Le regole per fare trading online ed essere vincenti

trading online vincente
December 16, 2016
|
Comments off
|

Fare trading online è un’attività alla portata di tutti. Il requisito base è quello di attenersi a delle regole che ogni trader deve apprendere ed usare per fare trading online traendo profitti.

E’ necessario studiare l’abc del trading online. Vanno compresi i metodi, i sistemi, piani, ratio profitto/perdita e il tasso di vincita. Bisogna acquisire con lo studio e l’esperienza la capacità di leggere i grafici di prezzo, i pattern.

Bisogna negoziare in modo disciplinato. Sono tanti gli investitori che operano d’impulso. Per trarre profitti è necessario sostituire le opinioni con i segnali di trading, varare una strategia di position sizing e fissare un trading system.

La prima regola del trading online

La prima regola da seguire se si vuole guadagnare con il trading online è quella di selezionare esclusivamente piattaforme di trading sicure, affidabili e oneste. Scegliere in maniera sbagliata la piattaforma di trading potrebbe avere conseguenze funeste. Abbiamo riunito qui sotto le migliori piattaforme per fare trading online in maniera vincente.

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

Il trading System

Chi opera nel mondo del commercio sceglie tra 2 strategie differenti. Vendere tanto a prezzi contenuti. Vendere di meno a prezzi più elevati. Per realizzare questo risultato c’è chi vende ad un prezzo inferiore uno stesso prodotto e chi, invece, punta su prodotti più costosi. Vendendo un numero minore di pezzi dei secondi potrà verosimilmente conseguire maggiori guadagni. Questione di punti di vista e di strategie.

Per trarre profitti nel trading si può agire come i commercianti: guadagnare attraverso la quantità dei trade positivi rispetto a quelli negativi oppure in base all’importanza della singola negoziazione. Se ha un trading system in cui la misura dei risultati positivi equivale a quella alle perdite, bisogna necessariamente puntare ad un numero più elevato di vincite che di perdite. Un sistema con una percentuale elevata di vincite può diventare in uno non-profittevole, nel momento in cui la quantità delle perdite diviene fuori controllo.

I sistemi con un alto tasso di successi iniziano a non funzionare nel momento in cui il trend di mercato muta. Questo sistemi vanno studiati valutando attentamente la possibilità di successo. Se i profitti sono piccoli e le perdite grandi la bancarotta arriverà in un baleno.

Se il sistema porta a meno vincite che perdite, ma profittevoli, la somma complessiva delle vincite supera la somma di tutte le perdite. Chi segue questo percorso deve lasciare galoppare i guadagni ed eliminare le perdite. Più elevate sono le vincite, più piccola potrà essere la percentuale delle operazioni vincenti.

Un sistema con profitto a basso tasso di vincite, deve essere gestito in modo razionale. Se va bene si tiene la posizione aperta a lungo, se si ha una perdita bisogna chiudere rapidamente.

Segnali di trading online

Il segnale di trading è un suggerimento utile da cogliere per aprire o chiudere una posizione in base all’azione del prezzo, gli indicatori tecnici, le trend line o il pattern. Il copy trading si fa sulla base di grafici del passato per trovare riscontro sull’efficacia del segnale da “copiare”. Tra i segnali vi sono le perforazioni che è possibile quantificare ma portano il trader ad avere molta discrezionalità nell’agire. Segnali più oggettivi sono: supporti/resistenze, medie mobili o indicatori tecnici.

Chi trada senza segnali misurabili negozia al buio. Il trading system è basato su dati reali e tangibili. E’ possibile abbonarsi a servizi che forniscono, in tempo reale, i segnali per operare sul mercato. Esistono servizi gratuiti e servizi a pagamento. Il miglior servizio di segnali, in termini di affidabilità e di profitti generati, è quello offerto gratuitamente dal broker 24option. Clicca qui per ottenere gratis i segnali di 24option.

Stop Loss

Chi inizia ad operare sui mercati finanziari deve sincerarsi di avere una bassa probabilità che lo stop loss fissato sia eguagliato. L’acquisto di azioni quando il loro prezzo si colloca il 2% sopra la media mobile a 200 giorni, è una valida tecnica per scongiurare che lo stop loss venga raggiunto, se questo viene fissato sotto la media mobile.

Se lo stop loss viene raggiunto, va garantito che la perdita che ne deriva non sia eccessiva rispetto al capitale investito. Collocare uno stop loss a 10% di distanza dal punto di entrata non rappresenta una valida modalità di azione. Si troverebbe ad una distanza eccessiva determinando una consistente perdita di somme. Aprire solo operazioni in cui la posizione dello stop loss sia conveniente: piccola distanza dal punto di ingresso e limitata possibilità di essere raggiunto.

Supporti e resistenze nel trading online

Se il prezzo genera nuovi massimi, poi inverte e inizia a diminuire, i detentori di azioni, ipotizzeranno di attendere che il prezzo risalga quantomeno sul massimo precedente prima di passare alla vendita.

Un determinato numero di trader si mette in coda per cedere le azioni al conseguimento di un certo livello. Quando il prezzo rientra sul precedente massimo, questi investitori vendono provocando una nuova discesa del prezzo e formando un livello di resistenza. La medesima condizione si verifica con i livelli di supporto.

Medie mobili

Le medie mobili rappresentano lo strumento per quantificare la direzione del trend. Limano l’azione del prezzo e fanno emergere la direzione e la forza del trend in corso. Il prezzo che si attesta al di sopra della media mobile si traduce in un trend rialzista, al di sotto si definisce come trend ribassista.

Le medie mobili vengono usate con lo scopo di individuare punti di entrata quando il prezzo le perfora al rialzo o per collocare stop loss quando le perfora al ribasso. Si possono sfruttare come stop profit quando si opta per lasciar in corsa un trade vincente. Le medie mobili rivestono una valenza nel trading system.

Quando fare trading online

I trader esperti imparano a scegliere con esattezza il momento ideale per fare trading. Attendono la conclusione delle contrattazioni per assumere una posizione. Operare al culmine della giornata di trading è profittevole in quanto si evitano le noie dei day traders e dei sistemi automatici. Parecchi trader operano nelle ultime ore di contrattazione.

Media mobile a 200 giorni

La delimitazione tra un trend rialzista di lungo periodo e uno ribassista, è una media mobile a 200 giorni rappresentata sul grafico quotidiano. Sono tanti i trader che operano sulla media mobile a 200 giorni, un indicatore del prezzo se viene negoziato al di sopra/sotto della sua media dei precedenti 200 giorni.

La linea definisce la formazione di un trend di lungo periodo. Sovente i crolli di Borsa sono preceduti dalla perforazione ribassista di tale indicatore. Il trader deve abituarsi ad andare short soltanto nel momento in cui il prezzo è sotto la media mobile a 200 giorni e andare long solo quando si trova al di sopra.

Trading a Zig Zag

I trend non hanno un andamento lineare ma si muovono a zig zag. Il mercato va a ritracciare molte volte verso la media mobile esponenziale a 5 giorni o si verificano correzioni nel momento in cui l’RSI è molto comprato o troppo venduto. I trend si individuano guardando sul lungo periodo. La prospettiva di breve periodo serve per stabilire quando entrare e uscire dal mercato. L’RSI o il MACD sono utili per scovare eventuali inversioni di breve periodo e offrono validi segnali di entrata e di uscita. Trade facile può corrispondere ad operazione perdente. Un trader eccessivamente certo di entrare nel mercato, sovente opera traendo un esito negativo.

Le migliori occasioni per acquistare si concretizzano quando il prezzo è in prossimità di un importante livello di supporto quando entra in gioco la paura tra i trader. L’evento che ha scatenato la paura non si verifica e si ritorna a salire.

Paura e speranza nel trading online

Il trader deve contrastare le proprie paure. Il trader può trarre profitto se le operazioni sono difficili da fare. La speranza nel trading è un’emozione nociva. Chi spera di conseguire alti guadagni punta ad aprire troppi fronti, ad illudersi che una posizione in perdita possa diventare profittevole. Chi opera spinto dalla speranza tende a sottovalutare gli stop loss iniziali e a mantenere le posizioni sbagliate aperte troppo a lungo. La speranza non è un sistema di trading. Al posto della speranza devono esserci le regole.

Ci sono investitori che aprono posizioni talmente grandi che subiscono l’influenza dello stress derivato dalle oscillazioni di prezzo. Bisogna aprire delle posizioni che tendano a favore uno stato emotivo neutro. Chi domina le proprie emozioni è un vincente.

Analisi: predittiva e reattiva

L’analisi predittiva fa previsioni sul movimento futuro del prezzo. L’analisi reattiva si fonda sull’apertura di posizioni dopo che un segnale di trading ha segnalato l’avvio di un trend.

Drawdown

Bisogna organizzare il trading avendo l’opportunità di fronteggiare ogni singolo drawdown. Si può ipotizzare un profitto del 20% annuale con drawdown massimo del 5%. Se sono tollerabili ulteriori rischi, si può pensare al 30% di guadagni contro il 10% di perdita possibile.

Il sistema va tarato in base alla tolleranza che si ha del rischio. L’obiettivo è evitare di arrivare al massimo drawdown solo dopo poche operazioni negative. Il drawdown deve essere calcolato in base al capitale in ogni singolo trade.

Trading online: fiducia in se stessi

Il trader deve avere fiducia in se stesso puntando però su un trading system affidabile, sul self control. E’ fondamentale imparare a conoscere le proprie emozioni e controllarle se si vuole essere un trader vincente.

Money management

Per verificare l’efficacia del money management basta controllare quante operazioni perdenti si possono sostenere prima di perdere tutto. La gestione del rischio si deve fare in modo disciplinato e severo. Non seguire lo stop loss iniziale, quando esso sarà toccato, potrebbe tradursi in un effetto molto negativo. Uno stop loss ben collocato difficilmente verrà raggiunto. Se accadrà potrebbe essere in atto un’inversione del trend. Uno stop loss collocato al di sotto della linea 30 dell’RSI o sotto la media mobile a 200 giorni, ha poche possibilità di essere toccato. Quando uno stop-loss viene toccato, si deve uscire dal mercato.

Regola di investimento dell’1%

La regola dell’1% significa che non è consigliato rischiare più dell’1% del capitale. Contribuirà ad essere sempre lucidi. I migliori trader applicano la regola dell’1% per avere un approccio positivo al mercato.

Regola di investimento del 3%

Mai attivare 3 posizioni in contemporanea in cui in ognuna ha investito l’1% del capitale. Non bisogna mai correre il rischio di perdere più del 3% del tuo conto in un singolo giorno.

Cogliere le opportunità

Se una posizione sta registrando un buon profitto bisogna applicare lo stop profit. Bisogna stabilire un piano per mettere al riparo i guadagni nelle operazioni vincenti e non consentire che un grande trade vincente arrivi al punto di trasformi in uno perdente.

Riconoscere la volatilità

Individuare la volatilità del titolo sul quale investire agevola a stabilire la grandezza della posizione. Utilizzare sempre e solo piattaforme di trading autorizzate per investire con il trading online in sicurezza.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice