuto il massimo profitto con il minimo rischio. Basta un click per selezionarli e replicare tutte le loro operazioni future.

Non è un caso che eToro è la scelta preferita di molti principianti che vogliono cominciare a fare trading di Ripple (o di qualunque altro titolo finanziario) senza rischi e senza fregature.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Trading Ripple con 24option

Anche 24option è una grandissima opportunità per coloro che vogliono cominciare a fare trading di Ripple. L’interfaccia è veramente semplice e intuitiva, anche un principiante riesce ad operare senza errori fin da subito. Questo succede anche perché appena iscritti si riceve l’assistenza telefonica di un vero esperto di criptovalute e di mercati finanziari che offre consigli e indicazioni precise su cosa fare.

Chi vuole imparare (davvero) come funzionano i mercati finanziari può scaricare gratuitamente un’ottima guida al trading online, probabilmente la migliore oggi disponibile. La guida è gratis (molte guide al trading sono a pagamento e costano tanto), spiega bene la pratica e non fa perdere tempo con la teoria. Il linguaggio è molto semplice. Puoi scaricare gratis la guida di 24option cliccando qui.

Tra gli altri vantaggi di 24option c’è la possibilità di operare in modalità demo: in questo modo si può fare trading di Ripple (o di qualunque altro asset finanziario) senza rischiare nulla perché si adopera un capitale virtuale. La demo è uno strumento prezioso per affinare le proprie abilità e andare a colpo sicuro quando si comincia ad operare con denaro reale.

Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

Trading Ripple con Plus500

In questo novero spicca senza dubbio Plus500. Piattaforma conosciuta in tutto il mondo, è caratterizzata da una semplicità d’uso che permette anche a chi è alle prime armi con il trading online di destreggiarsi al meglio. Non appena si entra, si può scegliere se iniziare con denaro reale o se aprire un conto demo. L’ultima alternativa è considerata la soluzione migliore per chi non ha molta dimestichezza con il trading online.

Plus500 broker ripple

Per negoziare Ripple, una scelta sicura è quella di affidarsi a Plus500

Fare trading online Ripple con Plus500 è vantaggioso anche perché la piattaforma guadagna solo sugli spread e non applica commissioni. La sicurezza e la serietà sono amplificate dal fatto che parliamo di un broker online legato a società quotate sulla Borsa di Londra.

Puoi iscriverti gratis su Plus500 cliccando qui.

Gli strumenti per il trading online Ripple

Ora vediamo, in concreto, come fare trading Ripple. La prima cosa da dire è che per operare non è necessario acquistare la criptomoneta. Esistono infatti i CFD (Contratti per Differenza), strumenti derivati che consentono di fare trading senza bisogno di possedere effettivamente l’asset sottostante. Per approfondire puoi leggere la nostra guida ai CFD.

Un CFD avente come sottostante il Ripple ha sempre lo stesso valore di Ripple. Allora perché è così conveniente utilizzarlo? Per prima cosa, perché grazie ai CFD è possibile sia comprare Ripple per guadagnare al rialzo sia vendere allo scoperto Ripple per guadagnare al ribasso.

L’unico modo semplice per guadagnare quando il valore di Ripple scende è proprio utilizzare i CFD: considerata l’elevata volatilità di Ripple è importantissimo adoperare nel modo giusto questo strumento.

Ricordiamo che il Ripple è stato interessato da un movimento rialzista che è andato di pari passo con quello del Bitcoin, partendo da aprile 2017. Dopo aver toccato il picco a dicembre 2017, il valore della criptovaluta ha vissuto una fase ribassista per tutto il 2018.

Chi ha comprato e ha puntato solo al rialzo ha perso soldi ma chi ha fatto trading in modo intelligente, speculando anche al ribasso, ha potuto ottenere eccellenti profitti anche in questa fase.

Tra gli altri vantaggi dei CFD dobbiamo ricordare la possibilità di utilizzare la leva finanziaria e la grande semplicità d’uso.

Perché gli Exchange non convengono

Fare trading di Ripple con gli Exchange di criptovalute non conviene, per varie ragioni. Per prima cosa , gli Exchange di criptovalute non sono regolamentati e quindi sono molto spesso teatro di pericolose truffe. I broker che abbiamo segnalato, invece, sono sicuri perché regolamentati e quindi mettono al sicuro dalle truffe.

Con gli Exchange, inoltre, si può fare trading solo al rialzo, ottenendo quindi un profitto esclusivamente quando il valore di Ripple aumenta e incassando perdite quando diminuisce. Non è una bella prospettiva tenendo conto che di solito le criptovalute sono caratterizzate da una forte volatilità del prezzo.

Infine, di solito gli Exchange applicano esose commissioni di trading. I broker che abbiamo segnalato, invece, consentono di operare senza pagare commissioni, in modo completamente gratuito. Ecco perché convengono di più.

Ripple: grafico e quotazione in tempo reale

Per la gioia di chi vuole iniziare a fare trading online Ripple, riportiamo il grafico aggiornato in tempo reale (fonte Plus500).

Chi ha dimestichezza con l’analisi tecnica può aggiungere ulteriori indicatori. In questo modo è possibile completare ulteriormente il quadro e rendere ancora più chiare le informazioni quando si inizia a fare trading.

Previsioni Ripple

I trader che decidono di occuparsi di Ripple hanno il problema di fare delle previsioni affidabili su Ripple (tutti meno quelli che usano eToro, loro semplicemente copiano i più bravi investitori del mondo e non devono fare previsioni).

Ma come fare previsioni su Ripple? Dobbiamo distinguere previsioni sul lungo periodo e previsioni sul breve periodo.

Per quanto riguarda il lungo periodo, nessuno può dire nulla di certo: le criptovalute sono un settore così nuovo che non abbiamo ancora tutti i dati sufficienti per fare previsioni sul lungo periodo.

Inoltre tutto dipende dal successo o meno del progetto Ripple. Fra 10 anni tutte le transazioni finanziarie internazionali si baseranno su Ripple? Allora il valore andrà alle stelle. Il progetto fallirà? Allora il valore andrà a zero. Nessuno può dirlo adesso: tutto quello che possiamo fare è prendere profitto da tutti i movimenti, sia al rialzo che al ribasso, facendo trading nel modo giusto.

Per quanto riguarda le previsioni a breve termine, abbiamo ribadito più volte che Ripple è una criptovaluta molto volatile, quindi in tempi molto ristretti può scendere e salire. Ancora una volta, la cosa più intelligente e conveniente da fare è speculare al rialzo oppure al ribasso a seconda dei casi.

Un trucco semplice per fare previsioni su Ripple è seguire Bitcoin: i prezzi di Ripple e Bitcoin sono strettamente correlati e di solito Ripple segue Bitcoin sia quando il prezzo aumenta sia quando diminuisce.

Conclusioni

Ripple è una criptovaluta molto interessante e il trading di Ripple può generare profitti elevati ma bisogna operare nel modo giusto, con broker sicuri e affidabili. Per evitare le perdite, è importantissimo ricordarsi di non fare trading a senso unico (solo al rialzo): bisogna andare al rialzo quando il prezzo sale, al ribasso quando scende!

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento