Pivot Point: guida completa

*Il tuo capitale potrebbe essere a rischio. Questo sito non fornisce consigli di investimento.

Sei interessato a fare trading online ma non sai qual è il prossimo passo da fare? Non stare a preoccuparti, scrollati di dosso le tensioni e comincia a fare sul serio iniziando proprio da questo nostro elaborato interamente dedicato al indicatore pivot point. Ti parleremo dell’indicatore e delle strategie ad esso correlate che sono estremamente efficienti e produttive quando esse vengono applicate con costanza nel tempo da parte degli operatori.

I traders e che subiscono delle forti perdite operando sul Forex ed altri strumenti finanziari sono principalmente coloro i quali rinunciano all’utilizzo di un indicatore perché lo ritengono troppo complicato,  senza rendersi conto che in questo modo si condannano ad un’attività fallimentare e che non può in alcun caso portare a risultati concreti.  Vi sono poi casi addirittura peggiori, in cui i traders si affidano strategie sbagliate e poco comprovate. Qui invece vogliamo presentarti un indicatore molto studiato ed utilizzato la cui indiscussa efficacia è stata approvata da molti esperti nel loro utilizzo assiduo proprio dei pivot point.

Gli indicatori di analisi tecnica sono la strada giusta che ogni operatore deve intraprendere.  L’analisi tecnica è l’unica in grado di mostrare le reali intenzioni dei principali attori del mercato portando le probabilità di un trade a tuo favore, e diminuendo conseguentemente il rischio di perdita. Con l’indicatore pivot point del quale stiamo per parlare puoi scegliere con intelligenza punti di ingresso mercato sbilanciare così le  probabilità a tuo favore nella maggior parte dei trade che vai a fare.  Se da una parte quindi sarai in grado di risparmiare denaro eliminando le perdite dall’altra hai anche l’occasione di aumentare i profitti.

Il pivot point, come qualunque altro indicatore di analisi tecnica, ti sarà completmente inutile se non adoperi una piattaforma di trading degna di fiducia e onesta. Parliamo di piattaforme come Plus500 o come le altre che trovi alla fine di questo articolo. Scegliere piattaforme che non siano autorizzate e regolamentate non solo è illegale ma può comportare elevati rischi di subire truffe. Ovviamente il trading online presenta sempre dei rischi di perdita sul capitale.

Migliori broker forex trading

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

Tabella riassuntiva dei migliori broker per fare trading sul mercato forex. Tutti i broker sono autorizzati, affidabili e onesti. Inoltre abbiamo selezionato esclusivamente broker che non applicano nessun tipo di commissioni sull’eseguito.

Indicatore Pivot Point: i suoi segreti

Sebbene i Pivot Point abbiano un nome piuttosto strambo come indicatore non sono molto più complicati della media mobile semplice o di un oscillatore RSI.  Diamo quindi una definizione i pivot point che sappia racchiudere in sè i principi cardine dello strumento:  i Pivot Point sono un indicatore grafico che rappresenta  semplicemente dei punti di svolta e può essere utilizzato in maniera simile agli altri indicatori per ottenere segnali di acquisto o vendita sui mercati.

Ciò che colpisce nell’indicatore pivot point è la loro semplicità di utilizzo. I Pivot Point infatti possono essere assimilati nella pratica ai supporti ed alle resistenze.  Indicatori di cui parleremo più approfonditamente in un successivo articolo. Ciò che colpisce nell’indicatore pivot point è la loro semplicità di utilizzo.

I Pivot Point infatti possono essere assimilati nel a pratica ai supporti ed alle resistenze.  Indicatori di cui parleremo più approfonditamente in un successivo articolo. I Pivot Point sono simili ai supporti ed alle resistenze in quanto si tratta di livelli giornalieri che possono essere toccati infranti diverse volte durante la giornata, generando di volta in volta possibili segnali di trading.

Proseguiamo cercando di capire in maniera molto semplice come si procede per il calcolo dei pivot point. In realtà per raggiungere i Pivot Point alto grafico ti basta selezionare l’indicatore all’interno del menu della tua piattaforma di trading di fiducia i calcoli saranno effettuati quindi automaticamente dal software risparmiando in questo modo tempo e fatica. Il Consiglio come sempre è quello di lasciare l’indicatore ai suoi valori di default la modifica di tali valori infatti è meglio riservarla a coloro che sono maggiormente esperti, anche con i valori standard infatti puoi comunque ottenere eccellenti risultati dall’utilizzo del indicatore.

Per una questione di completezza comunque ti mostriamo il processo di calcolo dei pivot point che realtà è piuttosto semplice, basta infatti andare a consultare alcuni dati dei giorni di contrattazione precedenti sull’asset dove intendi investire:

  • Quota massima raggiunta dal prezzo: X
  • Quota minima toccata dal prezzo: Y
  • Prezzo di chiusura: Z
  • Prezzo medio durante la sessione: K

Poi basta fare un calcolo attraverso questa formula in base ai dati in tuo possesso: K = (X + K + Z) / 3

Siccome i Pivot Point come abbiamo accennato rappresentano dei livelli di supporto e resistenza del prezzo, ognuno di essi va calcolato singolarmente. In questo modo però potrai visualizzare sul grafico dei livelli fissi che il mercato sembra SEMPRE tenere in conto. I punti in totale sono 6, ovvero 3 coppie di livelli di supporto e resistenza ecco come calcolarli:

1° gruppo di supporto e resistenza:

RESISTENZA  = ( 2 x K  ) – Y

SUPPORTO  = ( 2 x K  ) – X

2° gruppo di supporto e resistenza:

RESISTENZA 2° = K – S1° + R1°

SUPPORTO 2° = K – ( R1° – S1° )

3° gruppo di supporto e resistenza:

RESISTENZA 3° = K – S2° + R2°

SUPPORTO 3° = K – (R2° – S2° )

pivot point

Indicatore Pivot Point ed investimento

Ora che ci siamo liberati degli aspetti maggiormente tecnici riguardanti pivot point passiamo a tematiche sicuramente più interessanti per te che sei un nostro lettore  che certamente un potenziale investitore attraverso questo indicatore di trading. I Pivot Point, una volta stabiliti sul grafico, vanno a coprirne le diverse zone, da qualsiasi parte infatti possa muoversi il prezzo esso si troverà sempre compreso in zone di interesse occupate dei pivot point,  si capisce bene quindi che a questo punto gli operatori hanno diverse opzioni operative sia per  l’apertura di posizioni long che per l’apertura di posizioni short.

Acquisto: si possono aprire posizioni long sul mercato quando si verifica la rottura di un Pivot Point di resistenza, ovvero quando si verifica il breakout del prezzo al di sopra di un Pivot Point che in precedenza era considerato come una resistenza.

pivot point segnale rialzista

Vendita: si deve invece valutare l’apertura di una posizione short, ossia di vendita, quando si verifica la rottura al ribasso di un Pivot Point considerato in precedenza come un supporto. A quel punto è molto probabile che il mercato continui la sua corsa al deprezzamento per un certo periodo di tempo.

pivot point segnale ribassista

Consigli strategici per l’indicatore Pivot Point

Prima di vedere come calcolare i vari livelli di supporto e resistenza abbiamo visto come si calcola il pivot point vero e proprio.

Al centro di vari livelli di supporto e resistenza infatti va a posizionarsi infatti proprio il pivot point, un consiglio strategico fondamentale che ci sentiamo di proporti e di fare attenzione ai punti in cui va ad aprire il mercato nel giorno stesso di contrattazione nel quale tu stai operando se sì infatti apri al di sopra del punto pivot allora la tendenza giornaliera sarà probabilmente long ovvero il consiglio è quello di acquistare il bene di interesse perché ci sono buone possibilità che esso accresca il suo valore se invece la giornata apre al di sotto del pivot point è consigliabile mantenere un comportamento prudente e vendere con una posizione short.

Un ulteriore consiglio molto valido quando si utilizzano i Pivot Point al fine di fare profittevoli trades sul mercato è quello di cercare il reverse allo punti di rottura sulla Resistenza numero 1(R1) o il supporto numero 1 (S1). Gli altri livelli di supporto e resistenza che abbiamo individuato tramite i calcoli spesso infatti vengono utilizzati soltanto come punti di uscita che sono altrettanto importanti da essere individuati al pari dei punti d’ingresso.

I livelli R2, R3, S2, S3,  sono importanti come punti di uscita per il fatto che rappresentano mercato in ipercomprato o ipervenduto ovvero aree limite del mercato dove è possibile che si verifichino inversioni del trend.  Se sei già entrato in una posizione è importante quindi notare quando stai andando verso una di queste zone chiave,  al fine di comprendere tempestivamente se è il caso o meno di uscire.

I Pivot Point si prestano a numerosi utilizzi strategici possono infatti essere presi in considerazione sia per coloro che amano fare trading di breve, di medio o di lungo termine.  I Pivot Point vengono utilizzati in maniera particolare da coloro che amano fare swing trading,  ovvero quella tecnica di trading con un arco temporale di medio termine che varia da 1 a 4 giorni.  In questo caso il temperino del grafico va impostato su base giornaliera ovvero in D1.

Come dicevamo però è anche possibile fare trading intraday in questo caso però il time frame del grafico hanno impostato in H4 per vedere le formazioni sul grafico in base alle quattro ore di tempo. Se invece si utilizzano i Pivot Point su archi temporali molto più allungati sarà possibile attraverso di essi stabilire dei punti di supporto e resistenza molto forti ed importanti per il mercato che andranno sempre tenuti in considerazione.

Conclusioni

In definitiva quindi i Pivot Points insieme ad altri eccellenti indicatori che trovi nelle nostre guide ti consentono di avere una buona conoscenza riguardo al mercato ed un’ottima capacità di comprendere nei movimenti, i Pivot Point consentono infatti di avere anche la possibilità di anticipare i trend con buona precisione.  Non commettere l’errore di molti principianti utilizza un indicatore per investire e goditi tutti i vantaggi che essi possono offrire, ma soprattutto preparati a saggiare i risultati in termini di introiti.

Concludiamo ricordati, ancora una volta, quanto sia importante la scelta della piattaforma giusta per fare trading online. Qui sotto trovi l’elenco con tutte le migliori piattaforme per fare trading:

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
IQ option
  • Piattaforma intuitiva
  • Conto demo gratis
10€ Inizia
*Terms and Conditions apply
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
24option
  • Tutti gli strumenti di trading
  • Segnali di trading affidabili gratis
250€ Inizia
trade.com
  • Spread più bassi
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia
bdswiss
  • Rendimento medio Opzioni: 85 %
  • Facilità d'uso
100€ Inizia
avatrade
  • Bonus gratis fino a 10000€
  • Leva fino a 400
250€ Inizia

*Il tuo capitale potrebbe essere a rischio. Questo sito non fornisce consigli di investimento.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice