Quotazione criptovalute: cosa sapere e come fare trading

quotazione criptovalute
Settembre 16, 2019
|
Comments off
|

La quotazione criptovalute è un’informazione molto importante per chiunque punti a fare trading in maniera efficace.

Questi asset, molto volatili ma anche al centro dell’attenzione mediatica ormai da anni, possono essere gestiti con profitto se si fa attenzione ad alcune regole, che spiegheremo nelle prossime righe.

In questa guida spiegheremo nel dettaglio come ottenere le quotazioni delle criptovalute in tempo reale e parleremo anche della possibilità di fare previsioni sulle criptovalute. Inoltre, approfondiremo anche la possibilità di copiare, in modo completamente automatico, le operazioni degli investitori migliori mediante la piattaforma eToro. Ma andiamo con ordine.

Valore criptovalute in tempo reale: come ricavarlo

Come è possibile ricavare le informazioni sulla quotazione criptovalute? Il principale punto di riferimento in questo caso sono i broker online.

Queste piattaforme, legali e controllate a livello internazionale, sono offrono grafici aggiornati in tempo reale. Strumenti arricchibili con indicatori di analisi tecnica, possono essere utilizzati per il trading con tutte le criptovalute.

Molti esperti che le criptovalute hanno un comportamento tutto sommato simile a quello delle valute tradizionali: insomma, il cambio Bitcoin / Euro non segue dinamiche tanto diverso dal cambio Sterlina / Euro, solo è molto più volatile.

Criptovalute andamento: cosa sapere sulle maggiori valute digitali

Il mondo cripto è molto vario. Si sente quasi sempre parlare di Bitcoin, ma c’è molto di più. Nelle prossime righe, entreremo nel dettaglio della quotazione criptovalute di questa valuta digitale, ma anche di altre nate dopo il 2009.

criptovalute andamento

Oltre a Bitcoin, ci sono altre criptovalute di cui vale la pena esaminare la quotazione

Valore criptovalute in tempo reale: cosa sapere sul Bitcoin

Iniziamo a parlare di quotazione criptovalute entrando nel merito di Bitcoin. Questa valuta digitale, nata nel 2009, è frutto dell’inventiva di Satoshi Nakamoto, la cui identità è ancora oggi sconosciuta. Nel corso degli anni sono state avanzate varie ipotesi, ma nessuna si è rivelata veritiera e verificabile. Cosa sono di preciso i Bitcoin? Ricordiamo innanzitutto che con la B maiuscola si inquadra la rete peer to peer. Con la b minuscola, invece, si intende la valuta in sé. I bitcoin sono una valuta digitale decentralizzata, che non prevede la possibilità di controlli da parte di enti bancari o istituzionali.

Conservabili in wallet – appositi programmi scaricabili su diversi device – i bitcoin possono essere trasferiti tramite transazioni. Le suddette, sono riportate su una sorta di libro mastro noto come blockchain. Per concretizzarle, è necessario essere in possesso di una chiave pubblica, che identifica il singolo ricevente, e di una chiave privata, fondamentale per autorizzare il tutto. Attenzione: la chiave privata non deve essere mai persa! Se succede, si perde anche tutta la somma. Parlare di transazioni Bitcoin vuol dire citare anche il mining.

Ecco cosa influenza la quotazione del Bitcoin

Dopo questa doverosa premessa, è possibile entrare nel merito di quello che influenza la quotazione di Bitcoin. Il principale riferimento in merito è senza dubbio l’equilibrio tra la domanda e l’offerta. Per capire meglio la situazione, ti invitiamo a immaginare un attimo il bene rifugio per eccellenza, ossia l’oro.
Cosa ha di particolare? Il fatto di essere limitato dal punto di vista quantitativo. Lo stesso vale per i Bitcoin. Il limite alla loro produzione, è pari a 21 milioni di unità. Questa peculiarità, lega ancora di più la valuta digitale più famosa del mondo alla legge della domanda e dell’offerta.

In poche parole, più la valuta digitale è richiesta, più cresce il suo valore, come è successo nel 2017. Con queste informazioni a disposizione, è più facile gestire le decisioni di trading, che devono essere prese dopo aver visionato la quotazione in tempo reale, che puoi trovare qui sotto.

Criptovalute elenco: cosa sapere su Litecoin

Continuiamo ad approfondire la questione della quotazione criptovalute parlando di Litecoin. Cosa dire su questa valuta digitale? Prima di tutto, che è stata rilasciata attraverso un client open source nel 2011. Alla base di questa iniziativa, c’è un ex dipendente di Google di nome Charlie Lee. Quali sono le differenze rispetto al Bitcoin? La principale è senza dubbio il tempo che il sistema impiega a processare i blocchi. Nel caso di Bitcoin, si parla di 10 minuti. In quello di Litecoin, invece, di 2,5 minuti. Questo si traduce in una conferma più rapida delle transazioni.

La quotazione di Litecoin, esattamente come quella di Bitcoin  e delle altre criptovalute, è influenzata dalla domanda e dall’offerta. Questa valuta digitale, nel 2017, è stata interessata da una fortissima esplosione del prezzo. Il valore, infatti, è passato da 3 a 30 dollari in poco tempo. Si tratta di un aumento altissimo, pari al 900%.

Anche in questo caso, chi vuole provare a fare trading deve prendere come punto di riferimento broker come Plus500 (apri qui il tuo conto demo) ed eToro (inizia ora la tua esperienza di trading).

Su queste piattaforme, è possibile operare con i CFD. I Contracts for Difference, strumenti derivati che replicano l’andamento dell’asset, consentono di fare trading senza comprare gli asset stessi. In questo modo, ci si tutela dalla volatilità che contraddistingue soprattutto le criptovalute.

Rimane sempre ferma l’importanza di visionare il grafico in tempo reale, strumento essenziale per prendere decisioni equilibrate. Qui sotto, puoi trovare quello di Litecoin.

Criptovalute Ripple: peculiarità della valuta digitale e quotazione

Parlare di quotazione criptovalute significa, per forza di cose, chiamare in causa anche Ripple (XRP). Questa valuta digitale è in circolazione dal 2013. Alla base del progetto, c’è un protocollo specifico, ossia OpenCoin. I suoi fondatori sono Chris Larsen e Jed McCaled. Ripple è una criptovaluta che è stata ideata con l’obiettivo di risolvere alcuni dei problemi che, secondogli utenti più esperti, contraddistinguono il mondo Bitcoin.

Tra questi, è possibile includere gli alti costi di transazione. Tra le caratteristiche principali di Ripple è possibile ricordare la forma decentralizzata. Da ricordare, inoltre, è che le transazioni effettuate con questa valuta digitale non sono rintracciabili. Un altro aspetto degno di nota è la possibilità di trasferire denaro senza continuità di forma. Ciò vuol dire, per esempio, che un destinatario a cui vengono inviati dollari può ricevere euro.

Comprendere Ripple significa paragonare il sistema a quello di una banca più evoluta rispetto a quelle tradizionali. Tutto si basa sulla fiducia e sui crediti IOI (I Owe You). I suddetti, che rappresentano valute reali, vengono inviati, ricevuti e convertiti in denaro vero.

Per comprendere la situazione relativa alla quotazione di Ripple, come nel caso di altre criptovalute, è necessario prima di tutto considerare l’equilibrio tra domanda e offerta. Molto importante è ricordare che, per un po’ di tempo, Ripple è cresciuto di pari passo con Bitcoin. La sua situazione dal punto di vista della capitalizzazione, seppur imparagonabile a quella di Bitcoin, rimane comunque una delle più interessanti del mondo cripto. Per questo motivo, molti investitori comprano Ripple.

Concludiamo specificando che, anche per Ripple, il grafico in tempo reale rimane uno dei principali di riferimento per chi vuole iniziare a fare trading in maniera sicura.

Tutte le criptovalute: parliamo di Ethereum

Nei paragrafi precedenti, abbiamo parlato della quotazione criptovalute chiamando in causa alcuni tra i più importanti riferimenti del mondo cripto. Manca Ethereum. Questa criptovaluta può essere definita più correttamente come una piattaforma del web 3.0 finalizzata alla pubblicazione di contratti intelligenti.

La sua nascita risale al 2013 su iniziativa di Vitalik Buterin, giovanissimo programmatore russo. L’anno successivo, Buterin lanciò una ICO. Grazie a questa offerta iniziale, è stato possibile rendere il sistema accessibile online.

Data questa premessa iniziale, possiamo parlare, a grandi linee, di come funziona Ethereum. Questa criptovaluta, per essere precisi, è una piattaforma computazionale che si basa su scambi in Ether, la criptovaluta di riferimento del sistema. Il suddetto, funziona grazie ai contratti intelligenti (smart contracts). Cosa sono? Protocolli informatici che vengono eseguiti esattamente come sono stati programmati, senza alcuna interferenza da parte di soggetti esterni.

Ethereum ha una blockchain a sé rispetto a Bitcoin. La suddetta, consente di sviluppare applicazioni non per forza legate al mondo cripto. La quotazione di questa criptovaluta ha subito un balzo notevole nel 2017, sulla scia del successo di Bitcoin. La storia di Ethereum segue quella delle altre criptovalute: ad una pausa di riflessione del 2018 è seguita una forte ripresa nel 2019. Chi ha comprato Ethereum al momento giusto ha fatto sicuramente un grande affare.

Investire sulle criptovalute con i CFD

Grazie ai broker online legali – controllare la presenza dell’apposita licenza CySEC è fondamentale – è possibile fare trading con i CFD, minimizzando il rischio e gestendo il tutto con tempistiche più rapide. Ovviamene, prima di mettere mano alle operazioni, è opportuno documentarsi sulla situazione della criptovaluta e sulla sua quotazione in tempo reale.

Grazie ai CFD è possibile guadagnare sempre, sia quando il prezzo delle criptovalute sale sia quando scende. E’ infatti possibile comprare criptovalute per guadagnare con l’aumento del prezzo oppure vendere allo scoperto per guadagnare con la discesa. La vendita allo scoperto è un’operazione speculativa che genera un profitto quando il prezzo di un titolo finanziario scende.

Detto in altre parole, per guadagnare con le criptovalute non è necessario che il prezzi aumenti: basta prevedere il cambio della quotazione. Puoi approfondire l’argomento leggendo il nostro articolo sul trading di CFD.

Qui sotto elenchiamo alcune delle migliori piattaforme per investire sulle criptovalute con i CFD. Si tratta di piattaforme autorizzate e regolamentate, quindi sicure. Inoltre, sono tutte piattaforme che molto semplici da utilizzare e quindi perfette per i principianti:

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: 24option
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi di trading gratis
    • Indicatori e segnali gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply

eToro

eToro è una delle piattaforme migliori in assoluto per investire in criptovalute ed è sicuramente la preferita dai principianti. Il suo punto di forza fondamentale è la possibilità di copiare, in modo completamente automatico, le operazioni degli investitori più bravi.

Grazie al software brevettato messo a punto da eToro è possibile individuare gli investitori che hanno ottenuto il massimo profitto con il minimo rischio. Questi investitori possono essere selezionati e il software si occuperà di replicare automaticamente le loro operazioni.

I principianti che cominciano per la prima volta ad operare con le criptovalute (o con gli altri asset finanziari tradizionali) hanno il vantaggio di ottenere risultati da subito e possono anche imparare a investire osservando quello che fanno i migliori investitori del mondo.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Iq Option

Iq Option è un’altra grande opzione per coloro che decidono di cominciare a investire sulle criptovalute. Si tratta di una piattaforma molto semplice ed intuitiva, adatta persino a chi non sa nemmeno cosa sono le criptovalute o gli investimenti finanziari.

Con Iq Option bastano appena 10 euro per cominciare a investire: un capitale davvero alla portata di tutti. Per quanto riguarda le altre piattaforme, l’investimento varia tra i 100 e i 250 euro.

Chi vuole sapere tutto sugli investimenti speculativi può anche accedere ad un’area didattica ricchissima di video corsi che spiegano tutto quello che bisogna sapere per guadagnare sui mercati finanziari.

Iq Option mette a disposizione dei suoi iscritti un conto demo illimitato e senza vincoli che consente di fare esperimenti senza rischi, in modo da andare poi a colpo sicuro quando si inizia a investire con denaro reale.

Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo spiegato nel dettaglio da cosa dipendono le quotazioni delle criptovalute e abbiamo anche evidenziato che prevedendo le quotazioni delle criptovalute è possibile ottenere (sempre) un ottimo profitto grazie ai CFD.

 

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento