Lo swap valutario e il cross currency swap

gennaio 13, 2013
|
Comments off
|

Lo swap valutario è un’operazione di cambio, in cui due o più parti si impegnano a realizzare uno scambio tra una certa quantità di una valuta e un’altra valuta, a un tasso fisso, per un periodo di tempo specificato. È un contratto a termine. Alla fine del lasso di tempo predeterminato, ciascuna parte scambia, con l’altra parte, la somma originaria. Si tratta di due flussi di cassa in due diverse valute. Lo swap valutario è in genere stabilito per un periodo di tempo qualsiasi, fino a una scadenza a 30 anni.

ESEMPIO: Ad esempio se il trader A scambia una certa quantità di Dollari per Euro con il trader B, il trader A pagherà i tassi in Euro, e viceversa. Alla data del regolamento del contratto, le parti A e B scambieranno rispettivamente la stessa quantità in valuta, al tasso precedentemente concordato. È da considerare uno strumento finanziario o derivato. Il principale vantaggio di uno swap valutario è la sua flessibilità. Questo tipo di strumento può aiutare entrambe le parti a limitare o gestire l’esposizione alle fluttuazioni dei tassi di interesse o di ottenere un tasso di interesse più basso. Naturalmente, come per qualsiasi strumento finanziario nel Forex, richiede la gestione del rischio. Alcuni contratti prevedono anche l’eventualità che una delle parti partecipanti non sia in grado o non desideri continuare il contratto. Questo è il motivo per cui alcuni contratti prevedono la possibilità di vendita a una terza parte.

Un contratto simile allo swap valutario è il cross currency swap. In questo caso esistono due flussi di capitale, uno per ciascuna valuta. Le parti si impegnano a uno scambio reciproco di un capitale iniziale, di flussi periodici di interesse e di un capitale finale, in due valute diverse. È essenziale che le parti siano impegnate a scambiarsi flussi di capitale a scadenza. Il calcolo degli interessi avviene, in genere, utilizzando un indice a tasso variabile come ad esempio USD LIBOR. Un altro calcolo di interessi si basa su un tasso fisso o un altro indice a tasso variabile, denominato in una valuta diversa. Il vantaggio del cross currency swap è  che permette  di chiedere un prestito nella valuta che conferisce le condizioni migliori. È possibile utilizzare il denaro, ricevuto in valuta estera, per il pagamento di prestiti. Il target di questo tipo di contratto è costituito da investitori che desiderano acquistare asset e allo stesso tempo cercano di evitare le esposizioni in valuta estera.

 

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice