Speculazione finanziaria: profitti e possibili perdite

speculazione finanziaria
giugno 1, 2017
|
Comments off
|

Quando si descrive uno speculatore di solito si fa riferimento ad una persona che vuole ottenere un vantaggio o utile senza guardare nessuno in faccia, che sfrutta situazioni favorevoli anche a danno di altri soggetti o dell’interesse della collettività.

La speculazione finanziaria non è però da intendersi nell’accezione negativa del termine. Stiamo, infatti, parlando di un’attività lavorativa dove l’operatore finanziario effettua un investimento che comporta dei rischi. Se le previsioni dell’investitore saranno in linea con le aspettative, l’operazione speculativa comporterà un profitto, altrimenti si avrà una perdita.

Speculazione, infatti, deriva dal latino specula (vedetta). Il termine si riferiva alla guardia dei legionari. Il senso etimologico è “guardare lontano” e “guardare in profondità con attenzione” e in senso traslato “guardare nel futuro” o “prevedere il futuro”.

Differenza con molte altre attività di investimento

Rispetto ad altre attività di investimento, fondate sul valore atteso, nell’attività speculativa il valore atteso non si fonda su stime statistiche o significative, ma deriva da un’attività di previsione soggettiva. In Finanza significa produrre previsioni. Espone l’operatore speculativo a grandi rischi, i quali possono essere remunerati da pari profitti o a perdite ingenti.

Definizioni di speculazione

Due le correnti di pensiero economico: keynesiana e neoclassica. Per John Maynard Keynes la speculazione è un’arte basata sulla comprensione di cosa gli altri operatori di mercato avessero pensato rispetto al futuro. Pertanto bisogna comprendere in anticipo come agirà la maggior parte degli operatori.

La scuola neoclassica intende, invece, la speculazione come l’attività di un operatore che si assume dei rischi per i quali richiede una giusta remunerazione. Lo speculatore è inteso come un elemento fondamentale del mercato: assicura liquidità e concorre alla formazione di un prezzo efficiente.

Per Ludwig von Mises ciascun operatore economico è uno speculatore dato che l’azione umana è sempre diretta verso il futuro che è di per sé sconosciuto e quindi incerto. Sempre per l’economista austriaco “la speculazione anticipa i futuri cambiamenti dei prezzi”.
I tipi di speculazione
La speculazione può essere al rialzo. Si acquista un bene per rivenderlo in futuro ad un prezzo maggiore. Altrimenti si specula al ribasso. Si cede un bene la cui valutazione si ritiene scenderà in futuro. Da considerare la relazione inversa che si instaura tra il valore del titolo ed il tasso d’interesse.

La speculazione rialzista viene attuata comprando e accumulando un bene per rivenderlo in futuro quando il prezzo aumenterà.

La speculazione ribassista può essere praticata ritardando l’acquisto di un bene ad un momento futuro, prevedendo che il prezzo diminuisca o anche vendendo un titolo che impegna il venditore a consegnare una determinata quantità del bene in futuro, prevedendo di acquistarlo in un secondo momento dal mercato, quando il prezzo è diminuito.

Compravendita di strumenti finanziari allo scoperto

Si tratta di una forma di speculazione finanziaria possibile grazie ad un periodo di alcuni giorni che intercorre dal momento dell’operazione a quello della sua liquidazione con lo scambio dei titoli e del controvalore in moneta. Visto che la moneta è un bene come altri, ogni speculatore al rialzo sul prezzo di un bene sta, nello stesso istante, speculando al ribasso sul valore della moneta rispetto a quel bene. La differenza tra uno speculatore al rialzo e uno al ribasso è che speculando al rialzo sul prezzo di un bene, lo speculatore rischia una capitale limitato mentre un ribassista mette a rischio una quantità indeterminata di capitale. Lo speculatore al rialzo può guadagnare denaro in modo indefinito rivendendo il bene mentre lo speculatore al ribasso può guadagnare il prezzo a cui si è impegnato di vendere il bene nel caso il prezzo del bene sia zero in futuro.

Coniugando una speculazione al rialzo o al ribasso dei prezzi, lo speculatore può scegliere di agire allo scoperto. Lo scopertista può vendere degli strumenti finanziari che ancora non possiede, scommettendo su un abbassamento del loro prezzo per comprarli prima della scadenza del pagamento. Così guadagna sulla differenza tra il prezzo di vendita e quello inferiore di acquisto.

La speculazione su strumenti derivati

Si realizza comprando o vendendo gli strumenti derivati senza essere in possesso del relativo sottostante, quindi operando allo scoperto. In questo modo, a parità di rischio, si possono moltiplicare i rendimenti e la leva finanziaria attraverso l’uso della marginazione. L’investitore punta ad ottenere profitti dalla compravendita del derivato.

La speculazione edilizia

La figura dello speculatore è presente in diverse attività come nel caso della speculazione edilizia con l’acquisto e la successiva vendita di beni immobili allo scopo di ottenere un surplus tra il costo di acquisto ed il prezzo di vendita.

Opinioni sulla speculazione finanziaria

Sulla figura dello speculatore gli operatori del mercato hanno opinioni discordanti. In molti li equiparano a dei “giocatori d’azzardo”, ma tuttavia pensano che un mercato in salute è costituito non solo da hedgers e arbitraggisti, ma anche da speculatori.

Un hedger è l’investitore che assume dei rischi eccessivi. L’arbitraggio é un’operazione di valore capitale per generare un rendimento certo attuata dagli arbitraggisti che guadagnano dalla differenza dei prezzi tra le varie borse. Gli arbitraggisti hanno un portafoglio chiuso. Questa figura prova a sfruttare anche le inefficienze del mercato. Riescono a guadagnare denaro sfruttando il ritardo con cui i vari mercati immettono dei dati nei loro server “Exchange”, il cosiddetto arbitraggio della latenza. Tutte e tre le categorie di investitori sono fondamentali e funzionali per un mercato efficiente.

Gli “avversari” della speculazione sono fortemente convinti che investire denaro sulla base di un evento che potrebbe accadere in un prossimo futuro è un azzardo. Gli speculatori replicano precisando che nelle loro previsioni sono supportati da dati e “scommettono” solo sulla possibilità o meno di recepire altri indicatori statisticamente significativi. La speculazione è una forma di investimento soggettivo. L’investitore ha delle aspettative che, se realizzate, generano un utile, altrimenti una perdita.

Gli speculatori: trarre profitto

Gli speculatori che ottengono maggiori guadagni perlopiù operano per conto di società commerciali che mettono a disposizione formazione e risorse per incrementare le loro probabilità di successo. Chi specula in modo indipendente, necessita di tanto tempo da dedicare alle ricerche di mercato, seguire gli eventi, le ultime notizie e comprendere le strategie di trading più complesse.

Come speculare

Speculare è un’attività economica ed un’arte con delle tecniche collaudate come il pairs trading e lo swing trading, che si avvalgono di strategie di copertura e schemi grafici di riconoscimento. Gli speculatori sono molto bravi a tracciare l’analisi fondamentale, tra cui società sovra o sotto-valutate, l’ammontare degli interessi, l’analisi delle retribuzioni. Uno speculatore navigato conosce i movimenti a breve termine dei mercati di investimento collegati agli eventi mondiali.

Imparare ad essere uno speculatore

Prima di investire denaro, è opportuno creare un account virtuale attraverso uno dei diversi portali finanziari gratuiti. A quel punto bisogna apprendere come si comporta il mercato e vedere come i titoli preferiti reagiscono agli eventi del mercato. Si può anche leggere libri ed ebook che trattano la materia.

Grazie al facile accesso ai mercati mondiali di investimento tramite portali di intermediazione online, la speculazione sta attirando sempre più persone. Ma non va sottovalutato mai il rischio. Il consiglio è di procedere in modo graduale ed oculato differenziando gli investimenti e non uniformandosi al trend. La speculazione funziona se si è abili, esperti e si ha tempo ed energie da investire.

Migliori piattaforme per speculare

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

Qui sopra, una tabella riassuntiva delle caratteristiche delle migliori piattaforme per speculare sui mercati finanziari. Si tratta di piattaforme molto intuitive da utilizzare.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice