MXC: guida all'Exchange di criptovalute

MXC
Ottobre 16, 2019
|
Comments off
|

In questo articolo parleremo di MXC. Di cosa si tratta? Di un Exchange di criptovalute molto famoso. Non a caso, i nostri lettori ci stanno mandando tante mail con richieste di informazioni. Dal momento che teniamo molto a fornire a chi ci segue delle risposte chiare e complete, abbiamo preparato la guida che puoi leggere nelle prossime righe e che contiene tutta la verità su MXC.

Leggendola, avrai modo di scoprire anche altre preziose informazioni. Quali di preciso? I vantaggi di broker come Iq Option, 24Option ed eToro, piattaforme che consentono di fare trading senza commissioni e soprattutto in maniera sicura e semplice (possono essere utilizzati anche dai principianti).

Come puoi vedere, prima della guida abbiamo inserito un indice. Grazie ad esso, avrai modo di scegliere e approfondire gli argomenti che ti interessano di più.

MXC

Cos’è MXC?

Come già detto, MXC è un Exchange di criptovalute. La sua creazione è frutto del lavoro di professionisti del trading quantitativo attivi a Wall Street. Registrato a Singapore, supporta numerose valute digitali. Ricordiamo che, a differenza di altri Exchange di Paesi orientali, MXC non impedisce agli utenti statunitensi di acquistare le criptovalute.

Al 29 agosto 2019, il volume degli scambi corrispondeva a 1,1 miliardi di dollari, una cifra senza dubbio interessante. Per quanto riguarda i vantaggi della piattaforma, da citare sono senza dubbio le alte prestazioni e l’attenzione alla sicurezza. Chi vuole utilizzare questo Exchange ha la possibilità di farlo anche tramite app. Queste ultime sono scaricabili gratuitamente e risultano compatibili sia con i dispositivi Android, sia con quelli iOS.

Commissioni di MXC: a quanto ammontano?

Quando si parla dell’Exchange di criptovalute MXC, è necessario ricordare l’applicazione delle commissioni. Si tratta di una peculiarità che riguarda anche altri Exchange, come per esempio Coinbene e FatBTC. Attenzione: si tratta di oneri assolutamente legali.

Applicare le commissioni è legittimo. Nel caso di MXC, si parla di una commissione forfettaria pari alllo 0,20% a operazione. Parliamo di una percentuale leggermente inferiore alla media del settore, che corrisponde allo 0,25% a signola operazione. Da non dimenticare è anche la presenza delle commissioni di prelievo. In questo caso, si parla di un onere fisso a prescindere dalla quantità di criptovalute prelevate.

A queste somme vanno aggiunto anche gli oneri fiscali. Alla luce di quanto appena specificato, se si ha intenzione di risparmiare nessuno vieta di scegliere alternative per evitare di pagare le commissioni. Come già detto, esistono diversi broker che non li applicano. Tra questi è possibile ricordare Iq Option (clicca qui per accedere al sito).

Il broker in questione non è solo privo di commissioni, ma anche estremamente vantaggioso per via del deposito minimo molto basso. Iq Option permette infatti di iniziare a investire con un deposito di soli 10 euro. Nessun broker consente di iniziare con così poco. Ricordiamo ovviamene la possibilità di investire sulle principali valute digitali, da Bitcoin, a Ethereum, fino a Ripple e Bitcoin Cash.

Come puoi vedere, abbiamo utilizzato la parola “investire” e non il termine “acquistare”. Non si tratta di una scelta casuale. Se vuoi scoprire come mai, non devi fare altro che seguirci nelle prossime righe, dove parlaremo di un trucco molto importante per guadagnare con le criptovalute.

MXC

Comprare criptovalute è la scelta giusta?

MXC è un Exchange che, come tanti altri siti della medesima tipologia, consente di acquistare criptovalute nel vero senso della parola. Si tratta di un’opzione assolutamente legale, ma non sempre vantaggiosa. Come ben sa chi ha seguito le vicende di Bitcoin dal 2017 ad oggi, le valute digitali sono estremamente volatili. Puntare solo sulla loro crescita di valore è molto pericoloso. Il rischio è quello di trovarsi con molti meno soldi rispetto a quelli con cui si era partiti.

Per questo motivo, è opportuno utilizzare i CFD (Contracts for Difference). Questi strumenti, messi a disposizione da broker come Iq Option (e non solo), consentono di investire senza bisogno di acquistare la valuta digitale ma replicandone l’andamento.

Per guadagnare con i CFD è necesario azzeccare l’andamento dell’asset. Le alternative possibili sono le seguenti:

  1. Apertura di una posizione long o di acquisto: soluzione da considerare quando si prevede un aumento di valore della criptovaluta (il ragionamento vale anche per gli altri asset).
  2. Apertura di una posizione short o di vendita: soluzione da prendere in considerazione in caso contrario.

Come puoi vedere, la gestione è estremamente semplice. Questo non significa che ci si possa approcciare al mondo degli investimenti online con superficialità. I mercati sono imprevedibili ed è necessario fare i conti con un rischio sempre in agguato. Per imparare a gestirlo si possono prendere come riferimento risorse come la guida di 24Option (clicca qui per accedere al sito del broker).

Quando la si nomina, si inquadra un ebook interattivo molto semplice. A differenza di altri corsi di trading online, questa guida non si concentra solo sulla teoria. Conoscerla è importante, ma senza la pratica non si va da nessuna parte. I redattori della guida di 24Option lo sanno bene, motivo per cui hanno dato vita a una risorsa che va dritta al punto.

Il bello è che si tratta anche di un ebook gratuito. Anche da questo punto di vista si nota una differenza abissale rispetto a molte altre proposte presenti online, che richiedono migliaia di euro per non insegnare nulla. Nella maggior parte dei casi sono accozzaglie di concetti teorici messi assieme da persone che si intendono di marketing e poco o nulla di trading). La buona notizia finale riguarda la possibilità di scaricare gratis questo ebook. Se vuoi leggerlo, non devi fare altro che cliccare qui e inserire la mail che utilizzi di più.

I motivi per cui è famoso 24Option, broker caratterizzato dall’assenza di commissioni e per questo ottima alternativa gratuita all’Exchange MXC, riguardano anche la possibilità di utilizzare gratis i segnali di trading. Cosa sono di preciso? Consigli sulla posizione migliore da aprire sul mercato forniti da investitori di fama internazionale. Si tratta di un servizio di grande valore. Non è un caso che la maggior parte dei broker li metta a disposizione solo a pagamento. 24Option si differenzia dalla massa anche da questo punto di vista. I suoi utenti hanno infatti la possibilità di utilizzarli gratis. Per provarli, è necessario aprire un conto con denaro reale effettuando un deposito minimo di 250 euro.

Clicca qui per iscriverti e per cominciare subito a provare i segnali di trading

Se non ci si sente subito in grado di affrontare i mercati, nessuno vieta di iniziare con il conto demo. Grazie ad esso, come già detto, è possibile investire senza rischiare nulla, dal momento che si opera con denaro virtuale. Attenzione: non è che quando poi si apre il conto demo ci si ritrova abbandonati. Il broker in questione consente infatti di accedere a consulenze telefoniche gratuite e personalizzate fornite da esperti del broker.

Se si punta ad apprezzare un livello di semplicità ancora più alto, è opportuno considerare i vantaggi di eToro (clicca qui per accedere al sito). Questo broker è famoso non solo per il fatto di essere privo di commissioni, ma anche per la possibilità di usufruire del Copy Trading.

Di cosa si tratta? Di un meccanismo gratuito che consente di copiare quanto già fatto da altri trader di successo, i cosiddetti guru. Questi investitori, esattamente come tutti gli altri utenti di eToro, condividono le informazioni sulla propria strategia tramite bacheche gratuite il cui funzionamento è molto simile a quelle di Facebook.

Non a caso, quando ci si riferisce a eToro si tende spesso a chiamarlo il social network del trading online. Ricordiamo inoltre che per affinare la propria ricerca è possibile utilizzare il motore di ricerca interno del broker. Grazie ad esso, si ha modo di selezionare i guru sulla base di diversi criteri. in questo novero è possibile includere l’asset di interesse, ma anche il Pase di provenienza, il profilo di rischio, il numero di copiatori, criterio fondamentale per capire se si ha davanti o meno un investitore di successo.

Tutte queste informazioni sono disponibili anche a chi ha solo il conto demo. Quando ci si sente pronti, è possibile aprire quello con denaro reale. Per attivarlo, è necessario effettuare un deposito di 200 euro. Attenzione: questa cifra non va considerata un pagamento, ma una somma di proprietà del trader che ha la possibilità di utilizzarla come preferisce sui mercati.

Clicca qui per iscriverti su eToro e per cominciare subito a copiare i trader migliori del mondo

Da queste poche righe avrai capito che eToro è un broker molto semplice, utilizzabile tranquillamente anche da chi inizia da zero a investire online. Questo non vuol dire che sia una macchina da soldi. Chi vuole avere successo con questo broker deve infatti adottare alcune accortezze. La principale consiste nel diversificare il rischio. Ok, siamo d’accordo, seguire la strategia di un singolo investitore può rivelarsi allettante. Nonostante questo, non bisogna lasciarsi ingannare. I guru sono pur sempre esseri umani fallibili e non certo macchine perfette.

Per questo motivo, è opportuno seguirne almeno 6 o 7. Inoltre, chi vuole avere successo nel proprio trading su eToro (clicca qui per ottenere un conto gratis) dovrebbe monitorare nel corso del tempo le performance degli investitori seguiti, facendosi trovare pronto a eliminare quelli che non risultano più profittevoli.

Con queste idee chiare, si è già a buon punto per quanto riguarda la gestione di eToro, un broker di cui non si può che parlare bene. Per rendersi conto della sua qualità, basta ricordare che i guru vengono retribuiti sulla base del numero di persone da cui vengono seguiti.

Come depositare su MXC

Lasciamo un attimo da parte i broker per tornare alle caratteristiche di MXC. Parliamo nello specifico dei metodi di deposito. L’Exchange in questione consente di depositare tramite bonifico bancario ma non con le carte di credito. In questo caso si differenzia da altri broker sopra ricordati, come per esempio 24Option (clicca qui per ottenere un conto). La piattaforma in questione consente infatti di depositare anche con carta di credito e tramite portafogli elettronici come Paypal e Skrill.

Sicurezza dell’Exchange

Per quanto riguarda la sicurezza di questo Exchange di criptovalute, è utile citare il punteggio dell’Osservatorio di Mozzilla che, in linea con altri portali del genere, assegna a MXC una F. A proposito dei livelli di sicurezza degli Exchange in generale è bene aprire una parentesi.

Anche se non si parla nello specifico del caso che stiamo trattando, non sono pochi i casi di Exchange che hanno chiuso da un giorno all’altro sparendo con i soldi degli utenti. Lo stesso vale per quelli che sono stati violati. Come sopra ricordato, MXC è registrato a Singapore. Questo significa che non deve rispondere alle regole a cui devono invece fare riferimento broker come Iq Option, eToro e 24Option, piattaforme che, per essere online, devono rispondere a delle norme molto severe.

Tra queste è possibile ricordare tutte le regole riguardanti la tutela dei soldi degli utenti che, come sopra ricordato, vengono custoditi su conti diversi rispetto a quello principale del broker, così da preservarli in caso di problemi a carico della società principale.

Attenzione: con questo non stiamo certo dicendo che utilizzare questi broker voglia dire guadagnare nel 100% dei casi. Come già specificato, il rischio non abbandona mai chi utilizza questo piattaforme. Si tratta però di un rischio che riguarda l’imprevedibilità dei mercati e non certo ilfatto di trovarsi, da un giorno all’altro, con il conto vuoto per via di qualche truffa.

Conclusioni

MXC è un Exchange di criptovalute famoso in tutto il mondo. Contraddistinto da un ampio volume di scambi, si contraddistingue per commissioni mediamente più basse rispetto a quelle di altri Exchange. Ricordiamo inoltre che, dal momento che è tutto focalizzato sull’acquisto, non è possibile puntare al ribasso, con tutti i rischi del caso nell’eventualità di perdita di valore della criptovaluta di proprio interesse.

Gli Exchange sono assolutamente legali. Se però si ha intenzione di investire risparmiando, il consiglio è quello di utilizzare broker come Iq Option, 24Option ed eToro, piattaforme gratuite che consentono di operare con i CFD e, di conseguenza, di guadagnare anche quando le criptovalute di proprio interesse perdono quota.

Ora che sei arrivato alla fine della guida, speriamo di averti aiutato a capire qualcosa di più sulle caratteristiche di questo Exchange. Se vuoi, puoi condividere l’articolo con i tuoi contatti. In questo modo, permetterai ad altre persone nella tua stessa situazione di scoprire tutte le informazioni su MXC.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento