Comprare Ripple con Paypal: guida completa

comprare ripple con paypal
gennaio 28, 2018
|
Comments off
|

Gli investimenti in criptovalute sono all’ordine del giorno. Per sfruttare al massimo i loro vantaggi, è fondamentale andare oltre ad il Bitcoin. Ciò significa analizzare anche le altre criptovalute e, per esempio, chiedersi come comprare Ripple con Paypal. La cosa è possibile? Come si procede con sicurezza?

Se vuoi sapere qualcosa di più in merito, seguici nelle prossime righe e scopri la guida che abbiamo creato sul tema, che comprende anche alcuni semplici consigli pratici per fare trading.

Cos’è Ripple

Prima di parlare di come e perché comprare Ripple con Paypal, vediamo le caratteristiche di questa criptovaluta. Per amor di correttezza, Ripple si può definire come un sistema di trasferimento fondi in tempo reale. La definizione estesa del protocollo è Ripple Transaction Protocol.

In circolazione dal 2013 (inizialmente come protocollo internet open source distribuito), è conosciuta con un termine che indica sia la criptovaluta in sé, sia la rete su cui essa opera. La criptovaluta viene indicata anche con la sigla XRP.

Lo scopo di Ripple, secondo quanto dichiarato dai suoi stessi fondatori, è quello di superare le difficoltà di Bitcoin.

L’idea alla base è quella di un sistema monetario P2P, sviluppato con lo scopo di eliminare i costi di intermediazione sulle transazioni finanziarie.

Esattamente come Bitcoin, Ripple si basa su una rete open source e su una piattaforma decentralizzata. Ciò significa che gli sviluppatori hanno la possibilità di intervenire modificando la situazione. Ovviamente, devono agire tenendo conto delle normative della community.

Le caratteristiche importanti di Ripple non finiscono certo qui! Da ricordare, infatti, è la possibilità di trasferire denaro senza continuità di forma. Ciò significa che, grazie alla rete in questione, si ha modo d’inviare a un destinatario degli euro e fare sì che riceva il corrispettivo in dollari.

Per concludere, ricordiamo che la suddetta rete si divide in 3 parti:

  • Network;
  • Borsa;
  • Valuta (XRP);

Ripple e la sua rete possono essere considerate a tutti gli effetti come una versione più moderna degli attuali intermediari finanziari.

Il loro funzionamento, infatti, si basa soprattutto sulla fiducia. Fondamentale in questo meccanismo è il sistema dei crediti IOU (I Owe You), che rappresentano valute reali.

Gli utenti inviano e i ricevono i suddetti, che vengono convertiti in denaro reale nei gateway Ripple.

come comprare ripple con paypal

RIpple è una delle criptovalute che si stanno affermando maggiormente

Perché comprare Ripple con Paypal

A questo punto entriamo nel vivo del tema e vediamo perché, al giorno d’oggi, sono sempre di più le persone che scelgono di comprare Ripple con Paypal. Questo vale per praticamente tutte le criptovalute!

La prima cosa da ricordare è che, accanto a broker seri dei quali parleremo nelle prossime righe, sul web si possono trovare anche numerose realtà che di serio e onesto hanno ben poco. Si tratta di sistemi truffaldini che promettono soldi facili in poco tempo.

Per non parlare delle realtà non regolamentate che chiudono da un giorno all’altro, sparendo letteralmente con i soldi degli utenti. Questo ha portato sempre più persone a essere diffidenti nell’utilizzare le carte di credito per comprare Ripple e altre criptovalute.

Ci si è quindi man mano spostati verso sistemi come Paypal, minimizzando i rischi di furto dei dati. Con Paypal, inoltre, è possibile operare online senza per forza possedere un conto in banca. Questo rende tutto oggettivamente molto più semplice.

Data questa doverosa premessa, ricordiamo che la dicitura “comprare Ripple con Paypal” non è pienamente corretta. Al giorno d’oggi, infatti, chi fa trading con le criptovalute fa riferimento ai CFD (Contract for Differences).

Grazie a questi strumenti derivati, diffusi da una ventina d’anni ma esplosi in popolarità da quando il trading online è diventato una realtà quotidiana, è infatti possibile speculare sulle variazioni degli asset senza per forza possederli.

Questo meccanismo vale per le criptovalute, ma anche per le azioni, gli indici, gli ETF e molti altri asset.

I CFD, caratterizzati da spread molto bassi, sono semplici da utilizzare. In poche parole, replicano le variazioni di prezzo dell’asset, permettendo all’utente di guadagnare a seconda delle previsioni in merito.

Hanno però un rovescio della medaglia, ossia la leva finanziaria. Questo moltiplicatore, grazie al quale è possibile esporsi sul mercato con una cifra maggiore rispetto a quella depositata, amplifica i guadagni ma anche le perdite.

Ecco perché è il caso di conoscere bene i meccanismi di stop loss prima di iniziare a operare.

Comprare Ripple su Plus500 con Paypal: ecco cosa sapere

Di broker che permettono di aprire un conto gratuito e ricaricarlo tramite Paypal ne esistono diversi. Chi vuole operare con Ripple può fare riferimento a Plus500.

Piattaforma famosa nel mondo e apprezzata per la sua eccellente usability, consente di aprire un conto gratuito e di partire con quello demo.

Plus500 è una delle migliori piattaforme per operare con Ripple

Clicca qui per iscriverti gratis su Plus500

Ciò significa che si ha modo di impratichirsi e di prendere confidenza sia con l’asset sia con la piattaforma senza mettere subito in gioco denaro reale.

Per cominciare a fare trading Ripple bastano pochi minuti. Dalla home bisogna cliccare sul pulsante blu “Inizia a fare trading adesso” e procedere poi con la scelta tra conto demo e conto con denaro reale.

Il broker in questione ha anche un’app dedicata, che consente di fare trading ovunque e in maniera rapida.

Come già ricordato, Plus500 consente di ricaricare il conto anche con Paypal. In questo modo è possibile gestire i soldi con maggiore sicurezza e minimizzare i rischi di furto di dati.

La piattaforma ha diversi vantaggi che vanno ben oltre la possibilità di comprare Ripple con Paypal. Plus500, infatti, consente anche di usufruire di notifiche di trading gratuite, ma anche di protezione contro il saldo negativo.

Il broker, online da ormai dieci anni, è legato a diverse controllate quotate sulla Borsa di Londra. Per questo motivo è da considerare come un’alternativa assolutamente valida e sicura. Ovviamente è anche dotato di regolare licenza CySEC. Nello specifico si parla della N. 250/14.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento