Generali

maggio 26, 2016
|
Comments off
|

Le azioni Assicurazioni Generali (Clicca qui per grafico e quotazioni) S.p.A., quotate sull’indice FTSE MIB di Borsa Italiana, fanno riferimento al Gruppo Assicurazioni Generali S.p.A. Si tratta di una grandissima società fondata addirittura nel 1832 e che trova sede legale a Trieste. Oltre a detenere la leadership nel campo assicurativo in Italia, Generali è al tempo stesso la terza compagnia assicurativa al mondo, dopo AXA e Allianz. E’ terza in Italia in termini di fatturato e per lo stesso fattore figura tra le prime cinquanta nel mondo. Questo gruppo è nato nel 2013 dall’incorporazione  del ramo assicurativo italiano di Generali in INA Assitalia S.p.A. (e quindi Toro Assicurazioni, Lloyd Italico e Augusta). Del Gruppo fanno parte anche Alleanza Assicurazioni, Europ Assistance, Generali Deutschland, Genertel, Genertel life, Banca Generali. A proposito di acquisizioni, è stata di notevole rilievo l’acquisizione di  Compagnie du Midi (Francia), così come la partecipazione azionaria in AXA Midi (nata per riunire le partecipazioni nel settore assicurativo di AXA e di Compagnie du Midi).

In questo articolo analizziamo quali sono gli elementi da tenere in assoluta considerazione quando si valuta la possibilità di effettuare un investimento azionario, così come i fattori da considerare per fare trading su azioni Generali con CFD.

logo Assicurazioni Generali S.p.A.

Info principali

  • Nome: Assicurazioni Generali S.p.A.
  • Codice: G
  • Sede legale: Trieste
  • Persone chiave: Gabriele Galateri di Genola (P)

Altro

Per fare trading su azioni Assicurazioni Generali S.p.A. è possibile scaricare la piattaforma gratuita Plus500 e aprire un conto demo senza deposito Inizia

Grafico delle azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Andamento storico delle azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Previsioni Azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Volendo fare delle previsioni sulle azioni Generali, non si possono non tenere in considerazione i fattori macroeconomici globali che portano a delle variazioni nel grado di fiducia degli investitori e dei risparmiatori. Infatti, il ramo assicurativo funziona molto meglio quando l’economia si muove, la gente risparmia, assicura la propria attività o i propri beni, compra assicurazioni nel ramo vita (bene secondario ma di grande importanza), le aziende non falliscono in massa e così via. Tutto ciò è ovviamente favorevole anche al titolo. Nei casi estremamente opposti, come visto nel 2008, il comparto assicurativo entra in difficoltà e se il fenomeno si dispiega a livello globale, una società così grande come Generali ne paga le conseguenze. Fortunatamente tali episodi sono sporadici. Per il resto del tempo, in condizioni di mercato normale, i titoli di questo settore si basano molto sui risultati di bilancio soddisfacenti, piani aziendali ritenuti interessanti, importanti acquisizioni, situazioni di rilancio o ripresa economica internazionale, giudizi positivi delle banche d’investimento, delle agenzie di rating ecc.

Da quando è stato lanciato, il titolo azionario Generali non ha dimostrato molta costanza nelle sue quotazioni, perciò nel caso si consideri la possibilità di effettuare un investimento, le previsioni andranno ben contestualizzate, ovvero andranno considerati i fattori macroeconomici del contesto temporale dell’investimento.

Per un investimento a lungo termine, data la volatilità del settore in tempi da ripresa economica incerta, i titoli Generali andranno inseriti in pacchetti diversificati, in modo tale da non correre rischi troppo elevati, considerata l’esposizione per più anni.

Per quanto riguarda il breve termine, quindi il trading online, l’alta volatilità del settore offre ottimi spunti giorno per giorno, perciò cogliere al volo le novità più importanti riguardanti il Gruppo o il settore, così come delle pubblicazioni di importanti dati macroeconomici, potrà offrire delle occasioni da non sottovalutare.

Quotazioni Azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Esaminando il grafico storico delle quotazioni di Generali, è facile notare come la crisi internazionale dell’economia nel 2008 abbia portato il titolo a perdere oltre 20 euro, passando dai 32€ di fine 2007, agli 11€ degli inizi del 2009. Ciò dimostra quanto detto nel paragrafo delle previsioni.

Volendo prendere in considerazione altri elementi che possano penalizzare il titolo, possiamo  considerare la fine del 2015, momento in cui l’Amministratore Delegato Mario Greco si è dimesso e tale avvenimento ha causato in una sola seduta la perdita di oltre il 4% . Qualche giorno dopo, a penalizzare il titolo è stato l’accumularsi di giudizi negativi dalle agenzie di rating dovute alle minori stime sull’utile e sui dividendi per azione per il biennio successivo hanno spinto ancora più in basso il titolo. Ciò dimostra quanto un titolo, in generale,  possa subire degli effetti negativi in base a delle novità riguardanti l’azienda.

Azioni Assicurazioni Generali S.p.A. dividendi

Sebbene sia semplice spiegare e soprattutto contestualizzare il ribasso del dividendo Generali nel biennio della crisi economica globale del 2008-2009,  meno facile è spiegare e contestualizzare l’importo dei dividendi Generali negli anni successivi. Infatti, questi sono variati in un range compreso tra  0,20€ a 0,72€. Ogni periodo ha le proprie motivazioni, ma il filo rosso è dato dalla situazione delle ripresa economica globale. I dividendi saranno tanto più alti quando l’economia internazionale sarà in salute e i bilanci dell’azienda solidi.

A tal proposito, va ricordato che lo stacco dei dividendi offre vantaggi sul capitale anche a chi negozia CFD sullo stesso titolo per cui è previsto il pagamento. Infatti, questo vale nel caso si abbia una posizione d’acquisto aperta su tale titolo. L’importo del beneficio sarà ovviamente rapportato alla leva finanziaria offerta dal broker e applicata all’apertura della posizione.

Investire in Azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Investire in azioni Generali significa investire sulla società e sulle sue partecipate, con tutti i pro e contro possibili. A questo va aggiunta la grande dimensione, che se da una parte assicura la solidità del gruppo, dall’altra vi è l’effetto “bandiera segnavento” in base all’economia globale, e in particolar modo della fiducia degli investitori e dei risparmiatori. Investire in Generali significa comunque investire società con grande esperienza e grandi progetti, che potrà mirare a risultati sempre più costanti. Da tenere ben presente saranno anche i possibili cambiamenti nell’ asset societario e le nuove possibili fusioni al fine di ampliare il gruppo.

Chi desidera investire in azioni Generali con approccio a lungo termine (mediamente da 1 a 5 anni) può acquistare azioni tramite banca o sottoscrivere un pacchetto ben diversificato offerto da una Società di Gestione del Risparmio (SGR). Tra i vantaggi di questo approccio vi è la fruizione del dividendo staccato annualmente, che come abbiamo visto a riguardo dei dividendi Generali può variare anche di molto.

Trading su Azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Una valida alternativa, più pratica e meno onerosa rispetto a quella dell’investimento tradizionale a lungo termine, è quella del trading su azioni Generali online con CFD.  I CFD sono dei particolari strumenti finanziari che replicano passivamente l’andamento di un titolo azionario, che nel caso dei CFD Generali sono rappresentati dal titolo azionario Generali quotato sull’indice FTSE MIB. Con il trading di CFD l’obbiettivo è quello di realizzare profitti dalla differenza di quotazione dal momento dell’apertura di una posizione, a quello della sua chiusura.

Per fare trading al rialzo o al ribasso con i CFD occorre registrarsi ad una piattaforma di negoziazione, ovvero speciali software messi a disposizione dai broker che consentono di piazzare ordini d’acquisto, di vendita e di stop (ordini speciali che consentono di chiudere automaticamente le posizioni in perdita oltre quanto programmato, così come le posizioni a profitto oltre una somma ritenuta soddisfacente).

Tra le piattaforme più conosciute ve ne sono due che consigliamo per motivi differenti:

A chi non possiede alcuna esperienza di trading, consigliamo di partire con la piattaforma eToro, poiché consente agli utenti anche di comunicare tra loro e con trader esperti, oltre alla possibilità scegliere un trader esperto da cui copiare le operazioni in modo automatico.

A chi invece ha già una base d’esperienza, consigliamo la piattaforma Plus500, poiché offre molti più titoli rispetto alle altre (più di 2.000) ma non consente di entrare in contatto con altri utenti, perciò l’utente avrà sempre totale autonomia nella propria operatività.

 

Migliori piattaforme per il trading su Azioni Assicurazioni Generali S.p.A.

Di seguito elenchiamo i migliori broker che consentono di investire e fare trading su azioni Assicurazioni Generali S.p.A.. Tutti i broker elencati sono regolamentati ed autorizzati poichè provvisti di regolare licenza Cysec/FCA/Consob

Broker Vantaggi Deposito Min. Apertura Conto
Plus500
  • Spread bassi
  • Conto demo gratis
100€ Inizia
*Your capital is at risk
eToro
  • Social trading, segui/copia gli esperti
  • Piattaforma molto intuitiva
250€ Inizia