Iniziare ad investire in Borsa: errori da evitare

Iniziare ad investire in Borsa errori da evitare
maggio 31, 2017
|
Comments off
|

Il trader che inizia ad investire in Borsa deve seguire delle regole elementari e basilari per trarre il maggiore profitto possibile. Ma deve anche evitare degli errori madornali che possono mettere a rischio i suoi guadagni. L’investitore leggendo questa mini guida avrà un’idea degli errori più comuni negli investimenti in Borsa.

Piattaforma non performante per investire in Borsa

Gli investitori si suddividono per grandi linee in due categorie, tra trader alle prime armi e coloro che fanno trading per professione. Entrambi devono evitare uno degli errori più comuni: sottovalutare la piattaforma da utilizzare.

Sulla riuscita delle operazioni di investimento in Borsa incide in modo consistente la scelta della piattaforma di trading che si impiega per effettuare le negoziazioni. Non bisogna assolutamente eseguire trade con broker non autorizzati dalla CySEC. Società non autorizzate e regolamentate dall’autorità di vigilanza nazionale sul mondo finanziario, oltre a non essere legittimate ad operare, mettono a rischio i soldi degli investitori che hanno poche tutele di fronte ad eventuali problematiche che possono sorgere.

Deve essere anche conveniente fare trading. Alcune compagnie applicano salate commissioni sull’eseguito che erodono il margine di guadagno dell’investitore. Fare trading zero commissioni è possibile e vantaggioso. Vi sono broker piuttosto autorevoli, regolamentati, sicuri che consentono di fare trading senza spese di alcun genere.

Investire in Borsa con Plus500

Per evitare errori è opportuno operare in Borsa mediante piattaforme di trading online autorevoli come quella messa a disposizione da Plus500 che offre l’opportunità di negoziare con i CFD sia con le materie prime sia sul mercato valutario Forex. L’apertura del conto di trading non comporta spese o vincoli. Puoi registrarti e diventare operativo cliccando qui.

Investire in Borsa con 24option

Il leader in assoluto per negoziazioni attraverso opzioni binarie è il broker 24option, regolamentato e autorizzato da CySEC, consente di fare trading zero commissioni, in modo agevole, sicuro e profittevole. Puoi iniziare a fare trading con 24Option cliccando qui.

Investire in Borsa: guadagni facili

Se il trader può commettere un errore di sottovalutazione scegliendo una piattaforma non performante, un errore peggiore è rappresentato dall’avere un’idea sbagliata del trading. Molti presunti comunicatori, pur di vendere corsi ed ebook, raccontano di metodi infallibili per guadagnare in Borsa senza perdere mai nulla. Soldi facili, guadagni ingenti. Tutte illusioni propinate con il solo scopo di vendere un corso o peggio ancora (nel caso di alcuni broker di dubbia moralità) per danneggiare l’investitore. L’approccio al trading online deve essere professionale e maturo. Questa attività finanziaria non fa diventare tutti ricchi. Tutti i trader hanno le potenzialità per trarre profitti, ma non tutti guadagnano cifre astronomiche. Il guadagno non è affatto facile, è frutto di impegno costante e tanto duro lavoro. Guadagnare è alla portata di tutti con il trading online, ma non bisogna commettere l’errore di pensare che i soldi verranno accreditati in automatico sul conto di trading!

Investire in Borsa: il trading non è una truffa

Perché comprare un’automobile se si è dell’idea che non faccia al caso nostro? Perché iniziare una relazione con una persona presupponendo che finirà male? Ci sono trader che considerano il trading online una truffa. Che senso ha allora iniziare ad investire se si pensa questo?

Fare trading è un’attività finanziaria a tutti gli effetti, regolamentata e sicura. Non è affatto una truffa. Altrimenti bisognerebbe iniziare a dubitare di migliaia di trader che operano in tutto il Mondo, di autorità di vigilanza nazionali che autorizzano società di brokeraggio, di decine di broker con bilanci a più cifre.

Le azioni truffaldine ci sono come in tutte le attività. Ci sono dentisti onesti e altri disonesti. Ci sono ristoratori che portano in tavola al cliente prodotti di qualità, altri che propongono piatti fatti male. L’esistenza di broker di dubbia moralità, non significa che il trading è nocivo. Per evitarli basta scorrere la lista CySEC e verificare quali compagnie sono autorizzate e regolamentate. Volendo fare un’ulteriore verifica basta andare alla ricerca delle black list e stare alla larga di società dubbie.

Il trading è un’attività finanziaria rischiosa, dove si possono conseguire guadagni interessanti ma anche accumulare perdite. Ci sono molti fattori che incidono sul risultato finale. Certamente sbagliare piattaforma, avere un approccio non professionale, incide molto sulla propria esperienza di trading. Possiamo anche essere alla guida di una Ferrari ultimo modello. Se però ci lanciamo ubriachi sulla spiaggia pensando di non rimanervi bloccati, significa essere davvero sprovveduti o folli…Non si può andare a contestare nulla alla casa di Maranello se la fuoriserie viene usata in modo scorretto…

Trading online: scarso impegno

Qualsiasi tipo di attività richiede motivazione, impegno e costanza. Senza dedicare tempo al trading online è improbabile riuscire a guadagnare investendo in Borsa. Il trader deve suddividere la sua attività tra studio ed operatività. Deve analizzare grafici e documentarsi sulle compagnie quotate in Borsa, deve aggiornarsi. Ma deve anche trascorrere del tempo a negoziare sulla piattaforma. Fare trading è redditizio ma richiede lavoro. Altrimenti è preferibile depositare i propri soldi e attendere che fruttino qualcosina a distanza di almeno un anno. I guadagni con il trading si vedono operazione dopo operazione. Nulla è scontato o dovuto. Chi non è intenzionato ad investire tempo, è preferibile faccia altro, altrimenti rischia solo di sprecare ore ed euro.

Cercare le risposte sui Forum

Non c’è approccio più scorretto del fai da te. Pensare di chiedere ad un medico come pulire il motore di un’auto o a un fruttivendolo come curare un mal di schiena. Sui forum si rischia davvero grosso. Si trovano risposte fuorvianti a domande specifiche. Si finisce con il seguire consigli che portano a scelte sbagliate. Si corre il pericolo di perdere i propri soldi frequentando i presunti forum finanziari. Ci sono anche utenti o pseudo tali che indirizzano scientificamente verso piattaforme dubbie per un tornaconto personale. Non bisogna incorrere in questo errore. Per trovare risposte basta rivolgersi al proprio account manager, seguire un corso gratuito di trading, scaricare materiale formativo didattico (sempre a costo zero)…Rivolgersi quindi a professionisti che possono offrire risposte valide.

Il money management: seguire una valida strategia

La gestione scorretta dei propri capitali è uno degli errori più gravi e comuni. Molti trader non praticano il money management. La cattiva o negligente gestione del denaro implica perdite. Per fare money management basta frazionare le somme disponibili ed investirne solo una quota, al più il 2% su ogni singolo trade. All’inizio i guadagni non saranno notevoli, ma le anche le eventuali perdite saranno limitate. I soldi non vanno impiegati su una singola operazione ma suddivisi anche perché l’investimento va diversificato e spalmato nel tempo.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice