Come interpretare l’andamento delle Borse

andamento borsa
ottobre 31, 2016
|
Comments off
|

Chi vuole guadagnare deve essere preparato nel settore dove va ad investire. Se poi si tratta del campo finanziario la preparazione è ancora più importante. Non si deve essere laureati ma senza alcun dubbio avere tanta voglia di imparare e documentarsi. Bisogna studiare i meccanismi che regolano l’andamento delle Borse, capire come leggere le quotazioni delle azioni e i listini dei prezzi delle azioni.

La Borsa è un mercato finanziario destinato alla contrattazione di prodotti finanziari come azioni, titoli di Stato, obbligazioni. Gli operatori effettuano una compravendita di questi prodotti sulla base della legge del mercato di domanda e offerta. Chi opera in Borsa è chiamato trader. Il termine in italiano si traduce in scambio.

Interpretare al meglio l’andamento Borsa

Sapere muoversi in Borsa non è estremamente semplice. Per diventare esperti bisogna documentarsi. Ogni trader deve sapere il prezzo di apertura e di chiusura dei singoli titoli quotati accanto ai dati sul prezzo di apertura della seduta, il prezzo attuale, i massimi e i minimi relativi all’ultimo anno.

Tutti i titoli a minore capitalizzazione sono parecchio volatili. In questa categoria annoveriamo i titoli finanziari esposti a forti oscillazioni di prezzo. Per dare una corretta lettura dell’andamento delle Borse si devono considerare denaro e lettera. Sono i valori al quale si possono individuare investitori pronti sia ad acquistare che a vendere. L’analisi di tali dati si può fare con il Book, a fianco alla visualizzazione del titolo. L’intersezione tra denaro e lettera corrisponde alla transazione. Bisogna sempre ricordare di operare senza fretta e mai d’impulso. Si tratta sempre di anteporre un ragionamento prima di ogni tipo di investimento. A maggior ragione se si investe in Borsa.

Vanno sempre tenuti sotto osservazione i valori dei multipli di mercato: il price earning corrispondente all’ammontare degli utili netti derivanti da una società suddiviso per il numero di azioni ordinarie esistenti. Il risultato di tale divisione rappresenta la redditività della società. Se il rapporto ha un valore contenuto rispetto a quello dei competitori, la società offre maggiori possibilità di rivalutazione. Se il rapporto è al contrario si corre nel rischio di una sopra valutazione.

Nella lettura di un grafico di Borsa bisogna valutare il volume che indica il numero di pezzi scambiati per ogni titolo. Di norma non si tiene conto del dato in sé, ma del confronto tra il volume e la media dell’ultimo semestre.

Leggere l’andamento degli indici

L’indice di Borsa è costituito da un insieme di titoli che si rifanno ad un settore specifico e ad una determinata Borsa. Gli indici azionari sono un paniere di titoli. L’andamento di un indice azionario dipende dalle performance complessiva di tutti i titoli azionari che lo costituiscono. Si possono conoscere le quotazioni in tempo reale collegandosi ai portali delle singole Borse o su siti di settore o attraverso la piattaforma del broker che si utilizza. Tutti gli indici azionari vengono calcolati in base al peso di ogni titolo che lo compone con 3 diversi sistemi: tutti gli indici sono quotati con lo stesso peso; ogni titolo ha un peso differente in base al suo prezzo; ogni titolo ha un peso conteggiato in base alla capitalizzazione di Borsa.

Ci sono parametri basilari da monitorare quando si analizzano i grafici degli indici azionari: valori massimo, minimo, attuale, all’apertura della Borsa; variazione dell’indice nelle ultime 24 ore.

Conoscere i simboli azionari

I simboli azionari sono una serie di lettere che abbreviano i nomi delle compagnie. I simboli azionari possono rappresentare il nome aziendale come possono non coincidere. Molte compagnie, a fianco al simbolo, elencano anche il proprio nome per agevolare il compito di riconoscimento.

Da tenere presente il live ticker (nastro telescrivente) che scorre sul fondo proponendo delle informazioni base delle azioni.

Per leggere le quotazioni in Borsa si devono apprendere alcuni termini base inerenti le informazioni azionarie. Il Close/Current Price indica il prezzo alla fine di una giornata in Borsa. 52W high/low è la portata delle azioni inerenti l’ultimo anno dal prezzo più basso al più alto. Il Div rappresenta i dividendi pagati per azione. % Yield è la percentuale dei dividendi di ritorno a confronto con il prezzo delle azioni. EPS corrisponde al guadagno per azione .P/E è la proporzione prezzi/guadagni. Vol consiste nel volume, in pratica il numero di azioni scambiate nel giorno precedente. High/Low corrisponde al prezzo di mercato più alto rapportato al prezzo di mercato più basso del giorno precedente. Net chg è il cambio del prezzo di chiusura del giorno precedente. Shares altro non è che il numero di azioni che ha un investitore. Mkt cap è il valore totale di una compagnia nel mercato.

Leggere le quotazioni delle azioni

Interpretare al meglio le quotazioni delle azioni di Borsa, presuppone la capacità di interpretare ogni singolo parametro del listino del mercato valutario: prezzo ufficiale, calcolato basandosi sulla media dei prezzi quotidiani in base ai volumi; capitalizzazione (in riferimento ad una società, rappresenta il prodotto tra il numero di azioni in circolazione e il loro prezzo unitario; se relazionato ad un mercato corrisponde al valore complessivo – ai prezzi di mercato – di tutti i titoli quotati); percentuale sul totale, che indica il peso espresso in percentuale che un titolo ha sul totale della capitalizzazione di Borsa.

Investire in modo profittevole

Una volta apprese le nozioni base sui meccanismi che regolano le Borse, memorizzati e compresi i termini base, prima di effettuare un investimento che sia profittevole bisogna verificare se l’operazione può portare a monetizzare. Bisogna adottare dei validi criteri attraverso l’analisi del mercato di interesse. Bisogna mettere sul piatto della bilancia i lati positivi e quelli negativi nell’ultimo triennio e osservare la costanza temporale o se ci si trova davanti a sbalzamenti.

L’analisi che va fatta deve essere molto dettagliata partendo dagli andamenti storici e puntando alle previsioni future. Mettere in campo una valida strategia e poi iniziare ad operare. Solo così alla fine si può imparare, facendo esperienza sul campo e naturalmente non esponendosi a rischi eccessivi. Gli investimenti oltre ad essere mirati devono essere fatti in modalità graduale e crescente mettendo in pratica una grande capacità gestionale sia personale che dei propri capitali.

Migliori piattaforme per investire in Borsa

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Markets
  • Conto demo gratuito
  • Quotato London Stock Exchange
100€ Inizia
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

La tabella qui sopra mostra le caratteristiche delle migliori piattaforme per investire in Borsa. Una delle chiavi del successo quando si opera sulla Borsa è proprio la scelta della piattaforma. Una buona piattaforma è sempre autorizzata e regolamentata, è gratuita e senza commissioni e offre anche elevati bonus di benvenuto. Grazie ai dati riassunti nella nostra tabella è possibile fare una scelta ponderata.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice