Bitcoin Cash: cos'è e come fare trading

Negli ultimi mesi l’universo delle criptovalute ha subito un vero e proprio scossone, che ha portato alla nascita di Bitcoin Cash (BCH). La data ufficiale della sua introduzione è il  agosto 2017. Se vuoi sapere qualcosa di più in merito, seguici nelle prossime righe. Abbiamo preparato una guida per punti. Vogliamo aiutarti a capire bene cos’è Bitcoin Cash e come utilizzare la criptovaluta per fare trading con successo.

Bitcoin Cash: cos’è e come funziona

Come già detto, Bitcoin Cash è una criptovaluta nata nel 2017 e può essere definita come un hard fork del Bitcoin. Con questo termine tecnico, si inquadra il caso in cui, dei programmatori, prendono una parte del codice sorgente per sviluppare qualcosa di nuovo. La base rimane però il codice citato.

Nel caso specifico del Bitcoin Cash, si parla del frutto di numerose divisioni interne alla community originaria del Bitcoin. Nata da una biforcazione della blockchain, questa nuova criptovaluta si contraddistingue per la presenza di un tetto massimo per ogni singolo blocco.

Si parla di preciso di 8 MB. Il salto rispetto al singolo MB che caratterizza i blocchi di BTC è più che evidente. Qual è l’obiettivo di questo cambiamento? La volontà di garantire una maggiore velocità alle transazioni. In tal modo si supererebbe quello che, secondo molti miners e traders, rappresenta un ostacolo non indifferente per chi compra e vende bitcoin.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche comuni, ricordiamo che Bitcoin Cash è sempre una moneta elettronica che fa riferimento a una rete peer to peer. Completamente decentralizzata, non fa riferimento ad alcuna banca o ente di controllo.

Cosa è successo ai possessori di bitcoin al momento della creazione di Bitcoin Cash? Secondo quanto riportato sul sito ufficiale Bitcoincash.org, i soggetti in questione, una volta nata la nuova criptovaluta, sono da considerare automaticamente possessori anche della suddetta.

Per dare qualche riferimento specifico, al 1 agosto 2017 (ore 13:16 UTC), i possessori di bitcoin del blocco 478558 potevano considerarsi automaticamente possessori della medesima somma in Bitcoin Cash.

Ogni transazione successiva a quella data è da considerare separata rispetto a quelle in bitcoin. Le transazioni in Bitcoin Cash, infatti, si basano su un algoritmo indicato con il flag SIGHASH_FORKID. Il già ricordato limite per ciascun blocco, consente di effettuare anche più di 3 transazioni al secondo.

Bitcoin cash: storia

La storia del Bitcoin Cash è legata a filo doppio a circa due anni di divisioni interne alla community che, nel 2008, ha incentivato la diffusione della più celebre criptomoneta del mondo. Le cause dei dissidi riguardano il fatto che, con la crescita del bitcoin, sono venuti a galla diversi limiti legati alla mancanza di un sistema di controllo centralizzato.

In tal novero è possibile includere i tempi lunghi frutto della catena di certificazioni che, in molti casi, hanno determinato un aumento delle commissioni sulle singole operazioni. Questo da parte della community è stato considerato un freno alla diffusione del bitcoin.

Diversi sviluppatori si sono però opposti all’aumento di capacità dei blocchi, presi dal timore che il suddetto cambiamento potesse favorire attività di hackeraggio.

Il quadro in questione si è evoluto con una proposta iniziale di compromesso, nota come SegWit. Cosa prevedeva? Lo spostamento, anche solo parziale, del processo gestionale delle transazioni verso un contesto esterno alla blockchain.

Inizialmente la situazione è cambiata con il raddoppio della capacità dei blocchi. Il compromesso, però, non ha convinto tutti gli operatori. Questo ha portato alla già ricordata scissione e alla nascita di una nuova criptovaluta.

Nelle ore successive a questo hard fork, il bitcoin non è cambiato per quel che concerne gli scambi in dollari. Il prezzo della criptovaluta, inizialmente, si è assestato attorno ai 200/400 dollari, con variazioni connesse ai diversi exchange.

Per quel che concerne i futures, nei giorni successivi alla nascita della nuova valuta si è parlato di valutazioni comprese tra gli 0,5 e gli 0,10 BTC.

Gli inizi sono stati quindi buoni nonostante una delle più celebri piattaforme di scambio, ossia Coincash, si sia subito rifiutata di trattenere la criptovaluta.

Bitcoin Cash: come investire

Con la nascita del Bitcoin Cash è chiaramente cresciuto l’interesse in merito alle possibilità d’investimento. Come accade con il bitcoin e molti altri asset, anche in questo caso non è necessario comprare la valuta. Esistono infatti i CFD (Contract for Difference).

Questi strumenti derivati consentono d’investire puntando sul rialzo o sul ribasso delle quotazione senza possedere effettivamente il prodotto. Per muoversi a livello pratico è necessario un broker online di qualità. Plus500 è uno dei nomi di primo piano in questo caso. La scelta dei CFD elimina il rischio legato alla custodia della criptovaluta e consente di eseguire operazioni in leva.

Semplice e intuitivo, non prevede l’applicazione di commissioni e consente di esercitarsi con il conto demo. Come iniziare? Entrando sul sito cliccando qui prima di tutto. Ecco i passi successivi:

  • Selezionare “Prodotti di trading” dal menù nella parte alta della Home
  • Cliccare su “Cripto”
  • Scegliere, una volta arrivati nella pagina dedicata, se aprire un conto reale o un conto demo

Gli esperti consigliano di cominciare a operare solo se si ha già un po’ di dimestichezza. Il trading Bitcoin Cash ha infatti il rovescio della medaglia della volatilità. Questo aspetto può essere positivo per via dei potenziali profitti, ma rappresentare anche un ostacolo per chi ha poca mano con il trading.

Nell’ambito dei rischi, diversi analisti hanno incluso la possibilità di un forte competizione con vicendendevole erosione di valore.

Di certo c’è che con l’aumento delle dimensioni dei blocchi è stato in parte risolto il problema della scalabilità del bitcoin, il che non è affatto male per i trader.

In ogni caso è utile ricordare che per fare trading di Bitcoin Cash Plus500 è veramente la scelta migliore e più indicata: clicca qui per aprire un conto gratuito su Plus500.

Plus500 logo

Plus500 è il broker più famoso al mondo

Bitcoin Cash: grafico e quotazione in tempo reale

Per completare il quadro relativo al Bitcoin Cash, forniamo il grafico in tempo reale del broker online Plus500

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice