BTC Robot: truffa o soluzione per diventare ricchi?

btc robot
giugno 14, 2018
|
Comments off
|

BTC Robot è una truffa o permette davvero di diventare ricchi? Sono diverse le persone che cercano informazioni in merito. Per aiutarti a chiarire le idee in merito, abbiamo preparato la guida che puoi leggere nelle prossime righe.

Quasi sicuramente sei qui perché qualche contenuto pubblicitario dedicato al sistema ha attirato la tua attenzione con promesse di guadagni stratosferici e immediati. Ti diciamo innanzitutto che si tratta di promesse non realizzabili. Il trading online, infatti, è tutto tranne che una miniera di soldi facili.
Per avere successo bisogna studiare e fare riferimento a broker sicuri come eToro (clicca qui per aprire un conto demo), controllati a livello internazionale e subito chiari per quanto riguarda il rischio insito nel trading.

Se vuoi sapere perché BTC Robot non è sicuro e scoprire come fare trading online senza incorrere in truffe, non ti resta che seguirci nelle prossime righe. Subito qui sotto puoi trovare un indice, grazie al quale avrai modo di approfondire gli argomenti che più ti interessano.

Robot Bitcoin: cosa sapere su BTC Robot

BTC Robot è solo una goccia nel mare dei sistemi sorti come funghi da un paio di anni a questa parte. Da quando la più celebre tra le criptovalute è al centro dell’attenzione mediatica, sempre più persone mirano a guadagni alti in poco tempo. La crisi finanziaria, che continua a stringere la sua morsa, aumenta questo desiderio e, soprattutto, la voglia di trasformarlo in realtà con poca fatica.

robot bitcoin

BTC Robot non funziona, ma il trading non è una truffa

Per questo motivo, i sistemi di trading automatico come BTC Robot sono così carichi di apparente attrattiva. Chi ne fa ricorso senza avere alle spalle una formazione sufficiente, si immagina steso su una spiaggia con il pc di fianco aperto sul software che genera automaticamente ricchezza. Ecco: questo non è vero!
I sistemi di trading automatico, di base non negativi, vanno saputi usare e, come vedremo poi, associati alla discrezionalità umana. In mano a soggetti privi di buone intenzione, come per esempio i creatori di BTC Robot, sono delle vere e proprie armi pericolose per chi vuole approcciarsi al trading di Bitcoin. Attenzione, questo non significa che operare con questa criptovaluta sia una truffa! Con la giusta attenzione alla sicurezza e alla formazione tecnica, il trading di Bitcoin può rivelarsi molto interessante.

Nelle prossime righe ti daremo qualche consiglio utile da seguire per muovere i tuoi primi passi senza incorrere in truffe.

Auto Bitcoin trading: informazioni su eToro

Dato per certo che con BTC Robot non solo non si guadagna nulla, ma si perdono anche i soldi investiti, parliamo un attimo di una soluzione utile per fare trading con sicurezza: il broker eToro (apri qui il tuo conto demo gratuito)..

eToro è un broker che ha rivoluzionato il modo di concepire il trading online. Disponibile dal 2007 e autorizzato a operare in Italia tre anni dopo, è dotato di regolare licenza CySEC, di app dedicata ed è disponibile in numerose lingue oltre all’italiano. Degna di citazione è anche la qualità del customer care.

auto bitcoin trading

eToro è un’ottima alternativa a BTC Robot

La sua peculiarità principale, però, riguarda un altro aspetto. eToro è una piattaforma che ha portato l’impostazione social nel mondo del trading online. Ogni utente iscritto, infatti, ha a disposizione un profilo gratuito. Tramite il suddetto, esattamente come sugli altri social, ha modo di condividere con gli altri utenti la strategia e, soprattutto, i risultati ottenuti.

Chi concretizza i migliori, può essere seguito automaticamente e annoverato tra i cosiddetti guru. Chi segue, invece, ha la possibilità di migliorare il proprio approccio partendo da basi concrete.
Come è chiaro da queste poche righe, eToro (inizia ora a fare trading gratis) coniuga il trading automatico con l’intelligenza umana. Solo quest’ultima, infatti, garantisce quella finezza capace di fare la differenza nei momenti di maggior tensione e di gestire le emozioni.

Chi sceglie questo broker online segue automaticamente i guru migliori, ma deve essere in grado di sceglierli. I criteri della sezione “Persone” sono di grande aiuto. I trader possono essere selezionati sulla base di:

  • Provenienza geografica
  • Mercati trattati
  • Risultati
  • Profilo di rischio

Esiste inoltre la possibilità di operare una selezione sulla base del numero di copiatori. Come già ricordato, conta molto il buonsenso. Ciò vuol dire, per esempio, evitare di concentrarsi su un singolo guru e seguirne 6/7. In questo modo, qualora le performance del singolo non dovessero più rivelarsi soddisfacenti, è possibile aggiustare il tiro.

Questa è la panoramica generale delle peculiarità di eToro, un broker che permette di fare trading sulle criptovalute e non solo. Gli utenti, infatti, possono operare anche su azioni, materie prime e diversi altri asset. Vediamo adesso come aprire il conto demo.

eToro demo

L’apertura del conto demo di eToro è questione di pochi minuti. Il trader deve:

  • Accedere al sito
  • Cliccare su “Iscriviti Subito”
  • Scegliere tra l’inserimento dei propri dati e l’accredito attraverso le credenziali Facebook e Google

A questo punto non resta che confermare e ci si trova nell’ambiente di lavoro di eToro demo. La schermata è estremamente immediata. Non potrebbe essere altrimenti visto che parliamo di un broker che consente di operare con i CFD.
I Contracts for Difference sono strumenti derivati grazie ai quali è possibile replicare l’andamento di un asset. Questo è molto importante dato che il trader non è tenuto all’acquisto e che, per questo motivo, è tutelato dalla volatilità.

Caratterizzzati dallo spread come unico onere, sono prodotti a leva. Ciò significa che è possibile esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito e che questo amplifica sia i guadagni sia le perdite.

BTC Robot funziona?

Chiaro è da queste righe che BTC Robot non funziona e che le alternative per fare trading online in maniera seria sono altre. Questo sistema, infatti, non è neanche un vero e proprio robot di trading. Dire ufficialmente che BTC Robot è una truffa è impossibile dato che non ci sono sentenze della magistratura.

Si può però sconsigliarne vivacemente l’utilizzo dato che i soldi dei depositi vengono trasferiti in paradisi fiscali e, ovviamente, diventano impossibili da recuperare.

BTC Robot, quindi, funziona solo per i creatori che, purtroppo, sono riusciti ad abbindolare diverse persone. Le recensioni negative sono infatti numerose sul web e raccontano fatti a dir poco sconcertanti. Le persone che hanno versato i soldi, infatti, hanno ricevuto telefonate sempre più minacciose, con richieste di ulteriori versamenti e, nello specifico, del pagamento di 1.500 euro per l’uso del software, disponibile gratuitamente solo per chi deposita fondi.

Per concludere, non rimane che consigliare di stare lontano da sistemi del genere. Siti come BTC Robot non hanno alcun riferimento relativo alla regolamentazione internazionale – licenza CySEC, autorizzazione da parte di Consob e FDA – e già questo dovrebbe far scattare qualche dubbio.

I broker come eToro (apri qui il conto demo), infatti, sono regolamentati e devono rispettare specifiche linee guida internazionale. Sono inoltre gratuiti, dal momento che non applicano commissioni (il deposito, che su eToro parte da un minimo di 200 euro, non sono soldi che vanno al broker).

Ecco perché sono le uniche soluzioni da considerare quando si punta a fare trading in maniera seria, il che significa ricordare che le operazioni con le criptovalute, a prescindere dall’abilità di chi le gestisce, implicano sempre un rischio.

Eliminarlo è impossibile ma si riesce a tenere sotto controllo. In che modo? Con strategie come il Money Management, che prevede la divisione del capitale in più parti. Ciascuna deve essere destinata a un diverso asset o a una singola operazione, così da evitare di trovarsi con il conto svuotato da un giorno all’altro in caso di esiti poco felici uno dietro l’altro.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento