Comprare azioni Google: Guida Completa

novembre 14, 2018
|
Comments off
|

Comprare azioni Google conviene? Sono tantissimi i trader che si fanno questa domanda e non potrebbe essere altrimenti. Google Inc., società fondata nel 1998, ha infatti cambiato radicalmente il nostro modo di vivere, introducendo nella nostra quotidianità il motore di ricerca più famoso e performante del mondo.

In questa guida, ti spiegheremo come gestire al meglio il trading con questo asset, parlando anche di broker come Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale), piattaforme legali che permettono di operare con la certezza di non incorrere in truffe o furti di dati.

Google: presentazione della società e delle sue azioni

Il debutto in Borsa del titolo di Google è avvenuto nell’agosto del 2004. Pensare a quegli anni significa, almeno dal punto di vista tecnologico e per quanto riguarda il mondo Google in particolare, andare indietro di ere.

Allora, infatti, non si parlava ancora di YouTube e di un browser come Chrome, oggi elementi fondamentali dell’ecosistema del gruppo di Mountain View. Ai tempi, la società aveva ricavi pari a 3,2 miliardi di dollari.

Dieci anni dopo, invece, si parlava di più di 65 milioni di dollari di ricavo e di una capitalizzazione superiore ai 400 miliardi di dollari. Le sue performance da questo punto di vista sono state battute solo da Apple, che è diventata recentemente la società con la maggiore capitalizzazione borsistica al mondo.

Quotate sulla piazza borsistica NYSE le azioni Google – Alphabet dal 2015 – hanno uno storico molto interessante. La prima cosa che salta all’occhio osservando i grafici è un’oggettiva tendenza al rialzo.

Giusto per dare qualche numero più specifico, ricordiamo che, a parte un leggero ribasso tra il 2007 al 2008, il titolo ha continuato a guadagnare valore.

Dopo questa doverosa premessa, è necessario fare qualche veloce cenno ai principali concorrenti del colosso di Mountain View. Dal punto di vista delle ricerche, degno di nota è senza dubbio Baidu, il motore leader in territorio cinese, contesto dove Google non ha alcun peso. Subito dopo troviamo Bing, il motore di ricerca di Microsoft che detiene poco più dell’8% delle quote di mercato. In terza posizione, con circa il 7% delle quote di mercato complessive, troviamo invece Yahoo.

comprare azioni google

Azioni Google previsioni

Quali sono le previsioni per i titoli azionari di Google? Per rispondere bene a questa domanda bisogna richiamare in causa un dato ricordato poco fa, ossia la forte tendenza al rialzo. Negli ultimi 5 anni, le azioni di Google sono passate dai 300 dollari di valore per singolo titolo ai 1000. Si tratta, assieme ad Apple, dell’unico caso di colosso tecnologico ad aver vissuto una crescita costante. Forse solo le azioni legate alla Cannabis legale possono ripetere nel futuro un trend di crescita di questo tipo.

Guardando alla liquidità, è fondamentale dire che Microsoft ne detiene di più. Essenziale è ricordare anche che il colosso fondato da Gates ha pure molto più debito.

Per quanto riguarda nello specifico le previsioni per i titoli di Google, gli analisti guardano positivamente alla curva in crescita della pubblicità online, un mercato che, oggi come oggi, si spartiscono a livello mondiale Google e Facebook.

Un altro dato degno di nota riguarda la futura diversificazione delle entrate, un trend che sta già portando i suoi frutti al colosso di Mountain View. In questo specifico caso, a fare da padrone sono soprattutto le offerte cloud, per non parlare degli introiti derivanti dalle app, da vendita di hardware e da commercializzazione di licenze.

Scommesse molto importanti per il mondo Google e per i numeri in Borsa sono anche quelle su aziende come Calico, Nest e GV.

Indubbiamente favorevole ai fini della crescita di valore del titolo è la capacità che il gruppo ha di superare sempre le previsioni degli analisti.

Il quadro è indubbiamente positivo, ma bisogna stare attenti perché non tutto ciò che luccica è oro. Il caso di Google, infatti, è l’emblema tipico del colosso che deve perseguire una maggior differenziazione dei ricavi.

I business nati anche con quest’obiettivo – il primo a venire in mente è indubbiamente quello dell’auto elettrica – sono ancora troppo acerbi per fornire dati con un peso specifico rilevante.

Azioni Google quotazioni

Come già accennato, l’inizio delle quotazioni in Borsa di Google risale al 2004. Il titolo della società ha riscosso subito grande successo tra gli investitori. In quel periodo, a trainare la popolarità del gruppo era soprattutto il motore di ricerca.

Al momento del debutto in Borsa, le azioni di Google sono state quotate sul Nasdaq, ossia l’indice dei principali titoli tecnologici. Giusto per capire di cosa parliamo, ricordiamo che si tratta dell’indice che “raccoglie” titoli azionari di colossi come IBM, Apple, Facebook e Yahoo.

Azioni Google dividendi

Per chi vuole capire se e come comprare azioni Google, il capitolo dei dividendi, ossia i benefici che una società quotata in Borsa versa ai proprietari delle azioni, è un po’ diverso dal solito. Per policy, il gruppo di Mountain View non li ha mai staccati fin dall’inizio della sua storia in Borsa.

Degno di nota è però il rendimento generato dalle plusvalenze, frutto a loro volta dell’aumento di capitalizzazione di mercato.

Come investire

Con questi dati alla mano, è chiaro che comprare azioni Google può rivelarsi una scelta conveniente. Per chi vuole tutelarsi dalla volatilità tipica dell’asset ed evitare che il proprio capitale venga intaccato dalle ripercussioni dei numerosi scandali che si sono verificati in questi anni nel comparto tecnologico (Cambridge Analytica docet) dovrebbe prendere in considerazione un’altra strategia.

Quale di preciso? La scelta di speculare a breve termine tramite i CFD (Contracts for Difference) e sfruttando i micromovimenti delle azioni del colosso di Mountain View.

Perché  è vantaggioso operare con i CFD? Per il semplice motivo che questi strumenti derivati permettono di replicare l’andamento dell’asset senza bisogno di procedere all’acquisto. Di conseguenza, consentono di trarre profitto anche se l’asset perde quota.

Per entrare nel dettaglio di come investire sulle azioni Google con i CFD, ricordiamo che basta aprire la posizione long (acquisto) se si pensa che l’asset possa aumentare di valore e short (vendita) in caso contrario.

La semplicità di gestione dei trade è oggettiva, così come la possibilità di iniziare a fare trading con somme molto contenute. Come vedremo tra poco, per cominciare è sufficiente un deposito di poche centinaia di euro, proprio 100 nel caso dei broker che andremo ad approfondire.

I CFD, inoltre, non richiedono commissioni. L’unico onere a carico del trader è infatti lo spread, ossia la differenza tra il prezzo dell’asset al momento di apertura della posizione e quello effettivo al momento della chiusura.

Tutto questo ha però un rovescio della medaglia, ossia la leva finanziaria. Di cosa si tratta? Di un moltiplicatore che consente di esporsi sul mercato con una somma superiore a quella del deposito iniziale. La differenza viene messa dal broker, che richiede un margine di garanzia sul conto.

Con la leva, si amplificano sia i guadagni, sia le perdite. Per questo motivo, è molto utile familiarizzare con i meccanismi di Stop Loss, ossia il segnale che indica al broker il momento giusto per arrestare le perdite.

Detto questo, possiamo entrare nel vivo dei broker migliori per comprare azioni Google. La scelta comprende diverse alternative e, tra queste, prenderemo in considerazione Plus500 e 24Option.

Trading azioni Google: i vantaggi di Plus500 e 24Option

Plus500 e 24Option sono due ottime alternative per chi vuole fare trading con le azioni Google. Prima di entrare nel merito delle caratteristiche di ciascun broker, ricordiamo i punti forti. Il primo riguarda la legalità. Autorizzati a operare dalla Consob, possiedono rispettivamente la licenza CySEC 250/14 e 2017/13.

Permettono di operare con i CFD e, come vedremo, di aprire un conto demo per esercitarsi senza mettere subito a rischio il capitale.

Dopo questa premessa, entriamo nel vivo delle peculiarità di ciascuno di essi e vediamo bene come muoversi per comprare azioni Google.

Comprare azioni Google con Plus500: ecco perché sceglierlo e come fare

Plus500 è un broker molto interessante per chi vuole comprare azioni Google. Oltre che dotato di licenza CySEC e di autorizzazione da parte della Consob, è anche molto semplice e caratterizzato da un’ottima user experience.

Per iniziare a fare trading con le azioni Google, è consigliabile aprire il conto demo. In questo modo, si evita di mettere subito a rischio il capitale e si prende confidenza con le caratteristiche dell’asset e del broker.

I passaggi per l’apertura del conto demo sono i seguenti:

  • Accesso al sito ufficiale;
  • Click sul pulsante blu con la scritta “Inizia a fare trading adesso”;
  • Scelta dell’opzione “Modalità demo”;
  • Inserimento di mail e password o accredito con le credenziali dell’account Google o Facebook.

A questo punto, ci si troverà davanti a una schermata in tutto e per tutto simile a questa.

comprare-azioni-google

Come puoi vedere, l’apertura e la chiusura della posizione è questione di pochi secondi. Altrettanto immediato è l’accesso all’elenco delle posizioni stesse. Dopo un paio d’ore di questo approccio, è il caso di aprire il conto con denaro reale. In questo modo, ci si interfaccia con il vero volto del trading online, caratterizzato dalla presenza di un rischio ineliminabile.

Per aprire il conto con denaro reale, bisogna cliccare sull’icona “Denaro Reale” che puoi vedere in basso a sinistra. Il deposito minimo, essendo Plus500 un broker market maker, corrisponde a 100 euro.

Puoi iscriverti gratis a Plus500 cliccando qui.

Parliamo ora di un’altra eccellente alternativa per comprare azioni Google: il broker 24Option.

Comprare azioni Google con 24Option: guida passo passo

24Option è un altro broker legale che permette di comprare azioni Google o, per meglio dire, di fare trading con i CFD sulle azioni Google. Sponsor della Juventus F.C., è famoso soprattutto per i segnali di trading. Cosa sono di preciso? Linee guida frutto dell’analisi di informazioni storiche ma anche di dati in tempo reale. Il loro principale vantaggio riguarda la semplificazione delle decisioni pratiche del singolo trader.

comprare azioni google

Messi a punto prendendo in esame numerosi asset e forniti dalla società Trading Central, i segnali di trading di 24Option devono essere gestiti tenendo conto che non rappresentano il Vangelo. Sono utili, su questo non ci sono dubbi, ma la decisione ultima spetta al trader che opera.

Per iniziare a farlo, anche in questo caso può prendere in considerazione il conto emo. Aprirlo è sempre questione di pochi minuti.

Per farlo bisogna:

  • Accedere al sito ufficiale;
  • Cliccare sul pulsante giallo in alto che presenta la scritta “Registrati”;
  • Inserire nome, cognome, mail e numero di telefono.

A questo punto, è possibile cominciare a operare con il conto demo, che consente di non rischiare il capitale.

Quando ci si sente pronti, si può fare il salto a quello con denaro reale. 24Option mette a disposizione diverse alternative al proposito. Ecco l’elenco completo:

  • Conto Basic: dedicato a chi deposita dai 100 ai 2.500 euro, mette a disposizione una sessione di analisi di mercato giornaliera, un conto demo con accreditati 10.000 euro e i servizi di un account manager dedicato.
  • Conto Silver: con un deposito superiore ai 2.500, ci si può avvalere  dei servizi del Conto Silver. Tra questi, è possibile comprendere la spiegazione delle strategie di trading più comuni e la mancanza di comissioni per la gestione del conto.
  • Conto Gold: con questo conto, è possibile ottenere un corso personalizzato sulla piattaforma Meta Trader 4, molto apprezzata per la qualità delle sue configurazioni grafiche.
  • Conto Platinum e Conto Diamond: soluzioni di natura professionale – sono riservate a chi deposita più di 250.000 o più di 100.000 euro – permettono di accedere a servizi premium, come per esempio le sedute personalizzate di analisi fondamentale, sentimentale e tecnica, per non parlare dell’analisi di mercato giornaliera gratuita.

La gestione dei depositi è molto rapida e può essere effettuata ricorrendo a carta di credito VISA/Mastercard, ma anche ai portafogli elettronici Paypal e Skrill.

Per i prelievi si consiglia invece il bonifico bancario. In questo caso, è fondamentale inviare al broker i propri documenti di identità.

Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

Conclusioni

Il trading con le azioni Google è molto semplice e, se si fa attenzione alla sicurezza, può rivelarsi anche ricco di soddisfazioni. Come già detto, però, il rischio è ineliminabile. Esistono strategie che permettono di tenerlo sotto controllo? Certamente sì. La principale è il Money Management, trucco tanto semplice quanto importante ci si basa sulla divisione del capitale in più parti, ciascuna delle quali va assegnata a un diverso asset o a una singola operazione. Idealmente, si dovrebbe evitare di puntare più del 5% ogni volta.

In questo modo, è possibile evitare di sentire troppo gli effetti di numerose operazioni in perdita una dopo l’altra.

Ti potrebbero interessare anche questi altri articoli su “Comprare Azioni”:

  1. Comprare Azioni Intel
  2. Comprare Azioni Tesla
  3. Comprare Azioni Mediaset
  4. Comprare Azioni Eni

Si tratta dei migliori metodi per investire e ottenere rendimenti con le azioni tramite l’investimento nei CFD all’interno del mercato mobiliare.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento