Il funzionamento del mercato Forex

funzionamento del forex
dicembre 20, 2016
|
Comments off
|

Il numero crescente di trader, oltre alla massiccia campagna di comunicazione, in particolare sul web, fa accrescere l’interesse verso il mercato valutario comunemente noto come Forex. Gli italiani sono molto interessati al Forex Market. Andiamo a comprenderne il funzionamento per grandi linee. Si tratta di concetti base a cui va abbinata l’operatività affinché si possa comprenderne concretamente il funzionamento.

Il commercio Forex

Il mercato degli scambi tra valute equivale al Forex Market. Il Foreign Exchange Market (Mercato dei Cambi) è un un mercato mondiale di cambi di moneta dove investitori e speculatori commerciano le valute di ogni Nazione sovrana mediante il Forex.

Il Forex è un mercato aperto senza limiti di orari che coinvolge migliaia di operatori in tutto il mondo tra di loro interconnessi che acquistano o vendono valuta in contemporanea. Le operazioni sono eseguite in coppie di valute. Tra le principali copie scambiate annoveriamo Euro/USD, Euro/JPY, USD/CHF e CAD/USD.

Il Forex rappresenta il mercato valutario più consistenze su scala internazionale a fronte di un volume di affari quotidiani che si attesta mediamente su 1.9 trilioni di dollari.

Il mercato Forex sta allargando la sua base grazie alla diffusione di internet che ha spezzato il monopolio dei grandi attori economici mondiali. Il mercato Forex si è aperto a tutti poco meno di 20 anni addietro, esattamente nel 1998, anno in cui unità inter-bank importanti si sono suddivise in piccole parti e sono state proposte a commercianti individuali. In data antecedente il Forex era un mercato a cui avevano accesso solo istituti bancari, società multinazionali e commercianti di valuta di grande rilevanza.

I maggiori operatori del mercato Forex

Nonostante il mercato sia aperto anche ai piccoli trader, nel Forex è prevalente il peso specifico delle banche internazionali nel mercato di cambio valute. Sul piano internazionale al top troviamo Deutsche Bank, uno dei maggiori commercianti di moneta insieme ad istituti come UBS, Citi Group, HSBC, Barclays, J. P. Morgan Chase, Coldman Sachs, ABN Amro, Morgan Stanley e Merril Lynch. Questo novero di banche determina il 70% degli scambi nel mercato Forex.

La quotazione in coppia consiste in un prezzo di “offerta” e in uno di “domanda”. Viene quotata quando attraverso i broker della valuta. Per esempio, prendiamo il caso di USD/EUR 1.2380/1.2392: 1.2380 corrisponde al prezzo di “offerta”. 1.2392 rappresenta il prezzo di “domanda” o di “acquisto”. Il prezzo di “offerta” è il valore a cui si può fare la vendita della valuta di base. Il prezzo di “acquisto” è la somma o a cui la si può acquistare. Si realizza, osservando i numeri, che il prezzo della valuta, indicato in coppie, è quotato contro di noi. Il trader deve acquistare la valuta ad un prezzo più alto del prezzo di vendita. Questa condizione si verifica in quanto gli affari nel Forex vengono eseguiti senza alcun addebito delle commissioni. Per mezzo della quotazione, in modo diverso, del prezzo “di offerta e di domanda” della valuta, gli intermediari possono trarre un guadagno senza chiedere alcuna commissione diretta ai propri clienti.

Forex: analisi fondamentali e tecniche

Quando si parla di analisi fondamentali si fa riferimento allo studio degli elementi fondamentali che vanno ad influire sull’economia di una particolare entità. Le politiche degli esecutivi e degli istituto bancari, gli eventi calamitosi e l’umore degli speculatori. Sono tutti fattori fondamentali ritenuti in grado di consentire una previsione delle tendenze del mercato delle valute.

Chi opera nel mercato Forex studia in modo approfondito e analitico la situazione economica di un Paese incentrando il ragionamento e la previsione su questi elementi fondamentali. Sulla base di questa analisi gli investitori si muoveranno. Per ottenere guadagni maggiori, con frequenza vengono applicati metodi precisi per convertire i risultati degli studi in determinati indicatori di prezzo di entrata e di uscita.

Le analisi tecniche

Al contrario le analisi tecniche prendono in esame le questioni fondamentali. Gli operatori la cui provenienza è il settore tecnico, connotano il movimento del mercato in base a dati prodotti esclusivamente dal mercato. Il termine “Tecnico” si applica a tutti gli ambiti del commercio, dalla borsa merci al commercio alternativo, dal Forex ai future.

L’obiettivo dell’analisi tecnica è di individuare un cambiamento del prezzo potenziale o punti cruciali. Questi punti si riferiscono soprattutto ai cambiamenti dei trend di mercato, che suggeriscono quando fare ingresso o uscire dal mercato. Bisogna tenere presente come le altre tecniche nel sistema di commercio, gli indicatori di analisi tecniche si possono sfruttare in modo autonomo o essere combinati con altri indicatori. I trader possono trarre vantaggio dall’imparare ad utilizzare diversi metodi tecnici per analizzare differenti dati di mercato in quanto nessuna di queste tecniche è matematicamente esatta e presenta sempre un margine di errore.

Il prezzo e il tempo

Prendiamo ad esempio i dati del “prezzo” e del “tempo”, che sono molto utilizzati dal commerciante Forex. Alcune tecniche tengono in considerazione solo il fattore “prezzo”. Altre guardano solo al valore “tempo”. Se si conoscono entrambi i metodi tecnici, si possono tenere in debita considerazione sia il prezzo che il tempo quando si effettuano le previsioni dei trend futuri del mercato. Queste valutazioni aiuteranno a ridurre i rischi di andare incontro alla perdita di denaro nel mercato Forex. Diversi trader pensano che, coniugando entrambi i metodi, sia tecnici che fondamentali, si ottengano risultati migliori quando operano nel Forex. Il valore della valuta di un Paese, infatti, è collegato parecchio alle variabili fondamentali come conflitti, modifiche di esecutivi, attentati di carattere terroristico e calamità naturali.

La crescita del Forex

Il mercato del Forex sta attraendo in modo costante e crescente sempre maggiori investitori anche e soprattutto in Italia grazie alla semplicità di accesso, all’assenza di limitazioni fisiche e temporali. Vi è tantissima liquidità sul mercato. Non vengono applicate commissioni sui singoli trade. Il capitale iniziale per investire è decisamente basso. Sono disponibili tassi di leva finanziaria piuttosto elevato. Non esistono limitazioni sulla vendita “corta”.

Il Forex non è un gioco
. Si tratta di un vero e proprio lavoro con regole precise e strategie vincenti. Bisogna studiare tanto e fare tantissima pratica per iniziare ad operare nel Forex Market. Bisogna sempre verificare le proprie abilità e sfruttare le occasioni che si presentano davanti. Leggere tantissimo. Aiuta il web ma vanno bene anche seminari, libri, documenti, corsi. Il tutto da ricercare in forma gratuita. Mai pagare per servizi che si possono trovare disponibili senza alcun costo. Più materiale si acquisisce maggiore diventa il livello di sicurezza e di fiducia, più si ha chance di chiudere con profitto un numero crescente di trade.

Investire nel forex

Per i trader privati che vogliono investire nel forex è veramente importante la scelta della migliore piattaforma. Ecco perché abbiamo selezionato le migliori piattaforme gratis per investire nel forex, tutte rigorosamente autorizzate e regolamentate e soprattutto senza commissioni. La tabella qui sotto riassume le caratteristiche principali delle migliori piattaforme di trading per operare sul forex.

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia
*Your capital may be at risk. This is not an investment advice