Google Finance: Cos'è, Vantaggi, Alternative

gennaio 8, 2019
|
Comments off
|

Cos’è Google Finance? In questo articolo risponderemo nel dettaglio a questa domanda, un interrogativo molto frequente tra i nostri lettori. Ricordiamo innanzitutto che Google Finance è un portale sviluppato dal colosso di Mountain View e integrato nel motore di ricerca leader a livello mondiale. Il suo scopo principale consiste nell’aggregare prezzi e notizie in merito alle principali società quotate in Borsa. Per recuperare tutte le informazioni in questione, il sito utilizza fonti come Google Blog Search e Google News. Google Finance è stato aggiornato in maniera drastica nel 2017. L’interfaccia è infatti molto più semplice e basata sul material design di Google.

google finance

Per aiuatarti a capire qualcosa di più sulle sue caratteristiche abbiamo preparato la guida che puoi leggere qui sotto. Prima che tu inizi a consultarla, mettiamo in chiaro una cosa: per avere il meglio dei report e dei segnali di trading, la soluzione principale è la registrazione su piattaforme regolamentate come 24Option.

Consigliamo in particolare questo sito non solo perché è regolamentato a livello internazionale (possiede la licenza CySEC e l’autorizzazione Consob), ma anche per via della sua semplicità, che nulla toglie al livello professionale (24Option è utilizzato da trader di fama mondiale).

Inoltre, a differenza di Google Finance, mette a disposizione informazioni relative anche a Forex, materie prime e criptovalute. Detto questo, non ti resta che entrare nel vivo della guida per capir meglio la differenza tra le due alternative. Come vedi, abbiamo scelto di inserire anche un indice. Consultandolo, potrai approfondire gli argomenti che ti interessano di più.

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
etoro
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
200 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
N/A Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
24option
  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis
250 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
10 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)
plus500
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
100 Inizia
*Terms and Conditions apply
**Your capital is at risk (CFD service)

Google Finance: cosa è cambiato con il nuovo aggiornamento

Come appena detto, Google Finance è stato aggiornato nel 2017. Questo update ha portato in primo piano un cambiamento molto importante, ossia l’interfaccia automatico con la cronologia ricerche dell’utente. In questo modo, chi utilizza il portale ha la possibilità di reperire in maniera immediata le notizie relative alle aziende di proprio interesse. Dopo questa breve ma doverosa parentesi, vediamo come funziona Google Finance.

Google Finance: funzionamento

Il funzionamento di Google Finance è semplicissimo. Per partire, è sufficiente inserire il nome del portale nella stringa di ricerca di Google. Il passo successivo consiste nel cliccare sul primo risultato di ricerca, caratterizzato dalla url https://www.google.com/finance.

Finalizzato questo step, ci si trova davanti a una tab nota come “Riepilogo di mercato”. Quest’ultima è caratterizzata dalla presenza dei riferimenti alle ricerche effettuate in precedenza. Se si è interessati a un determinato gruppo societario, su Google Finance si possono seguire gli aggiornamenti in merito. Vediamo nelle prossime righe come.

Come seguire mercati azionari

Su Google Finance è possibile seguire titoli azionari. Purtroppo non si ha modo di fare lo stesso con le criptovalute o asset come le valute Forex, il che è un oggettivo limite del portale. In ogni caso, se si ha intenzione di seguire l’andamento dei titoli di un determinato gruppo e le notizie su di esso, bisogna digitare il nome dei suddetti titoli nella barra di ricerca apposita del portale.
Successivamente, è necessario selezionare la tab Finanza. Dopo aver finalizzato questi step, bisogna cliccare sul pulsante “Segui”. A questo punto, si avranno gli aggiornamenti del titolo all’interno dell’account di Google Finance.

Come confrontare titoli azionari

Google Finance permette anche di confrontare tra loro più titoli azionari. Per compararli, è necessario innanzitutto recarsi nella sezione dedicata ai suddetti asset e cliccare sul pulsante con la scritta “Confronta”. In questo caso si può apprezzare un notevole livello di intelligenza del portale, capace di fornire all’utente una selezione di mercati correlati al titolo che vuole comparare.

Per visionare i dati non resta che cliccare sullo stesso e avere un quadro chiaro del grafico e dei più importanti dati finanziari.

Esiste l’app di Google Finance?

Vista la centralità che i dispositivi mobile hanno nella nostra vita, molte persone ci hanno fatto domande sull’esistenza dell’app di Google Finance. Basta fare una rapida ricerca sugli store per accorgersi che non c’è traccia dell’app di questo portale né per iOS, né per Android. L’unica app che si può trovare non è per smarpthone, ma per Chrome Web Store. Non l’abbiamo provata, ma abbiamo visto che l’ultimo aggiornamento risale al 2015, il che rende molto probabile la presenza di criticità tecniche.

Ricordiamo sempre che se si punta a ricevere tutti gli aggiornamenti di mercato e a fare trading su dati in tempo reale è necessario considerare l’app di 24Option, disponibile sia per iOS sia per Android. La piattaforma in questione è caratterizzata dalla presenza di numerose funzionalità, come per esempio i segnali di trading. Questi ultimi, fondamentali quando si investe concretamente e con denaro reale, sono un servizio di vera eccellenza, solitamente disponibile a pagamento. Su 24Option è invece possibile utilizzarli gratuitamente. Per farlo, è sufficiente aprire un conto cliccando qui.

Porftolio di Google Finance: cos’è e come funziona

Il portfolio di Google Finance è stata per diverso una funzionalità molto apprezzata dall’utenza del portale. Con l’aggiornamento del 2017, è stata però rimossa. Gli utenti sono stati quindi invitati a scaricare il proprio portafoglio in locale con un comunicato ufficiale. Il portafoglio di Google Finance, esattamente come quello di Yahoo Finance, consentiva di tenere traccia di un determinato numero di investimenti e di tenere gli occhi aperti anche sulle perdite, creando raccolte di dati sulla base delle informazioni selezionate. Poco prima dell’aggiornamento, Google ha dato modo agli utenti di scaricare il portfolio di Google Finance in CSV e OFX.

Mentre stiamo scrivendo l’articolo (gennaio 2019), il portafoglio non è stato ancora reinserito nel sito di Google Finance. Molto probabilmente, la scelta rimarrà quella di non includerlo.

Yahoo Finance

Parlare di Google Finance significa considerare anche il suo principale concorrente, ossia Yahoo Finance. Secondo la maggior parte degli utenti, l’esperienza di questo portale è decisamente più completa rispetto alla proposta di Google. Yahoo Finance è stato presentato poco dopo il debutto del motore di ricerca, ossia nel  1994. Google Finance, invece, è stato lanciato più di dieci anni  dopo, ossia nel 2006.

Yahoo Finance si è evoluto nel tempo in versione desktop, fino ad arrivare, recentemente, a essere disponibile anche sotto forma di app per smartphone e tablet. La sua mission consiste nell’aiutare gli utenti a prendere decisioni migliori in merito al mondo degli investimenti. Lo fa mettendo a disposizione un’ampia serie di dati finanziari, grazie ai quali è possibile informarsi sui mercati di proprio interesse.

Yahoo Finance, assieme al concorrente Google Finance, rappresenta uno dei portali finanziari più visitati al mondo.

Yahoo Finance vs Google Finance: qual è il più popolare?

Quando si parla di popolarità, dati alla mano, sembra proprio che Yahoo Finance batta il concorrente di Big G. Secondo una fonte autorevole come i dati di Statista, le visite sono infatti più numerose per il portale di finanza di Yahoo.
Le informazioni che abbiamo appena citato riguardano l’utenza statunitense, un target abituato da diverso tempo a consultare assiduamente i siti di finanza. Per l’Italia non è possibile accedere a classifiche del genere. La situazione però non sarà molto diversa dato che gli abitanti del Bel Paese sono noti per la loro attenzione al risparmio, che passa anche dall’interesse per gli investimenti. Gli unici numeri a cui si può fare riferimento sono quelli di Google Trends, che mostrano come, sul principale motore di ricerca al mondo, Yahoo Finance sia più cercato di Google Finance.

Nonostante le differenze relative alla popolarità, è bene ribadire che Google Finance è integrato direttamente nel motore di ricerca più celebre del mondo. Per questo motivo, se si è interessati a un particolare titolo azionario, è sufficiente digitarne il riferimento sulla barra di ricerca principale, aggiungendo “+ azioni”. In questo modo, si vedrà comparire in alto la Tab di Google Finance.

Funzionalità di Yahoo Finance

Dopo questa parentesi, torniamo un attimo alle peculiarità di Yahoo Finance. La sua home page, se confrontata con quella di Google Finance, risulta palesemente più ricca dal punto di vista grafico. Non si tratta di un particolare casuale. Google, infatti, ha puntato molto sulla semplicità con uno scopo ben preciso, ossia quello di raggiungere un pubblico numericamente più vasto. Google Finance è però molto più completo dal punto di vista dei grafici, aspetto apprezzato da numerosi investitori, che non trovano la medesima efficacia in Yahoo Finance.

Qual è quindi la scelta migliore? Dare una risposta specifica in merito non è possibile. Tutto, infatti, dipende dalle esigenze personali e dal fatto di trovarsi bene o meno con una home molto completa dal punto di vista grafico.

Google Finance e azioni Apple

Le azioni Apple sono tra gli asset più cercati su Google Finance. La cosa è normalissima e per diversi motivi. Il primo riguarda senza dubbio la fama del brand. Il secondo, invece, chiama in causa la tendenza rialzista quasi perenne degli ultimi anni. Sul portale si possono trovare informazioni efficaci su questi titoli, ma per investire il meglio sono i broker come 24Option (clicca qui per accedere al sito ufficiale).

Su questa piattaforma non è solo possibile investire in azioni Apple e in asset come le criptovalute, ma si ha modo di farlo più agevolmente grazie ai segnali di trading, a disposizione a titolo assolutamente gratuito. 24Option, inoltre, è regolamentato a livello internazionale in quanto in possesso di licenza CySEC. Risulta inoltre autorizzato a operare in Italia dalla Consob. Il prestigio internazionale della piattaforma è legato anche al suo essere sponsor della Juventus F.C., uno dei club calcistici più importanti del mondo.

Registrati sul sito ufficiale di 24Option per provare i segnali di trading

Conclusioni

Il portale Google Finance è oggettivamente un buon punto di partenza per chi vuole informarsi sull’andamento di un titolo azionario o sulle notizie che riguardano la società quotata. Si tratta di uno strumento di qualità, assolutamente legale e adatto soprattutto agli investitori alle primissime armi, che poco sanno di titoli azionari e indici borsistici e che vogliono iniziare a informarsi da una fonte seria.

Nonostante questi indubbi punti forti, il portale ha diverse pecche. La principale riguarda l’impossibilità di ricavare dati su asset come criptovalute, valute Forex, materie prime. Si tratta di una mancanza non indifferente soprattutto se si pensa al mercato Forex, ossia il più liquido al mondo. Detto questo, ricordiamo che Google Finance può essere utilizzato semplicemente per seguire i mercati di proprio interesse su un portale dall’interfaccia estremamente pulita, adatta anche a chi è alle prime armi nel mondo del trading online.

Per chi vuole fare qualche passo in più e investire a livello pratico, 24Option è un’eccellente alternativa. Questo broker, caratterizzato da un livello professionale, permette anche a chi non ha dimestichezza con il mondo degli investimenti di iniziare a operare. Mette infatti a disposizione un ebook gratuito (puoi scaricarlo qui) che, senza parole complicate, mette in primo piano non solo la teoria, ma anche i trucchi pratici necessari a chi vuole fare trading online.
Sul web ci sono tantissimi corsi di trading a pagamento, ma non bisogna lasciarsi ingannare. Si tratta infatti di soluzioni che, oltre ad essere costose, non insegnano nulla. Broker come 24Option, che non basano le proprie entrate sulla vendita di corsi, propongono risorse gratuite di ottima qualità. L’ebook , ribadiamo, è ottimo, ma non sostituisce in alcun modo l’approccio pratico.

Dopo aver consultato i dati di Google Finance bisogna infatti mettersi alla prova con un conto. 24Option permette di iniziare senza rischiare, ossia con un conto demo. Quando ci si sente pronti, è ovviamente possibile passare a quello con denaro reale, che permette di iniziare a investire seriamente e, di conseguenza, a guadagnare se le operazioni si chiudono in positivo. Puoi aprirlo cliccando qui ed effettuando un deposito di 100 euro.

Come è chiaro, per iniziare a fare trading con 24Option è sufficiente una cifra abbordabilissima. Ovviamente conta tanto anche l’approccio psicologico. I trader migliori non investono certo tutto quello che hanno, ma mettono in atto la tattica del Money Management, che prevede la divisione del capitale in tante piccole parti, ciascuna delle quali va destinata a una singola operazione. In questo modo, immaginando proprio di partire con un capitale di 100 euro, è possibile minimizzare gli effetti delle operazioni in perdita.

Se hai trovato interessante questo articolo, ti invitiamo a condividerlo con i tuoi contatti social. Aiuterai tantissime persone interessate al mondo del trading a conoscere opportunità sicure e legali come il broker 24Option!

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento