Gap e Lap

January 26, 2017
|
Comments off
|

Questa lezione la dedichiamo ai gap e lap, ovvero due situazioni in cui i prezzi vengono a trovarsi quotidianamente. E’ importante conoscere sia cosa sono, sia i segnali che essi possono offrire ai trader. Infatti, i gap e lap non capitano quasi mai per caso, ma sono un preciso sintomo della condizione del mercato.

GAP

Il gap è la situazione del mercato che si ha quando all’apertura di una sessione di contrattazione la quotazione di un titolo è superiore al massimo toccato il giorno precedente (GAP UP), oppure minore del minimo toccato il giorno precedente (GAP DOWN).

Entrambi i tipi di gap capitano quando vi sono dei repentini sbilanci tra domanda e offerta, situazione che può capitare per numerosi motivi.

Qui di seguito vediamo un esempio di gap avvenuto sui titoli azionari Volkswagen.

gap

 

Come si può vedere, alla riapertura delle contrattazioni del 1 ottobre vi è un gap up, poiché si apre con un prezzo più alto del massimo toccato il 30 settembre.

Tipologie di gap

Ora che abbiamo chiarito cosa è un gap, esaminiamo le quattro tipologie di gap osservabili:

  • GAP COMUNE: in inglese viene chiamato “common gap” ed è per l’appunto una situazione comune, ovvero che capita spesso. Questo è praticamente ciò di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente. Si può verificare durante le congestioni del mercato, ovvero quando è in consolidamento o in distribuzione. I gap comuni non devono preoccupare, poiché per l’appunto sono condizioni comuni e fisiologiche del mercato.
  • GAP di ROTTURA: in inglese è chiamato “breakaway gap” e si verifica quando un titolo esce da una situazione di congestione in modo abbastanza repentino e rompe il lato superiore della congestione stessa (gap di rottura rialzista) oppure il lato inferiore (gap di rottura ribassista). Il gap di rottura può indicare l’inizio di un forte trend e perciò si potrebbe considerare come un indicatore di mercato.
  • GAP di CONTINUAZIONE: anche noto come “runaway lap”, si verifica durante un trend già in atto e ben delineato. I gap di continuazione possono offrire segnali di inversione ma c’è da sottolineare che non sono molto affidabili in tal senso.
  • GAP di  ESAURIMENTO: anche detto “exaustion lap”, si forma alla fine di un trend in atto e quindi potrebbe anticipare l’inversione dei prezzi. Generalmente, questo gap si crea contemporaneamente ad un volume di scambi elevato. Detto ciò, se si individua un gap in un trend ben delineato, un aumento del volume di scambi potrebbe svelare l’esaurimento dello stesso trend e una possibile inversione.

LAP

Sebbene in inglese sia un termine molto conosciuto dagli amanti delle corse (lap infatti significa “giro”), per quanto riguarda il trading questo rappresenta la differenza tra il prezzo di apertura di una sessione e il prezzo di chiusura della sessione precedente. Questo è un fenomeno normalissimo, tanto quanto la salita e la discesa dei prezzi. Può essere più o meno accentuato a seconda dell’influenza che il contesto riesce ad avere su un determinato asset.

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice