Media Mobile Esponenziale

December 15, 2016
|
Comments off
|

La Media Mobile Esponenziale o EMA è importante perché rappresenta un indicatore di tipo “trend“, ovvero un elemento che ci indica in quale direzione si muove il mercato. Esso non offre segnali di Call o Put in modo indipendente, ma si lega ad altri indicatori tra cui il MACD, di cui parleremo nella prossima lezione.

La media mobile può essere di vari tipi, semplice, ponderata ed esponenziale, ma quella che risulta più utile e precisa ai fini del trading è proprio quest’ultima. Nonostante sia la più complessa, viene comunque calcolata dalla piattaforma di negoziazione, perciò ciò che andremo qui a spiegare occorre semplicemente per farvi capire meglio come funziona.

Media Mobile Semplice e Media Mobile Ponderata

Prima di parlare della EMA (Esponential Moving Average), facciamo una breve panoramica sulla SMA (Simple Moving Average) e sulla WMA (Weighted Moving Average).

La media mobile semplice (SMA) funziona come una media aritmetica, quindi è data dalla somma di determinati valori rapportata al loro numero. Ad esempio, se abbiamo 5 numeri (6, 7, 8, 9, 10) la loro media mobile semplice sarà (6+7+8+9+10)/5. Il risultato sarà pari a 8. La media mobile semplice è criticata poiché associa ad ogni valore la medesima importanza.

La media mobile ponderata (WMA) si differenzia da quella semplice per il fatto di assegnare un determinato peso ad ogni singolo valore. Ad esempio, se si associa ai periodi primo secondo e terzo il peso di 1, 2, 3, allora una sequenza di valori 5 (primo periodo), 6 (secondo periodo), 7 (terzo periodo) darà come media mobile ponderata un risultato pari a [(5×1) + (6×2) + (7×3)] / (1+2+3)]. La media mobile ponderata in tal caso sarà di 6,3333. La media mobile ponderata è criticata poiché non riesce a fornire in modo istantaneo un’idea di ciò che sta avvenendo sul mercato.

Media Mobile Esponenziale

Per calcolare la EMA si prendono in considerazione due valori:

  • Media Aritmetica (l’abbiamo vista nel paragrafo precedente)
  • Coefficiente Alpha, dato da 2/(n+1) dove n è il numero dei periodi

Una volta che si hanno questi valori si procede con la formula EMA = (Close – EMA precedente) x (Alpha + EMA precedente).

Nella media mobile esponenziale i coefficienti di ponderazione sono assegnati con un valore progressivo esponenziale (e non lineare, come avviene nella media mobile ponderata). Quindi, nella EMA la differenza di peso tra i valori varia esponenzialmente, non linearmente.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice