Broker No Esma: Cosa Sono e Perché Bisogna Evitarli

broker no esma
Maggio 31, 2019
|
Comments off
|
Le opzioni binarie e digitali sono vietate in Europa. I contenuti relativi ad opzioni restano in archivio a solo scopo informativo. Se non sei un cliente professionista, ti invitiamo a valutare il Trading Forex, CFD o Criptovalute
opzioni binarie

Il panorama dei broker di trading online è molto vario. Ci sono quelli soggetti alle normative europee (p.e. eToro, 24Option e TRADE.com per citarne alcuni), ma anche i cosiddetti broker NO ESMA. Quando li si nomina, si inquadra piattaforme che non devono rispondere alle linee guida della European Security and Markets Authority.

Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, l’ESMA è una garanzia molto importante per la sicurezza degli investitori. Nonostante ciò, i broker NO ESMA sono comunque al centro dell’interesse di chi inizia a fare trading. In questa guida, ci proponiamo di chiarire meglio tutto quello che riguarda le loro caratteristiche e di spiegare come mai non rappresentano un’alternativa vantaggiosa.

Come vedi, prima dell’articolo è presente un indice. Grazie ad esso, avrai modo di selezionare e approfondire gli aegomenti che consideri più interessanti.

Cosa è l’ESMA

Prima di approfondire tutto quello che riguarda i broker no ESMA, vediamo meglio cosa si “nasconde” dietro a questo acronimo. Come già detto, l’ESMA è l’autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati. Questa authority europea rappresenta un punto di riferimento fondamentale per quanto riguarda le regole da seguire da parte degli intermediari finanziari aventi sede in Europa.

Negli ultimi anni, l’ESMA ha modificato notevolmente il panorama del trading online europeo, introducendo delle regole finalizzate in primo luogo alla tutela degli investitori. In questo elenco è possibile includere la messa al bando delle opzioni binarie. Inoltre, l’authority in questione ha da anni vietato i bonus ai nuovi iscritti.

Attenzione: è vero che i bonus in denaro sono vietati, ma è comunque possibile ricevere ancora bonus sotto forma di eccellenti segnali di trading oppure di corsi per imparare il trading online

Un altro capitolo da considerare è quello della leva finanziaria, moltiplicatore che permette di esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale. Questo permette di amplificare i guadagni ma, purtroppo, di vivere lo stesso anche con le perdite. Dal 30 luglio 2018, l’ESMA ha posto dei limiti specifici per la leva (si tratta di norme che riguardano gli investitori retail, ossia quelli non professionisti). Ecco, nel dettaglio, le nuove norme relative la leva finanziaria massima da applicare:

  • 1:30 sulle coppie di valute Forex
  • 20:1 sugli indici di Borsa e sull’oro
  • 10:1 per tutte le materie prime, fatta eccezione per l’oro
  • 5:1 su azioni e obbligazioni

Ricordiamo inoltre che i broker europei sono soggetti alla MIFID, direttiva comunitaria finalizzata a creare un mercato finanziario integrato, competitivo ed efficace, in grado di offire agli utenti i massimi livelli di tutela. Giusto per fare qualche esempio, ricordiamo che fa riferimento alla direttiva MIFID l’esistenza di conti ad hoc dove vengono custoditi i depositi iniziali degli utenti. Queste somme, che non sono dei pagamenti ma cifre di proprietà del trader, sono custodite su conti diversi rispetto a quello principale del broker. In questo modo, gli utenti vengono tutelati in caso di problemi a carico della piattaforma.

Broker non regolamentati ESMA: Ecco cosa sapere

Detto questo, si ricorda che parlare di broker NO ESMA non vuol dire chiamare in causa piattaforme che non devono rispondere ad alcuna regola. l broker in questione devono infatti fare riferimento ad altre autorità. Tra queste è possibile l’ASIC, l’ente che sovraintende al trading online in Australia. Per quel che concerne invece i broker giapponesi, l’ente di riferimento è l’FSA. Proseguendo con l’elenco dei broker NO ESMA più importanti, è il caso di ricordare anche quelli che devono fare riferimento all’autorità CFTC. Si parla nello specifico dei broker statunitensi. Quelli che invece hanno sede in Nuova Zelanda, devono rifarsi alla FMA. Come puoi vedere, in tutti i casi c’è sempre dietro un’autorità. Non si tratta quindi di broker illegali.

Di certo, dal momento che non sono soggetti alle normative ESMA, permettono di accedere a leve finanziarie più alte e ai bonus. C’è chi considera l’assenza di questi aspetti come un limite all’azione del singolo trader. In qualche modo è vero. Quando si esce dal mondo dei broker NO ESMA e si entra nell’ambito delle piattaforme controllate dall’autorità europea degli strumenti e dei mercati, ci sono delle oggettive limitazioni tecniche.

Vanno però considerate come una garanzia di sicurezza per gli utenti finali che investono, soprattutto quando non sono professionisti ma persone che, dopo essersi formate e informate, decidono di iniziare a fare trading online. Il consiglio che diamo è quindi di orientarsi verso i broker ESMA che, come vedremo tra poco, mettono comunque a disposizione delle risorse molto interessanti.

Broker ESMA: quali sono i migliori?

Dopo aver parlato delle caratteristiche e dei rischi dei broker NO ESMA, è opportuno approfondire le peculiarità delle piattaforme che fanno invece riferimento alla normativa europea. Qui sotto, puoi trovare alcuni tra i principali broker ESMA.

  • Piattaforma: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Semplice ed intuitivo
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: 24option
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi di trading gratis
    • Indicatori e segnali gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Corsi gratuiti
    • Demo gratis
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply
  • Piattaforma: Iqoption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Demo Gratuita Illimitata
    • Deposito minimo basso
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and conditions apply

Quando li si nomina, non bisogna fermarsi a quelle che possono sembrare delle limitazioni (p.e. la leva più contenuta). Fondamentale, ribadiamo, è guardare alla sicurezza, ma non solo. Tra i broker ESMA è per esempio presenta una piattaforma come eToro (clicca qui per dare un'occhiata al sito).

broker no esma

 

eToro

Il broker in questione, in linea con le normative europee, permette infatti a chi lo utilizza di copiare quanto è già stato fatto da altri investitori abili, i cosiddetti guru. Grazie a bacheche gratuite simili a quelle del social Facebook (eToro è conosciuto non a caso come il social network del trading), gli utenti hanno la possibilità di informarsi sulle strategie degli altri iscritti.

Il meccanismo che abbiamo appena descritto si chiama Copy Trading. Brevettato e legale, rende eToro (clicca qui per ottenere un conto gratis) un broker perfetto per i principianti. Attenzione, però! Quando lo si utilizza, è bene rendersi conto che non si ha a che fare con una macchina per soldi facili.

Per avere successo bisogna prima di tutto ragionare diversificando la strategia e ricordando che non è il caso di focalizzarsi su un singolo trader. La soluzione migliore è seguirne almeno una decina, cercando di monitorare costantemente le loro performance. Bisogna infatti farsi trovare pronti a eliminare i trader le cui scelte non risultano più profittevoli.

eToro pensa alla sicurezza degli utenti mettendo a disposizione anche un ottimo conto demo. Grazie ad esso, è possibile esercitarsi senza rischiare il capitale. Gli utenti, in questo caso, operano con denaro virtuale. Il conto demo di eToro è gratuito e illimitato. Non può però essere considerato come un’opzione perenne. Dopo qualche ora che ci si esercita, è infatti opportuno aprire il conto con denaro reale.

Come già detto, essendo eToro un broker ESMA e una piattaforma soggetta alla normativa MIFID, il deposito viene custodito su un conto diverso da quello principale del broker. La cifra in questione è pari a 200 euro e può essere versata, sempre con sicurezza, anche tramite carta di credito.

Clicca qui per iscriverti su eToro e per cominciare a copiare i trader migliori del mondo

Altri broker ESMA: cosa sapere su 24Option

L’elenco dei broker ESMA degni di nota comprende anche 24Option (clicca qui per visitare il sito). Questa piattaforma, anch’essa legale, è famosa per l’estrema semplicità. Intuitiva e adatta sia ai trader esperti, sia a quelli alle prime armi. Tra le sue particolarità è possibile includere la possibilità di ricevere la consulenza telefonica gratuita di investitori esperti, che guidano passo passo chi è agli inizi.

Inoltre, questo broker viene incontro alle necessità formative dei propri utenti con un ebook gratuito di ottima qualità. Questa risorsa, a differenza di molti corsi di trading online presenti sul web, è semplicissima e non si perde in inutili paroloni tecnici. Spiega infatti i concetti pratici del trading online, ossia quelli che servono davvero per operare. Inoltre, come già detto, è totalmente gratuita. Anche in questo caso si differenzia notevolmente rispetto agli altri prodotti che, molto spesso, si contraddistinguono per un prezzo che supera i 5.000 euro.

Un’altra buona notizia? Può essere scaricata senza bisogno di essere utenti del broker. Per farlo, basta infatti inserire la propria mail principale. Quindi, se vuoi iniziare a formarti con una delle migliori risorse di trading online, devi cliccare qui per scaricare gratuitamente la guida di 24Option.

broker no esma

I vantaggi di questo broker non finiscono certo qui! Il suo punto forte principale riguarda la possibilità di accedere ai segnali di trading. Cosa sono? Consigli su come muoversi sui mercati da parte di investitori di calibro internazionale. Come ti sarà chiaro, si tratta di un servizio di grandissimo valore. Non è un caso che diverse piattaforme, compresi alcuni broker NO ESMA, li mettano a disposizione solo a pagamento.

Il caso di 24Option, broker gratuito che non prevede commissioni, è diverso e permette ai suoi utenti di accedere gratis ai segnali. Per farlo, come già detto, è necessario diventare utenti del broker. In questo caso, il deposito iniziale richiesto è pari a 250 euro.

Clicca qui per effettuarlo e per iniziare subito a provare i segnali di trading

Informazioni su TRADE.com

Un’altra ottima alternativa ai broker NO ESMA è TRADE.com (clicca qui per visitare il sito). Questa piattaforma consente di investire su diversi asset,  dal Forex, alle materie prime, fino alle criptovalute. Anche in questo caso siaamo davanti a un broker che, essendo soggetto alle normative ESMA, ha dei limiti che vanno però considerati sempre come una forma di tutela.

La loro presenza non implica una scarsa qualità del broker. Anzi, proprio il contrario! TRADE.com (clicca qui per ottenere un conto gratis), pur essendo online da oggettivamente meno tempo rispetto ad altre piattaforme, è infatti un broker apprezzato in tutto il mondo.

broker no esma

Quando lo si descrive è necessario ricordare che mette a disposizione eccellenti risorse formative. Il broker in questione consente di accedere infatti a numerosi video. Gratuiti e semplici, consentono anche a chi inizia da zero a fare trading di cominciare con sicurezza in poco tempo.

TRADE.com, controllato a livello internazionale e disponibile in diverse lingue, permette di esercitarsi con un conto demo. Quando ci si sente pronti, è possibile aprire il conto con denaro reale. In questo caso, si può scegliere tra diverse tipologie di conti. Quello base, prevede un deposito minimo di 100 euro.

Clicca qui per iscriverti e per iniziare a investire su TRADE.com

Broker CFD NO ESMA: il punto della situazione

I broker NO ESMA non hanno nulla a che fare con vere e proprie truffe come Bitcoin Code (giusto per citare uno dei tantissimi casi). Come già detto, queste piattaforme hanno diversi contro che è importante tenere in conto. Ricordiamo ancora una volta che, se si decide di utilizzare un broker NO ESMA, si deve considerare in ogni caso un’affidabilità oggettivamente minore rispetto a quella dei broker che devono rispondere alle normative UE.

Inoltre, con i broker fuori dalla regolamentazione ESMA non si hanno garanzie relative alla protezione obbligatoria dal saldo negativo, il che è un oggettivo problema per chi fa trading online e vuole tenere sotto controllo le perdite.

Conclusioni

Con l’espressione broker NO ESMA, si inquadrano tutte quelle piattaforme che non sono soggette alla legislazione europea del trading online. Quando le si nomina e le si elenca, è bene ricordare che non sono truffe. Devono infatti fare comunque riferimento a delle norme, anche se diverse da quelle UE. Nulla a che vedere con siti che, facendo leva sull’ingenuità degli utenti poco esperti, promettono guadagni stratosferici da un giorno all’altro facendo poi sparire tutti i soldi investiti.

Questo non vuol dire che i broker non regolamentati ESMA siano privi di problematiche. In UE sono infatti in vigore delle direttive che tutelano tantissimo l’utente, partendo dal modo in cui sono gestiti i suoi soldi per arrivare alla protezione dalle perdite. Quelli che a prima vista possono sembrare degli ostacoli a chi vuole guadagnare, sono invece delle garanzie di sicurezza molto importanti. Bisogna infatti ricordare che il trading online non è una macchina da soldi e che i mercati sono imprevedibili.

Per evitare problemi, è quindi opportuno rivolgersi solo a broker soggetti alla normativa ESMA. Tra questi, eToro, 24Option e TRADE.com si distinguono per le numerose risorse che mettono a disposizione degli utenti. Per citarne una, ricordiamo il Copy Trading, un meccanismo che consente di replicare in maniera automatica quanto già fatto da investitori che, dati alla mano, hanno ottenuto successo.

Cosa pensi dei nostri consigli? Ti abbiamo aiutato a capire meglio cosa sono i broker NO ESMA? Speriamo di sì! Se la guida è stata di tuo interesse, ti invitiamo a condividerla con i tuoi contatti Facebook, così da permettere loro di scoprire trucchi utili per fare trading online.

*Il vostro capitale potrebbe essere a rischio. Questo non è un consiglio di investimento