Gli attori del mercato Forex

forex
maggio 29, 2017
|
Comments off
|

Molto spesso coloro che operano sul forex a fini speculativi pensano di essere gli unici a fare transazioni sul mercato forex. Per fortuna non è così, il mercato forex è in effetti piuttosto affollato e anzi proprio questa presenza di operatori diversi e con fini diversi aiuta i trader speculativi a guadagnare di più. Iniziamo a chiederci: a cosa serve il mercato forex? Il mercato forex serve soprattutto a garantire il commercio internazionale, quindi tra paesi che adottano valute diverse. In effetti, nalle maggior parte dei casi si tratta della gestione del cambio di una valuta con il dollaro, che è considerata valuta di scambio e di riserva a livello mondiale.

Tra gli attori principali del mercato forex dobbiamo quindi distinguere coloro che operano per motivi pratici da coloro che operano con scopi speculativi. Nel primo gruppo di attori dobbiamo annoverare banche centrali e banche commerciali. Le banche commerciali sono sul forex principalmente per procurare la valuta ai loro clienti che operano con l’estero. Il profitto delle banche è costituito da una commissione che viene pagata direttamente dal cliente. Le banche centrali sono coinvolte nella gestione delle riserve valutarie e hanno il ruolo principale di controllare l’offerta di moneta e l’inflazione, al fine di raggiungere gli obiettivi economici prefissati con il loro governo e per garantire la crescita economica e la stabilità monetaria. Le banche centrali possono a volte utilizzare le riserve finanziarie per stabilizzare il valore del tasso di cambio delle proprie valute nazionali. Dobbiamo osservare che non sempre le banche centrali svolgono il ruolo che le compete al meglio. Secondo molti studiosi di teoria economica, anzi, l’esistenza stessa delle banche centrali costituisce una perturbazione del mercato.

Ci sono poi molti attori che operano sul forex a fini puramente speculativi. Tra essi dobbiamo sicuramente annoverare le grandi banche d’affari internazionali, i fondi speculativi, i broker e i trader. Tra i trader, ci sono poi professionisti e principianti. E’ molto importante notare che la massa scambiata a fini speculativi dai piccoli trader è solo una percentuale molto bassa della massa scambiata sull’intero mercato forex. Questo è positivo: significa che ci sono profitti per tutti coloro che vogliono speculare, visto che la maggior parte delle transazioni non vengono fatte a questo scopo. ANche il trader principiante può quindi ottenere risultati positivi sul mercato forex se adopera un broker di buona qualità e se si muove con intelligenza, impegno e attenzione.

I trader per operare devono rivolgersi obbligatoriamente ad un broker. Ci sono tre tipi di broker o intermediari sul mercato Forex. I broker ECN o Electronic Communications Network si limitano a rigirare l’ordine del cliente ad una banca o ad un altro broker. Di solito guadagnano applicando una commissione (spesso salata) sull’ammontare delle operazioni svolte. Notiamo che anche in termini di tempo, i broker ECN sono più lenti dei normali broker forex perché devono rigirare l’ordine ad un altro broker e attendere la risposta per fornire la conferma dell’esecuzione.

I broker STP o No Dealing Desk sono solo intermediari tra le banche fornitrici di liquidità e i privati. A differenza dei broker ECN, i broker puri offrono ai propri clienti, oltre ai servizi di intermediazione, una serie di altri servizi (analisi, consulenza, segnali).

I broker che di solito sono preferiti dai trader professionisti sono quelli Market Maker. In questo caso è il broker stesso a fare il mercato, senza utilizzare intermediari. L’esecuzione degli ordine è veramente molto rapida (visto che l’ordine non deve essere trasmesso, solo eseguito) e non ci sono commissioni di nessun tipo. Questi broker sono gli unici che non sono in conflitto di interesse con il cliente, sono i più convenienti. Come guadagna un broker market maker? Semplicemente applicando un piccolo spread tra il trezzo a cui è possibile comprare e quello a cui è possibile vendere. Quando si deve scegliere il forex broker è fondamentale considerare questo fattore per fare la scelta più conveniente possibile dal punto di vista economico.

Qui sotto pubblichiamo la lista completa dei migliori broker per investire sul mercato forex con successo:

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

Tra coloro che operano sul mercato forex con fini speculativi, una menzione speciale la meritano gli hedge fund. Si tratta di fondi altamente speculativi il cui accesso è riservato di solito ad investitori selezionati. Molto spesso per poter cominciare a investire con un hedge fund bisogna depositare un capitale superiore ai 100.000 euro. A questi fondi è inoltre vietato sollecitare il pubblico risparmio perché sono considerati troppo rischiosi. Sono nati per proteggere i loro clienti in caso di andamento negativo del mercato ma si sono rapidamente trasformati in fondi il cui scopo è far guadagnare il più possibile i clienti. Di solito riescono a ottenere rendimenti stellari, che i comuni mortali nemmeno possono sognare. L’intelligenza operativa e la potenza di fuoco di questi hedge fund è tale che sono capaci di rovinare i piani monetari di banche centrali e governi qualora questi siano in contrasto con il mercato. La memoria corre subito al 1992, quando il mitico George Soros riuscì a sbancare prima la sterlina e poi la lira con guadagni elevatissimi. E’ ovvio che questi fondi nulla possono contro una valuta gestita in maniera razionale, da una banca centrale che applica una politica equilibrata e soprattutto contro un paese che abbia il bilancio pubblico in equilibrio.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice