Doppio minimo e doppio massimo

January 19, 2017
|
Comments off
|

Le figure del doppio minimo e doppio massimo sono tra le più conosciute figure dell’analisi tecnica di base. Questo perché possono rivelarsi molto efficaci ma soprattutto sono facili da individuare. Come facilmente intuibile, il loro nome deriva dal loro percorso. A tal proposito, è bene ricordare o far presente che quando si leggono analisi tecniche in lingua inglese, si fa riferimento ai modelli di analitici (figure) utilizzando la parola “pattern”, che in italiano significa per l’appunto “percorso”. Andiamo quindi ad illustrare in dettaglio le figure del doppio minimo e massimo nell’analisi tecnica, utile per il trading online, in special modo sul Forex.

Doppio massimo

La figura del doppio massimo è anche chiamata “massimi e minimi crescenti”. Infatti, tale figura si trova in un momento caratterizzato da una tendenza al rialzo, tale da vedere un innalzamento del livello sia dei massimi, sia dei minimi.

Vediamo meglio questo concetto con la seguente figura.

doppio massimo lezioni analisi tecnica

Come si può notare, dopo il primo picco massimo vi è un rimbalzo al ribasso, ma il cui livello è comunque superiore a quello antecedente il primo massimo. Il massimo e minimo, quindi sono entrambi crescenti.

Questa condizione si trova in una tendenza al rialzo, inteso come movimento al rialzo dei prezzi in un determinato periodo o arco temporale. Tale condizione è dovuta dall’aumento della fiducia da parte degli investitori, che quindi aumentano la quantità di acquisti e portano ad un innalzamento del suo valore e quindi del suo prezzo. Aumentando la quotazione, il suo grafico si muove verso l’alto.

Da notare attentamente è il fattore della cosiddetta “presa di profitto”. Per presa di profitto si intende il momento in cui chi ha investito al rialzo, vende al fine di trarre profitto dall’operazione. Nel trading, ciò equivale alla chiusura di un’operazione di tipo Long.

Quando avviene la presa di profitto, la quotazione, sebbene in un trend al rialzo, subisce un ribasso. Questo momento è chiamato “correzione”, passato il quale il prezzo potrà riprendere il trend positivo, a scanso di altri eventi intervenuti nel frattempo. Proprio per questa sequenza rialzo – correzione – ritorno al rialzo, si parla di doppio massimo. Vi è prima un massimo, poi una correzione, poi un altro massimo.

Tale modello si può ripetere più volte nell’arco di uno stesso periodo. Vi possono essere, quindi, più momenti di presa di profitto.

Doppio minimo

La figura del doppio minimo è anche chiamata “massimi e minimi decrescenti”. Infatti, tale figura si trova in un momento caratterizzato da una tendenza al ribasso, tale da vedere un abbassamento del livello sia dei massimi, sia dei minimi.

Vediamo meglio questo concetto con la seguente figura.

doppio minimo lezioni analisi tecnica

Come si può notare, dopo il primo punto di minimo vi è un rimbalzo al rialzo, ma il cui livello è comunque inferiore a quello antecedente il primo minimo. Il massimo e minimo, quindi sono entrambi decrescenti.

Questa condizione si trova in una tendenza al ribasso, inteso come movimento al ribasso dei prezzi in un determinato periodo o arco temporale. Tale condizione è dovuta alla diminuzione della fiducia da parte degli investitori, che quindi aumentano la quantità di vendite e portano ad un abbassamento del suo valore e quindi del suo prezzo. Diminuendo la quotazione, il suo grafico si muove verso il basso.

La correzione, in questo caso, può essere dovuta a più eventi. Tra le varie, una presa di profitto per chi ha aperto una posizione Short, ovvero al ribasso.

Con la correzione, sebbene in un trend al ribasso, si ha un rialzo. Passata la correzione, il prezzo potrà riprendere il trend negativo, a scanso di altri eventi intervenuti nel frattempo. Proprio per questa sequenza ribasso- correzione – ritorno al ribasso, si parla di doppio minimo. Vi è prima un minimo, poi una correzione, poi un altro minimo.

Tale modello si può ripetere più volte nell’arco di uno stesso periodo.

 

 

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice