Mediobanca

June 30, 2016
|
Comments off
|

Le azioni Mediobanca (Clicca qui per grafico e quotazioni) emesse dall’omonima società operante nel settore bancario, sono quotate sull’indice FTSE MIB di Borsa Italiana dedicato alle aziende a maggiore capitalizzazione nel mercato azionario italiano. Sebbene molti pensano che sia una creatura recente, Mediobanca S.p.A. è una società la cui storia inizia nel 1946, anno in cui ha iniziato ad operare come istituto di credito, fondato da Raffaele Matioli (già presidente della Banca Commerciale Italiana) ed Enrico Cuccia. Il Gruppo Mediobanca opera in numerosi paesi e conta oltre 4.000 dipendenti, con sedi a Parigi, Madrid, Francoforte, Londra, Mosca, New York, Istanbul e Lussemburgo.

Il Gruppo Mediobanca offre numerosi servizi che la rendono ottimale da un punto di vista di diversificazione. Questi servizi si dividono in due grandi categorie quali servizi alle imprese (corporate & investment banking) e servizi alle famiglie (consumer banking, retail banking e private banking). In Italia, Mediobanca è leader nei settori dell’investment banking  (advisory, lending e capital market) e del consumer banking.  Il suo grado di innovazione e adattamento si può notare nel successo della  banca online CheBanca!, banca retail multichannel del gruppo.

Qui di seguito andremo a evidenziare i principali elementi da considerare nel caso si valuti la possibilità di investire su questo titolo o fare trading online su azioni Mediobanca con i CFD.

logo MedioBanca S.p.A.

Info principali

  • Nome: MedioBanca S.p.A.
  • Codice: MB
  • Sede legale: Milano
  • Persone chiave: Renato Pagliaro (P), Alberto Nagel (AD)

Altro

Per fare trading su azioni MedioBanca S.p.A. è possibile scaricare la piattaforma gratuita Plus500 e aprire un conto demo senza deposito Inizia

Grafico delle azioni MedioBanca S.p.A.

Andamento storico delle azioni MedioBanca S.p.A.

Previsioni Azioni MedioBanca S.p.A.

Ai fini dell’investimento è importante effettuare previsioni sulle azioni Mediobanca, partendo da un’analisi del grafico storico delle quotazioni. Infatti, dal grafico si può evincere che negli anni ‘2000 il titolo ha offerto diverse occasioni utili allo studio del suo comportamento in Borsa. Infatti, il grafico dimostra che le previsioni sull’andamento delle azioni Mediobanca devono considerare soprattutto la situazione dell’economia domestica in cui questa opera. Nel caso di Mediobanca, l’economia domestica di cui tenere primariamente conto è l’economia italiana, e secondariamente l’economica comunitaria e internazionale (per quest’ultima,  nel caso causi forti ripercussioni generalizzate come nel 2008). Un’economia domestica stabile, ovvero che non sia soggetta a particolari difficoltà, porta il titolo a vivere periodi di normalità, sospinti dalle decisioni del gruppo manageriale, che può vantare una lunga esperienza e che punta sempre più sull’innovazione.

Un’economia in ripresa o in crescita non può che far bene a questo particolare titolo, ed in tal caso ci si possono aspettare rialzi considerevoli e dividendi (pagati all’anno successivo a quello di riferimento) proporzionali ai risultati di bilancio e dello stesso titolo. Un’economia rallentata o instabile porterebbe molte incertezze sulle contrattazioni del titolo in Borsa mentre un’economia in crisi provocherebbe sicuramente forti ribassi. Quando si parla di economia domestica si parla anche di grado di fiducia degli investitori/risparmiatori/consumatori, del PIL, della stabilità di governo, dello spread. Tutti questi sono fattori che compongono lo stato di salute dell’economia domestica.

Per chi desidera investire a lungo termine acquistando azioni, si dovranno tenere in considerazione questi fattori appena esposti più altri più generali, che comprendono i bilanci annuali e semestrali, le relazioni degli analisti interni, le valutazioni delle agenzie di rating e delle banche d’affari, le pianificazioni strategiche del gruppo che potranno vedere i propri effetti nel periodo relativo all’investimento.

Per chi desidera negoziare sui rialzi e ribassi del titolo nel breve termine, con il trading online su CFD azionari Mediobanca , si dovranno considerare tutti gli eventi che ogni giorno potranno avere effetti sul titolo in Borsa, negoziando quindi  al rialzo o al ribasso di conseguenza, al fine di trarre dei risultati in poche ore, giorni, settimane.

Quotazioni Azioni MedioBanca S.p.A.

Le quotazioni Mediobanca, nel loro grafico storico, evidenziano un rialzo considerevole nel triennio 2004/2006. A questo ha fatto successivamente seguito un ribasso causato dagli effetti della crisi globale a cavallo del 2008. Nonostante il momento di difficoltà per tutte le banche del mondo, il titolo Mediobanca si è rinvigorito già dal mese di marzo 2009. Il periodo più difficile, tuttavia, si è avuto nel 2012, in un momento caratterizzato dalla crisi del governo Berlusconi e dalle condizioni dell’economia italiana sotto pressione, con spread ai massimi storici. Successivamente, a partire dalla fine del 2012 le quotazioni Mediobanca sono passate da 2 a 10€ (2015). Questo ottimo rialzo, abbastanza costante, ha subito una brusca frenata a dicembre 2015.

Ma cosa ha causato questo brusco stop? E’ bene analizzarlo al fine di effettuare previsioni in futuro. Si è trattata di una convergenza di fattori negativi tra cui l’abbassamento del rating da parte di Standard & Poor’s nei confronti di tutto il comparto bancario italiano per via delle stime sull’economia italiana nei due anni successivi. Anche questo avvenimento dimostra quanto il titolo Mediobanca sia particolarmente sensibile alle previsioni sull’economia italiana.

Azioni MedioBanca S.p.A. dividendi

L’importo del dividendo Mediobanca staccato e pagato dalla società è stato sempre costantemente proporzionale ai risultati di bilancio dell’anno di riferimento, ovvero quello dell’anno precedente al suo pagamento.  L’unico mancato pagamento dei dividendi Mediobanca si è verificato nel 2009, anno successivo alla crisi mondiale dell’economia, per poi riprendere ad essere pagato negli anni successivi sebbene con importi molto più bassi rispetto a quelli precedenti il 2009. A partire dal 2010, inoltre, i dividendi Mediobanca si sono rivelati abbastanza variegati, compresi in un range tra 0,05 e 0,25€.

A proposito dei dividendi, va evidenziato che anche i CFD Mediobanca offrono benefici economici a chi apre posizioni su tale titolo. Infatti, nel caso in cui si mantengano posizioni aperte in acquisto sul titolo nel momento dello stacco, un premio viene accreditato sul capitale disponibile. Se al contrario le posizioni aperte saranno al ribasso nel momento dello stacco, il premio sarà di pari importo ma negativo. L’importo del premio sarà in ogni caso rapportato alla leva finanziaria applicata all’apertura della posizione di trading.

Investire in Azioni MedioBanca S.p.A.

Vi possono essere diversi motivi per investire in azioni Mediobanca, poiché  si tratta di un gruppo che è riuscito ad affrontare sempre con successo tutte le situazioni difficili con cui si è trovato a confrontarsi. Inoltre, trattasi di un titolo che  offre delle potenziali opportunità di sviluppo e di fatturato, legate allo sviluppo nel retail banking (per via della controllata CheBanca!) e nel credito al consumo (grazie a Compass). Per completezza d’informazione, come abbiamo visto, oltre alle opportunità prevede rischi legati all’elevata esposizione al mercato italiano e quindi alle vicissitudini dell’economia domestica.

Per effettuare un investimento su azioni Mediobanca con approccio a lungo termine si possono adottare le modalità tradizionali, tramite l’acquisto di azioni. Lo si può fare rivolgendosi ad una banca o ad una Società di Gestione del Risparmio, tramite cui vengono proposti anche pacchetti d’investimento diversificati in base alle esigenze e agli obbiettivi del cliente. Per ottenere ulteriori informazioni circa l’investimento in azioni Mediobanca ci si può rivolgere anche direttamente al suo sito web. Per questa opzione d’investimento viene solitamente consigliato un mantenimento per periodi non inferiori ad un anno.

Trading su Azioni MedioBanca S.p.A.

Sempre più investitori apprezzano la comodità di aprire posizioni sul breve termine con il  trading online su CFD Mediobanca. I CFD sono strumenti finanziari la cui quotazione deriva da quello del titolo in Borsa sottostante, che quindi nel caso dei CFD Mediobanca è dato dalle azioni Mediaset quotate sul FTSE MIB.

Per fare trading online su azioni Mediobanca tramite CFD basta semplicemente accedere ad una piattaforma di negoziazione online, fornita gratuitamente dagli stessi broker online di CFD.

Chi non ha maturato alcuna esperienza oppure è ancora agli inizi,  può provare la piattaforma eToro, che consigliamo a tali categorie di utenti poiché consente di entrare in contatto con atri utenti e copiare automaticamente le operazioni di trading dei trader più esperti.

Chi possiede già un bagaglio di esperienza, può provare la piattaforma Plus500, che consigliamo a tale categoria di utenti poiché offre piena autonomia operativa. Tramite la Plus500 si può accedere alla più ampia scelta di titoli negoziabili al mondo. Per chi non avesse esperienza, c’è comunque l’opportunità di fare pratica in modalità demo gratuita.

Migliori piattaforme per il trading su Azioni MedioBanca S.p.A.

Di seguito elenchiamo i migliori broker che consentono di investire e fare trading su azioni MedioBanca S.p.A.. Tutti i broker elencati sono regolamentati ed autorizzati poichè provvisti di regolare licenza Cysec/FCA/Consob

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
eToro
  • Social trading, segui/copia gli esperti
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia